You are currently viewing L’influenza degli ormoni sulla pelle

L’influenza degli ormoni sulla pelle

Nell’individuazione di programmi volti a contrastare l’invecchiamento cutaneo e l’inestetismo della cellulite, è di fondamentale importanza prendere in considerazione lo status ormonale di ogni singola cliente.

Gli ormoni rappresentano una delle prime chiavi per una pelle radiosa, tonica ed elastica e per questo è importante mantenere il loro equilibrio. Il termine ‘ormone’ deriva da una parola greca che significa ‘mettere in movimento’; gli ormoni, infatti, hanno al loro interno delle informazioni che mettono in movimento – ovvero favoriscono – reazioni in differenti parti del corpo. Progesterone ed Estrogeni, per esempio, influenzano la sintesi di Acido Ialuronico e la produzione di Collagene, con conseguenti effetti sull’elasticità della pelle. In caso di squilibri ormonali, queste due proteine possono subire delle alterazioni, portando a pelle del viso e del corpo secca, ritenzione idrica e macchie. La carenza di Testosterone che si verifica con l’invecchiamento, invece, può contribuire alla formazione delle rughe sul volto, all’insorgenza dell’inestetismo della cellulite e alla perdita di tonicità della pelle. Un eccesso di Testosterone, in soggetti predisposti pelle grassa, può portare all’insorgenza dell’acne. A influire sullo stato di benessere c’è anche il Cortisolo, l’ormone dello stress. Se presente in quantità eccessive, favorisce la ritenzione idrica e la comparsa dell’inestetismo della cellulite e accelera l’invecchiamento cutaneo; Da prendere in considerazione, quando si vuole creare un programma di bellezza e benessere per viso e corpo, ci sono anche ormoni come la Serotonina, l’ormone del buon umore, che ha effetti indiretti sulla pelle e la Melatonina, l’ormone del sonno. Quest’ultimo, favorendo il riposo corretto, potenzia in maniera indiretta i processi di rigenerazione cellulare della pelle che avvengono normalmente durante la notte. Infine, nell’affrontare gli inestetismi della pelle causati anche da sbalzi ormonali, è bene sapere che possono variare a seconda del periodo che la cliente sta vivendo, come quello del menarca, della pubertà e della menopausa.

Leggi anche l’articolo Mai più senza tonico

SOLUZIONI DI BELLEZZA E BENESSERE

In ambito cosmetico, i principi attivi “amici” degli ormoni sono, primi tra tutti, i fitoestrogeni o fitosteroli, come gli estratti di soia, luppolo, piselli e altri legumi. All’interno delle formulazioni che vengono applicate sulla pelle, sono in grado di mimare la presenza di Estrogeni, favorendo la sintesi metabolica delle fibre di Elastina e di Collagene e donando un effetto tonificante, rassodante e uniformante. Da preferire, sono le texture che risultano più gradite al tatto, come i balsami e le creme corpose ma non unte. Tra i cosmetici e i trattamenti da proporre alla clientela in istituto, ci sono anche quelli che rientrano nella categoria della happy cosmesi che, partendo dall’aromaterapia e dall’aromacologia, sfruttano l’effetto del profumo (derivante esclusivamente da aromi naturali e oli essenziali) sul rilascio degli ormoni del rilassamento. Il benessere, quindi, passa anche attraverso l’olfatto, grazie a Limone e Ginepro, per illuminare ed energizzare la pelle e per stimolare la Serotonina e a Lavanda e Camomilla, per favorire il relax, il sonno e il rilascio della Melatonina. Ci sono poi dei principi attivi la cui efficacia risulta ancor più apprezzata durante momenti particolari della vita della donna, come quello della menopausa. A causa del mancato equilibrio ormonale, la pelle ha la tendenza a essere più sensibile, più secca e predisposta al photaging. Per rinforzarla, idratarla e renderla più elastica, è bene optare per formulazioni caratterizzate da lipidi e Acido Ialuronico reticolato, arricchite con fattori di protezione alta.

Leggi anche l’articolo Fotoinvecchiamento, cos’è e come combatterlo

CORPO IN PRIMO PIANO

Centella Asiatica, Caffeina ed Escina, invece, si rivelano preziose alleate per la bellezza e il benessere del corpo: questi ingredienti attivi, infatti, si distinguono per il loro effetto drenante. La loro efficacia è particolarmente apprezzata durante la quarta settimana del ciclo. In quel periodo, infatti, la pelle è decisamente ricettiva. Per un’azione ancora più forte, il suggerimento è quello di proporre alla clientela anche un massaggio linfodrenante. Ottimo, l’abbinamento con tisane depurative a base di Tarassaco e Tè Verde.

Photo Credits: @freepik.com

Per continuare a leggere l’articolo Abbonati alla rivista

Beauty & Technology – Leggi tutti gli articoli