You are currently viewing Profumo di cipria

Profumo di cipria

La fragranza di questo prodotto in polvere ha la capacità di far riaffiorare ricordi ed emozioni sopite.

Mi trovavo a Parigi, nel quartiere Marais che costeggia la riva della Senna e sono stato attratto da un piccolo negozietto dai toni crema e rosso, tanto da decidere di entrarvi. Le luci erano soffuse e sono subito stato rapito da intense e dolci note profumate che, accarezzandomi il viso, mi hanno riportato indietro nel tempo. Quei profumi così delicati mi hanno condotto nel passato, nel tardo pomeriggio di una calda estate che, come di consueto, trascorrevo a casa con la nonna. Fuori era terribilmente caldo, così ci rifugiavamo nella sua camera da letto e insieme guardavamo le foto della sua gioventù. Le custodiva con affetto e cura in un cassetto, poche foto in bianco e nero, un po’ rovinate dal tempo, che giacevano accanto ai suoi pochi trucchi. Quando mia nonna apriva quel cassetto per me era una gioia immensa, perché emanava un odore potente e peculiare, intriso di profonde emozioni. Era un odore misto cipria e rossetto, che ancora oggi mi ricorda lei e i pomeriggi trascorsi insieme ascoltando le sue avventure. Un profumo unico, elegante, dato dall’incontro di odori talcati e cremosi, quel misto di trucchi ed esperienza… Travolto dai ricordi e dall’emozione, non potevo resistere alle note profumate di quella boutique parigina, così ho chiesto di provare un determinato profumo. L’ho nebulizzato nell’aria, l’ho rapidamente attraversato e quando le sue fragranze si sono posate su di me, sulla mia pelle, sono stato letteralmente colpito dal ricordo, dall’amore e dalla vita che solo un particolare profumo può scatenare in una persona. Proprio per questo, quando realizzo un make-up presto molta attenzione alle fragranze dei prodotti; sono rapito dalla potenza del loro profumo, che avvolge le nostre esperienze senza averne un’immediata coscienza e che si manifesta nel tempo, attraverso ricordi ed emozioni.

Leggi anche l’articolo Il potere del rossetto

La cipria in polvere è un prodotto insostituibile e indispensabile per la realizzazione di un make-up, proprio per le sue caratteristiche di formula e di texture. È quel prodotto che da sempre viene utilizzato per fissare – effetto Setting – il fondotinta e il correttore, perché grazie alla sua formula a base di polveri riesce ad asciugare e così a stabilizzare la base, garantendo la tenuta del make-up per tutto il giorno. La cipria rappresenta un passaggio fondamentale, perché permette a tutti i prodotti che applicheremo successivamente sopra la base di trovare una superficie idonea a far scivolare ogni texture e garantire così un’applicazione omogenea. Inoltre può essere utilizzata per creare diversi finish. Quello più amato per il suo effetto levigante e compatto è l’effetto Baking, che si ottiene utilizzando in quantità generosa la cipria sulla zona del contorno occhi e dopo averla lasciata in posa (da qui il termine cottura), la cipria in eccesso viene volatilizzata e subito si crea un senso di compattezza e levigatezza ineguagliabile. Un consiglio che voglio dare per ottenere questo risultato su una pelle non più giovanissima è di idratare molto bene il viso con un primer specifico. Un altro effetto che sempre di più utilizzato, è l’effetto Soft Light, che dona alla pelle una morbida luce. Un concetto che può essere opposto alla caratteristica principale che è quella di opacizzare, opaco non è sinonimo di luce, ma qui è proprio l’incontro di tanto expertise e tecnologia, dove una cipria non sarà solo in grado di garantire un effetto matte, ma allo stesso tempo grazie all’effetto soft focus, di creare luce. L’effetto soft focus è dato, dalla presenza di polveri di silica, derivazione minerale, che grazie alle loro molecole ultra micronizzate, sottili e sferiche riescono a catturare la luce e a rifletterla in modo morbido e diffuso. Un’altra caratteristica delle ultime ciprie più all’avanguardia è la capacità di illuminare giocando con delle piccole nuance a base rosa, riconosciuto come un colore in grado di scaldare i toni spenti e illuminarli. La cipria più richiesta e che voglio consigliare è quella capace di fissare senza segnare il contorno occhi, ovvero quella con la formula 4K a base di borosilicati, quindi priva di talco e mica.

Leggi anche l’articolo La bellezza della diversità

Anche l’applicazione è molto importante. La cipria può essere applicata con un pennello o con un puf (piumino di velluto), sceglierò che tipo di accessorio usare in base al tipo di copertura che vogliamo fare. Se vorremo dare poca cipria (pelli più secche), useremo un pennello in fibra wavy (ondulata), capace di fissare ma in modo non troppo meticoloso. Se invece abbiamo una pelle più oleosa e vogliamo garantirci il fissaggio, sarà ideale usare il puf: la sua trama ultra fitta di velluto garantirà una presa di cipria libera sicura e generosa, che verrà depositata in modo corretto e omogeneo.

www.latruccheria.it

Nails & Make Up – Leggi tutti gli articoli