Stop tatuaggi: nuove sensazioni di libertà

20 maggio 2018

Tatuaggi. L’irresistibile ambivalenza di imprimere sulla nostra pelle un momento speciale e la negazione dello stesso quando quella sensazione se ne è andata.

Il tatuaggio può essere una risposta al bisogno di appartenere a qualcuno ma anche di differenziarsi da qualcosa che non ci appartiene. Ci sono momenti nella vita così importanti che alcune persone sentono il desiderio di imprimerli su se stessi, fermando il tempo. I dati parlano di quasi 7 milioni di tatuati italiani.

Ma contemporaneamente sembra esserci una controtendenza al tatuaggio. A intervenire sulla scelta di rimuoverlo, è la voglia di cancellare momenti non più significativi, ma anche la moda. E come tutte le mode tende a scemare. I pentimenti sono vari: dimensioni, colori, iniziali di persone che non ci appartengono più. Ne sanno qualcosa anche i VIP.

Secondo i dati dell’istituto superiore di sanità, il 76% di coloro che vogliono rimuovere o sostituire un tatuaggio si rivolge a dei centri specializzati. Cancellare un tatuaggio oggi è possibile non solo dal punto di vista psicologico, ma diventa realizzabile anche grazie alla tecnologia laser a picosecondi, consentendo tempi di guarigione più brevi e una riduzione del dolore più evidente.

Inkvisible, la divisione di laser medicali, messa a disposizione da Beauty Experience, rimuove i tatuaggi attraverso un trattamento rapido, sicuro e indolore. I risultati sono tangibili anche in una sola seduta. Le sedute sono condotte da personale medico qualificato all’interno di strutture medicali specializzate.

La tecnologia Enlighten di Cutera a Pico e Nano secondi è in grado di rimuovere in totale sicurezza tatuaggi di tutti i colori e dimensioni. La nuova soluzione non termica per il trattamento di problematiche estetiche di pigmentazione e macchie cutanee ha la capacità di emettere due tipi di lunghezze d’onda e di passare dall’una all’altra in base al tipo di trattamento.

Ciò consente quindi di poter lavorare su pigmenti e lesioni cutanee differenti, rimodellando la matrice extracellulare senza creare danno termico diversamente dagli altri laser in commercio, riducendo quindi il grado di infiammazione durante e dopo la procedura. Inoltre questo trattamento non lascia cicatrici. Inkvisible, un nuovo modo per rimuovere tutto ciò che non è più gradito, in tutta sicurezza e senza dolore, lasciando al paziente una nuova sensazione di libertà.

www.inkvisible.it

a cura di Camilla Barni

Scopri tutte le novità

MabellaEdizioni