You are currently viewing Esclusività ed eccellenza tecnologica

Esclusività ed eccellenza tecnologica

UNA METODICA ASSOLUTAMENTE ORIGINALE, UN SISTEMA ESCLUSIVO CHE REGOLA AUTOMATICAMENTE LA FORZA DELLA PROPRIA COMPRESSIONE IN BASE ALLA RESISTENZA DI MUSCOLI E TESSUTI E UN NUOVO CONCEPT ALTAMENTE TECNOLOGICO. È COSÌ CHE SI FA LA DIFFERENZA. NE PARLIAMO CON GIANLUCA CAVALLETTI, GENERAL MANAGER DI FENIX GROUP.

Endosphères Therapy è l’innovativa metodica di Fenix Group che sfrutta la Microvibrazione Compressiva per il trattamento dell’inestetismo della cellulite e dell’invecchiamento cutaneo. Come è nata questa particolare tecnologia?

Tutto è nato dal sogno di voler introdurre sul mercato qualcosa di unico, una nuova tecnologia in grado di trattare gli inestetismi più diffusi, come l’infiammazione del pannicolo adiposo sottocutaneo. L’idea era quella di creare un meccanismo che andasse a sfruttare la resistenza muscolare per agire a livello del pannicolo e quindi della matrice. È nato così, il concetto di Microvibrazione Compressiva che ribalta il principio su cui si basano le metodiche più tradizionali per il trattamento della cellulite: sostituisce infatti la classica fase di “aspirazione-trazione” dei tessuti con la compressione e la vibrazione. Sfruttando il sistema brevettato a Microvibrazione Compressiva, l’apparecchiatura, tramite un rullo composto da 55 sfere di silicone anallergico, genera vibrazioni meccaniche a bassa frequenza che vanno ad agire proprio sulle cause principali dell’inestetismo della cellulite: la stasi linfatica, l’accumulo di liquidi, gli aggregati di cellule adipose. È un’apparecchiatura, come dicevo, con caratteristiche di esclusività, realizzata grazie alla sinergia tra l’Università di Chieti e i bioingegneri dei nostri laboratori di Ricerca & Sviluppo. Da questa collaborazione, è nata una tecnologia che emette una particolare vibrazione, resa possibile dall’equilibrio di una serie di parametri. Come si ottiene questo equilibrio, è un segreto industriale.

Leggi anche l’articolo Prevenire, la scelta giusta

Ci può spiegare meglio quest’ultimo concetto?

Quando abbiamo intrapreso gli studi relativi alla Microvibrazione Compressiva, l’obiettivo non era quello di creare un cilindro, bensì un’onda oscillatoria e una frequenza ben precise. Per quanto concerne l’onda oscillatoria, abbiamo pensato a una serie di dispositivi che, montati su un manipolo, creassero quella che oggi conosciamo come Endosphères Therapy, metodica a Microvibrazione Compressiva. Per ottenerla, non basta installare delle sfere su un cilindro: la vibrazione specifica alla quale i tessuti rispondono è data da una serie di parametri perfettamente organizzati e in sinergia, come la dimensione delle sfere, la densità, l’effetto volano del cilindro, il rotore stesso che deve avere un peso specifico e un effetto giroscopico che permetta di stabilire la pressione, se uno di questi parametri cambia, non si ottiene la Microvibrazione Compressiva, per la quale ci sono voluti diversi anni di studio. La tecnologia è rivoluzionaria perché interagisce con il corpo e ad esso si adatta: ogni donna, ogni uomo, ogni individuo è diverso dall’altro e ha un corpo unico e necessita dunque un servizio personalizzato.

Leggi anche l’articolo Estetica ed etica Made in Italy

Peculiarità di Endosphères Therapy è anche l’esclusivo sistema Sensor. Ce ne può parlare?

Endosphères Therapy è il trattamento che “sente” il corpo su cui agisce e, in base alla resistenza dei muscoli e dei tessuti, regola automaticamente la forza della propria compressione. Abbiamo potuto compiere questo passo avanti grazie al sistema Sensor, che consente all’apparecchiatura di riconoscere la tipologia del tessuto e valutare con precisione l’energia da applicare, in rapporto alla morfologia del corpo. Di conseguenza calibra automaticamente la pressione e la frequenza vibratoria, così da adattare e personalizzare il trattamento alle singole esigenze, ottimizzando i tempi di lavoro e incrementando i risultati.

Leggi anche l’articolo Il made in Italy vince in bellezza

Endosphères Therapy, con il sistema Sensor, porta a grandi risultati anche per quanto riguarda i trattamenti viso, per un efficace effetto anti-aging…

Esattamente. Nel caso del viso, l’apparecchiatura utilizza sempre il sistema a Microvibrazione Compressiva. Tramite il rullo composto da 60 sfere, grazie all’azione pulsata e ritmica generata sul tessuto, agisce in maniera non invasiva, stimolando naturalmente i fibroblasti nella produzione di nuovo collagene e elastina. 

In questo modo si ottiene un significativo effetto anti età, caratterizzato da distensione e tonificazione del volto, riduzione delle rughe e ristrutturazione del derma. Inoltre la Microvibrazione Compressiva è in grado di intervenire sulla muscolatura, con un’azione sia di tipo decontratturante sui muscoli mimici del volto, che di tipo tonificante per contrastare il cedimento tissutale. Ma Endosphères Therapy è andata oltre, con la creazione di EVA. Mi riferisco a un un concept altamente tecnologico pensato per realizzare un protocollo completo di trattamento per il ringiovanimento del viso, che parte dalla Microvibrazione Compressiva per ampliare il campo d’azione verso altri tipi di trattamento. La peculiarità del protocollo di trattamento EVA è nella perfetta combinazione di tre fasi: M.A.S., Microvibrazione Ablativa Sensorizzata, FACE- Microvibrazione Compressiva Sensorizzata, V.E.V., Vibro Elettro Veicolatore.

Per continuare a leggere l’articolo Abbonati alla rivista

www.endospheres.com

Leggi l’articolo Giovani e bellezza

Beauty & Technology – Leggi tutti gli articoli