Una buona manicure parte da un’accurata analisi

12 aprile 2018

“Le mani sono il primo passaggio di molte cose spesso inosservate, ma di grande valore: la stretta di mano, simbolo di conoscenza. Il tendere la mano, sinonimo di aiuto. Una carezza, la dimostrazione di affetto. Tenersi per mano, la paura di perdersi. Battere le mani, simbolo di approvazione…” (Silvia Nelli)
Mani curate, belle nella forma e nel colore sono da sempre sinonimo di femminilità ed eleganza. Viviamo in una società dove il tempo è diventato onnipotente e tiranno e dove l’esigenza di dedicarsi momenti di piacere e benessere è diventata un bene dal sapore unico e prezioso.

Il trattamento della manicure è ancora uno di quelli più in voga e richiesti e contrariamente a ciò che si pensa, non riveste solo l’ambito femminile. Alle spalle, infatti, c’è una lunga storia fatta di culture diverse e momenti storici importanti. Già nella Mesopotamia circolavano immagini e prodotti (vernici) per le unghie. Nell’antico Egitto l’usanza del rosso sulle unghie delle donne era indice di bellezza assoluta, mentre i regali cinesi avevano l’abitudine di dipingere le proprie unghie e di ornarle con pietre preziose ed elementi decorativi proprio per distinguersi dal resto del popolo.

Se facessimo un veloce balzo in avanti percorrendo l’età contemporanea attraverso i momenti più salienti che l’hanno caratterizzata, vedremmo come l’arte della manicure si sia sviluppata in maniera prepotente anche attraverso la produzione di nuovi prodotti.

Prima di applicare un qualsiasi prodotto è bene comprendere le esigenze della cliente in modo da offrire un servizio ad hoc e tagliato su misura. Per questo è importante analizzare forma e stato di salute delle unghie. Spesso, infatti, ci troviamo di fronte a richieste bizzarre e variegate.

Unghie dalla forma quadrata perché di “moda” ma che in realtà non si adattano alla mano; french manicure quando il letto ungueale risulta corto, danneggiato o irregolare oppure manca di bellezza; unghie dalle forme estreme solo per apparire o unghie riccamente decorate quando l’età o la moda non lo consentono più.

Il mio consiglio, perciò, è quello di realizzare delle schede di consulenza e check-up personalizzate così da potervi coadiuvare nello svolgere un  e di qualità, coerente con i vostri principi e la filosofia del vostro centro. È risaputo che le donne di oggi si documentano, leggono blog e riviste, curiosano sul web. Gli articoli che si trovano su internet giocano un ruolo importante e spesso creano perplessità, dubbi e confusione.

Dobbiamo sfatare i falsi miti come le unghie che non respirano o come la ricostruzione fa male. Siamo noi le professioniste del settore e solo noi abbiamo le giuste competenze e le capacità per educare o rieducare le nostre clienti. Formazione, nuove tecniche e i nuovi prodotti costituiscono un supporto di conoscenze da sfoggiare in
ogni situazione e da arricchire con un tocco di personalità.

Nell’ambito della bellezza si parla sempre di più di esperienze che rendono unici certi momenti. Anche un semplice trattamento di manicure può racchiudere emozioni. Attraverso l’utilizzo di sali e oli essenziali possiamo realizzare un protocollo di lavoro personalizzato, che ci distingue. La scelta dei prodotti in tal senso, diventa determinante.

Realizzare un rituale di bellezza, un’esperienza sensoriale fatta di profumi e tocchi magici può rendere il nostro centro Nail un punto di riferimento rivolto a chi ricerca e desidera qualcosa di unico. Ma le clienti non chiedono solo servizi di semplice manicure. L’esigenza di avere unghie curate e resistenti, adatte a ogni situazione e occasione sposta l’interesse verso servizi più complessi. Nasce la necessità di specializzarsi a 360 gradi.

Possiamo offrire servizi che aiutano a rinforzare le unghie attraverso l’uso di smalti che contengono complessi multivitaminici; servizi veloci di nail polish che durano più di dieci giorni; servizi di soak off adatti alla maggior parte delle donne e che permettono di avere unghie perfette e colorate per più di tre settimane. Diversamente possiamo dare un servizio di ricostruzione unghie per chi soffre di onicofagia o semplicemente per chi vuole sfoggiare forme e lunghezze estreme.

Nell’ultimo anno abbiamo assistito a una vera e propria rivoluzione dei materiali. Il sistema di nail extension continua ad essere sempre lo stesso, tips o formina, ma quello che fa la differenza è il prodotto: né gel, né acrilico, ma Polygel. Termine che contraddistingue una categoria di materiale “ibrido”, realizzato da una perfetta combinazione tra i due sistemi.

Leggerezza e velocità sono nuovamente le parole chiave per questo 2018. Sfoggiare unghie alla moda, colorate, dall’aspetto estremamente naturale per forma e lunghezza, dalla sensazione unica e inconfondibile, sono tutti elementi che le clienti ricercano e desiderano avere sulle proprie unghie. L’industria nail ha saputo leggere queste esigenze con un’offerta variegata di prodotti e servizi mirati a rendere ogni donna unica e bella.

A cura di Eleonora Bortoletto – ABOUTLUXE Education Manager & Master Educator Nail Harmony

MabellaEdizioni