You are currently viewing Essenze naturali, certificazioni Halal

Essenze naturali, certificazioni Halal

I profumi sono l’accessorio must have per ogni donna e uomo. La storia del profumo inizia con gli antichi egizi, che lo usavano sia a scopi religiosi che per la cura della persona.

La parola profumo deriva dal latino per fumum che significa “attraverso il fumo”. Era infatti attraverso il fumo generato dalla combustione di incensi e sostanze odorose che gli antichi pregavano i loro dei.

IL MONDO ARABO
Nel mondo arabo occidentale, nel primo periodo dell’Islam, i rituali e le pratiche religiose incoraggiarono l’uso massiccio di prodotti profumati come Muschio, Ambra Grigia, Canfora e Zafferano. Il profumo divenne uno dei prodotti più apprezzati nei primi mercati musulmani, dove lo status della fragranza da bene di lusso ad esclusivo appannaggio delle classi aristocratiche, divenne bene di prima necessità a causa dell’aumento della domanda. I profumi e l’Islam diventarono qualcosa che non poteva essere separato. Molti studi sull’Islam ci permettono di immaginare come odorava il mondo degli arabi occidentali nel settimo secolo. I musulmani preferiscono le fragranze oleose, anche se l’uso di alcool come supporto nelle fragranze è consentito dalla legge islamica, se questo, impiegato come solvente, non proviene dalla fermentazione dei carboidrati come la frutta, ma ottenuto da un processo chimico industriale e non può essere ingerito.

Leggi anche l’articolo Il seno trattamenti anche in chiave bio

LA CERTIFICAZIONE HALAL

Oggi le vendite di fragranze certificate Halal in Medio Oriente e in altre regioni del mondo stanno aumentando, poiché i musulmani richiedono, per essere coerenti con il loro stile di vita, prodotti Halal. Così cibi, bevande, farmaci e cosmetici Halal sono sempre più richiesti da una popolazione musulmana che nel 2021 sfiora quasi i due miliardi. Aderire a questa certificazione significa conoscere più a fondo la loro cultura, i loro gusti e i profumi di loro maggior gradimento. Ma cosa significa Halal? Halal è una parola araba che significa “ammissibile” o “lecito”. L’opposto di Halal è Haram, che si riferisce a ciò che è proibito. Queste due parole sono presenti in diversi aspetti della vita dei musulmani come cibo, vestiti, prodotti per il bucato, prodotti per la cura personale o cosmetici, ma anche alberghi, hotel e resort, fino alle strutture per la bellezza e il benessere, come SPA o istituti di estetica. Questo è il motivo per cui i prodotti Halal devono essere certificati da organizzazioni di certificazione che operano secondo la legge islamica, secondo le regole e principi seguiti dai musulmani.

Leggi anche l’articolo Integratori naturali e sintetici, il bello e il brutto

Quando si parla di fragranze e di profumi Halal per la persona, questi devono soddisfare diversi requisiti: – Non possono contenere alcol etilico di tipo alimentare; – non possono essere testati sugli animali; – non devono contenere ingredienti di origine animale; – prodotti di origine alimentare vietati dalla legge islamica devono essere evitati nelle composizioni; – tutti i prodotti devono avere una Certificazione Halal, rilasciata da un ente certificatore.

Per continuare a leggere l’articolo Abbonati alla rivista

I Nostri Esperti – Leggi tutti gli articoli