You are currently viewing Il potere del rossetto

Il potere del rossetto

Segreti e consigli per creare labbra d’autore attraverso l’uso del rossetto, da sempre simbolo di femminilità, libertà e individualità.

Quando frequentavo l’Accademia per diventare truccatore, la mia grande difficoltà era proprio truccare le labbra, soprattutto disegnarle. Passavo ore a esercitarmi, ma nulla, non ci riuscivo. Avevo addirittura pensato di concentrare l’attenzione solo sugli occhi e lasciare le labbra nude, effetto naturale, ma ciò non era sempre possibile, capitava spesso di dover ricorre alla tecnica della correzione con l’uso di matite tono su tono. Così, dopo aver accettato la realtà, sono riuscito a vincere questo mio ostacolo in modo quasi magico; mi trovavo in un famoso Grande Magazzino di Milano con il mio grande amico truccatore, Rajan Tolomei, ed è a lui che mi sono rivolto per chiedere consiglio su come riuscire a disegnare labbra perfette. Eravamo all’ultimo piano per una pausa caffè; nel tempo necessario per percorrere otto piani in ascensore, mi ha svelato i segreti per creare labbra d’autore e, una volta a casa, ho iniziato a esercitarmi a tutte le ore e su più persone possibili, sconfiggendo il mio punto debole. Da allora, le labbra si sono trasformate nel mio cavallo di battaglia. In seguito ho compreso sempre più la vera importanza del saper truccare bene le labbra. Una volta, sul set per uno spot pubblicitario mi hanno chiesto di realizzare un look natural-fresh con labbra rosse; rappresentavano l’elemento di forza, dovevo comunicare tutto, andare oltre la bellezza, emozionare.

In quella occasione ho capito che il rossetto ha davvero un grande potere: esprime seduzione, libertà, possibilità, sensualità, per non parlare di tutte le sue sfumature che gridano emozioni. Non mi rimaneva che approfondire la potenza che ha il colore sulle labbra. Spesso si pensa che per dare volume sia sufficiente utilizzare un tono chiaro, perché crea luce e ingrandisce, ma non è proprio così. Ora tocca a me svelarvi qualche segreto… Il maggior effetto volume è dato dal lucidalabbra o gloss, perché crea un effetto specchiato su cui si posa la luce, mettendo in evidenza la pienezza delle labbra. Anche un rossetto scuro o colorato, dai toni accesi come rosso, corallo e geranio dona volume o meglio, visibilità. In questo caso il potere del colore è determinante, mette in risalto le labbra conferendo loro audacia e carnosità. E se volessimo dare alle labbra il maggior risalto possibile? La risposta ideale è un gloss colorato, connubio perfetto tra volume, effetto vinilico e visibilità, per un risultato davvero impattante e sensuale. Indipendentemente dal rossetto, io suggerisco sempre di applicare prima una matita, sia per far durare di più il prodotto, sia per poter creare ‘fusioni’ personalizzate. Considerato che il colore della matita influenza quello del rossetto, possiamo giocare, essere creativi e decidere che potere conferire alla forma e al colore.

Leggi anche l’articolo Effetto SunKissed perchè il sole bacia tutti

Il rossetto ha davvero un grande potere: esprime seduzione, libertà, possibilità, sensualità, per non parlare di tutte le sue sfumature che gridano emozioni.

Leggi anche l’articolo La bellezza della diversità

Abbiamo parlato di unicità, libertà, femminilità… perciò vorrei concludere con un estratto del diario del Tenente Colonnello Mervin Willerr Gonin, fra i primi soldati inglesi a liberare il campo di concentramento di Bergen-Belsen (bassa Sassonia) nel 1945. Credo che qui sia racchiuso il vero potere del rossetto, quello che va oltre l’effimera bellezza e vorrei farlo attraverso la narrazione di un evento realmente accaduto:

Leggi anche l’articolo Prima di ogni cosa, il primer viso

“Fu solo poco dopo l’arrivo della Croce Rossa Inglese, per quanto magari non vi fosse alcun collegamento, che arrivò un grosso carico di rossetto. Non era affatto quello che noi uomini avremmo voluto, noi urlavamo il desiderio per centinaia di migliaia di altre cose e non so chi chiese il rossetto. Vorrei tanto scoprire chi fu, perché fu un atto di genio, pura incorruttibile genialità. Credo che nulla fece più per quegli internati di quanto fece quel rossetto. Le donne giacevano nei loro letti senza lenzuola né vestaglie, ma con labbra rosso porpora; le vedevi vagare senza nulla più che una coperta sulle spalle, ma con labbra rosso porpora. […] Finalmente qualcuno aveva fatto qualcosa per renderli nuovamente individui: erano qualcuno, non più solo il numero tatuato sul braccio […]”

www.latruccheria.it

Nails & Make Up – Leggi tutti gli articoli