La storia della cosmetica naturale

La storia della cosmetica naturale

Di Maurizio Gallinaro

La continua ricerca scientifica e lo sviluppo delle ultime tecnologie consentono all’industria cosmetica moderna di proporre sul mercato prodotti estremamente efficaci e a basso impatto ambientale, per un approccio etico alla bellezza e alla cura del corpo.

La cosmetica è in realtà antica quanto l’uomo, fin dalla preistoria uomini e donne hanno cercato soluzioni per adornare il proprio corpo. Nel corso dei secoli, sono state diverse le motivazioni che hanno spinto l’umanità alla cura di sé: dalla protezione dall’ambiente esterno alla mimetizzazione, dalle tecniche rituali alla pura vanità. Già in epoca preistorica i nostri antenati usavano decorare la propria pelle per apparire più sani e belli, ma anche per avvicinarsi ad un punto di congiunzione con le divinità. I primi cosmetici erano realizzati con prodotti naturali: olii, resine, estratti di fiori e foglie riunivano l’essere umano all’armonia del cosmo.

Ancora oggi, a distanza di secoli, è la natura a offrici le soluzioni per prenderci cura del nostro aspetto e migliorare la salute della nostra pelle, in modo sicuro e sostenibile per il pianeta. La ricerca scientifica e le tecnologie più all’avanguardia a disposizione dell’industria cosmetica moderna ci consentono oggi di scegliere prodotti a basso impatto ambientale, e al contempo efficaci, per un approccio etico alla bellezza e alla cura del corpo. Una tendenza che da anni sta radicalmente trasformando il mercato, e che ha caratterizzato le proposte e i lanci di prodotto delle ultime edizioni di Cosmoprof Worldwide Bologna.

Leggi anche l’articolo Cosmoprof Worldwide Bologna posticipa la prossima edizione a settembre 2021

le proposte delle aziende espositrici di Cosmoprof Worldwide Bologna

DAVINES GROUP

Davines Group è una società a conduzione familiare, nata in Italia nel 1983 e oggi presente in 90 Paesi nel mondo, specializzata in prodotti professionali per la cura di pelle e capelli, rispettivamente con i marchi [ comfort zone ] e Davines. Dal 2016 l’azienda è diventata una B Corp, e dal 2019 è una Società Benefit. All’interno dello statuto, è ribadito chiaramente l’impegno ad operare non solo per il profitto, ma anche per il bene del pianeta e della comunità. La sostenibilità è diventata obiettivo al 95% dei dirigenti, e lo staff opera nel volontariato a livello globale con 1.248 ore di attività. Dal 2018 l’azienda è carbon neutral: controlla, riduce e compensa il 100% delle emissioni di CO2eq delle attività del Gruppo.

OWAY

Oway da oltre 10 anni coltiva nella sua tenuta Ortofficina, sui colli di Bologna, piante ed erbe officinali con metodo biodinamico, per ottenere oli essenziali, idrolati ed estratti puri, che diventano i principi attivi dei trattamenti Oway, certificati biodinamici. Sono certificati anche i produttori che condividono la stessa attenzione per la sostenibilità, diffondendo un’agricoltura sana e circolare. Agricosmetica confeziona dal 2013 le formule Oway solo in vetro e alluminio, 100% riciclabili all’infinito, senza plastica e imballi superflui. Il loro obbiettivo è eco-progettare e produrre in una carbon neutral company prodotti concentrati e ricchi di principi attivi, da utilizzare senza sprechi e nelle giuste dosi. Agricosmetica è un modo di pensare, uno stile di vita, una scelta consapevole.

ANNABELLE MINERALS COSMETICS

Presente da anni all’interno del padiglione 21N, storicamente l’area più eco-friendly di Cosmoprof, l’azienda polacca di make-up Annabelle Minerals Cosmetics utilizza ingredienti e minerali naturali per portare alla luce la bellezza naturale di ciascun individuo. Recentemente, il brand ha dedicato la sua attenzione alla ricerca di nuove soluzioni di packaging, cercando valide alternative alla plastica. Dopo aver testato diversi materiali, l’azienda ha riscoperto l’elemento più riutilizzabile, riciclabile e degradabile, a disposizione dell’umanità da millenni: la carta. Gli imballi per la nuova collezione sostenibile sono in carta non colorata e non patinata: una scelta per il bene del pianeta, senza dimenticare la qualità e la sicurezza del prodotto