Nail art e nuove tendenze

19 settembre 2018

A settembre è tempo di stuzzicare i sensi delle clienti per aiutarle ad entrare nel mood autunnale suggerendo nuove ispirazioni e nuove tendenze.

Come persona e come professionista, una delle cose che amo di più è quel momento, al termine di una stagione, in cui si inizia a respirare l’atmosfera e il profumo di quella che sta per arrivare. Settembre è il mese in cui si iniziano a pregustare i colori caldi della natura autunnale, la luce soffusa, le tisane davanti al camino, i cappotti e gli avvolgenti maglioni.

Ma questo è anche il momento di andare a stuzzicare i sensi delle vostre clienti facendole entrare nel mood “autunnale” e proponendo una sferzata di entusiasmo con qualche novità fresca di stagione. Oltre alle nuove Collezioni, potete rinnovare anche le vostre proposte di nail art e, perché no, sfruttare proprio le ispirazioni che le nuove palette ci forniscono per introdurre le vostre clienti al mondo della decorazione.

A chi di voi sta pensando che “la nail art non è cosa che fa per me o per le mie clienti” vorrei dare un paio di spunti per riflettere.

  1. Non è detto che le vostre clienti non amino la nail art solo perché non ve la chiedono, ricordate infatti che, oggi, è l’offerta che genera la domanda: molto probabilmente le vostre clienti non vi chiedono nail art solo perché voi non la proponete ma, se dovessero recarsi in un altro salone che la propone, potrebbero avere voglia di sperimentarla.
  2. La nail art è un’ottima “pagina pubblicitaria” per Voi e il vostro salone perché si fa notare molto di più rispetto ad una manicure monocolore e quindi potrebbe attirare l’attenzione di tanti potenziali clienti.

Per distinguersi dalla concorrenza e garantire un valore aggiunto alle vostre clienti la parola d’ordine, valida nella nail art più che in ogni altro tipo di servizio, è personalizzazione.

Le unghie, così come gli abiti e gli accessori che indossiamo, parlano di noi, del nostro stile e della nostra personalità quindi è importante che le nail art non vengano realizzate “in serie” ma vengano progettate, costruite e adattate sulla base dei gusti e delle necessità del cliente.

Immaginate di proporre ad una signora dal look classico, make up minimal, una decorazione a strisce fluo: non solo rifiuterebbe ma rischiereste addirittura di perderla come cliente. Non è necessario conoscere una persona da anni per capirne i gusti: basta approfittare del primo contatto con lei per osservarla, partendo da ciò che indossa e passando per accessori, make up, capelli, gioielli ecc. Spesso l’ispirazione può arrivare da un piccolo dettaglio. Fare una nail art con lo stesso disegno di un tattoo sul polso, per esempio, è un modo creare uno stile unico!

Se alcune delle vostre clienti sono restie ad avventurarsi nel mondo della nail art provate a proporgliela a “piccole dosi” e in maniera graduale:

prima una sola unghia di colore diverso, poi un effetto “ombre nails” con una diversa gradazione della stessa scala cromatica per ogni unghia, poi un effetto spugnato o sfumato, un piccolo dettaglio e, solo quando sarà soddisfatta dei risultati e decisa a lanciarsi, una vera e propria nail art.

Ecco alcuni consigli per chi si avvicina al mondo della nail art e desidera creare decorazioni da salone, cioè adatte ad un’ampia gamma di clienti, poco impegnative da realizzare e semplici da indossare.

– È preferibile riservare la decorazione solamente ad alcune unghie, solitamente due, massimo tre, per ciascuna mano e, preferibilmente, saranno due esterne o due centrali; per chi teme di esagerare è sempre attuale la cosiddetta “accent mail”, cioè la nail art su una sola unghia (solitamente l’anulare).
– Ricordate sempre che la manicure deve migliorare l’aspetto delle mani della cliente, esaltandone i pregi e mascherandone i difetti, quindi fate molta attenzione alla forma e alla lunghezza delle unghie, che devono sempre essere accuratamente studiate e abbinate alla nail art scelta.

In generale e se possibile, orientatevi su una lunghezza media; in caso di unghie molto corte, proponete decorazioni in grado di slanciarle, come tutte quelle che si sviluppano in verticale mentre, per quanto riguarda i colori, sono perfette tutte le tonalità nude e le nuance più scure.

– Oltre alle tecniche di decorazione con il colore si possono sfruttare anche l’applicazione di particolari effetti (topcoat matte, foil, shimmer o glitter) o accessori;

non limitatevi però ai soliti strass e rifornitevi anche di deco originali, come piccole borchie di varie forme (rotonde, quadrate, triangolari, a goccia), “chicchi di riso”, perline, scaglie di madreperla e tutto ciò che la vostra fantasia possa immaginare applicato su un’unghia!

– Dettaglio tecnico:

ricordate che non tutte le nail art possono essere realizzate con qualsiasi prodotto, alcune, ad esempio, possono essere realizzate solo con lo smalto semipermanente o il gel perché necessitano di un tempo di lavorazione più lungo e, quindi, di un prodotto che non asciughi all’aria.

– Non dimenticate che, se la cliente richiede manicure e pedicure, i due colori devono essere abbinati.

Oltre a rispettare la classica regola che vuole colore più chiaro sulle mani e più scuro sui piedi, io vi suggerisco anche di sperimentare abbinamenti più “insoliti”; quelli che io amo di più sono mani rosa pastello/piedi rosso corallo e mani bianche/piedi oro o argento.

NUOVE TENDENZE AUTUNNO/INVERNO 2018/2019

Le collezioni colore punteranno sulle tonalità neutre della natura, dal marrone della terra, al verde oliva delle foglie autunnali, passando per il blu intenso e profondo del mare d’inverno e il rosso magenta delle bacche di bosco. Le nail art saranno ispirate alle forme sinuose e irregolari e alle texture materiche e “ruvide” degli elementi naturali e dei tessuti invernali, quindi via libera a pennellate e schizzi di colori a contrasto, effetti “geode”, marble e granito.

a cura di Michela Molinari, Ladybird House Nail Trainer

Scopri tutte le novità

MabellaEdizioni