Un salone bello, pulito, ordinato

29 marzo 2018

L’ispirazione per l’argomento di cui sto per parlare mi è arrivata qualche sera fa, mentre ero in casa mia, seduta sul divano che guardavo le Iene. Forse molti di voi hanno visto il servizio a cui mi sto riferendo: era un reportage sulle condizioni igieniche dei centri estetici, in particolare, dei nail center.

Ciò che è emerso dalle immagini e dai dati raccolti farebbe passare a chiunque la voglia di recarsi in un salone e affidare le proprie mani a queste persone. Le attrezzature, gli spazi, i prodotti e le strumentazioni erano evidentemente sporche e, soprattutto, non venivano igienizzate nè conservate correttamente.

Il pericolo di contaminazione per i clienti che vengono in contatto con questi strumenti è stato dimostrato da analisi di laboratorio che hanno evidenziato la presenza di una enorme quantità di batteri, anche abbastanza pericolosi.

Se si pensa che, spesso, quando si effettua una manicure, possono verificarsi piccole abrasioni e lievi ferite a livello cutaneo, che permettono quindi a questi batteri di entrare in contatto con il sangue, si capisce subito quanto sia pericoloso ricevere un trattamento estetico in un ambiente non adeguato dal punto di vista igienico.

Senza contare che la maggior parte dei clienti oggi è sempre più attenta ed esigente quando si tratta di prendersi cura del proprio corpo e, nella scelta del salone a cui affidarsi, prende in esame anche altre varianti, oltre alla qualità dei prodotti e del servizio, come, appunto, la pulizia, l’igiene, l’aspetto del centro, l’accoglienza, la professionalità e la precisione del personale.

Il mio consiglio quindi è quello di fare un’analisio biettiva e approfondita delle condizioni del vostro salone e, nel caso in cui doveste riscontrare delle lacune, correre subito ai ripari. Inoltre è indispensabile stabilire delle regole di pulizia e igiene ben chiare, comunicarle a tutto il personale del centro e, soprattutto, farle rispettare.

Chi crede che questo tipo di gestione scrupolosa non sia remunerativo perché comporta costi più alti (acquisto ed utilizzo frequente di prodotti ed attrezzature per l’igienizzazione, utilizzo di materiali monouso, spese di pulizia ecc.) non calcola la perdita di clienti che causa un centro in cattive condizioni e, invece, l’ottima pubblicità positiva che rappresenta un salone bello, pulito e ordinato.

Inoltre, se il fiore all’occhiello del vostro salone sono la pulizia e l’igiene, fatelo notare alle vostre clienti e spiegate loro in che modo vi prendete cura della loro salute, specificando quali strumenti utilizzate, come li pulite e conservate: non solo apprezzeranno la vostra attenzione ma saranno benfelici di pagare qualsiasi cifra se significa avere la garanzia di un trattamento sicuro e corretto.
Buon lavoro a tutte!
Libera

Libera Ciccomascolo
Nel 1992 fonda insieme a Cinzia Ciccomascolo Ladybird house srl, distributore esclusivo dei principali marchi internazionali quali CND, ORLY, Ibd e EzFlow. Dal 1998 inizia a collaborare come opinionista per le principali riviste di settore e scrive rubriche dedicate alla bellezza; a partire dal 2004 lavora nel mondo della moda al fi anco di grandi nomi della Milano Fashion Week e nel 2010 fonda Uninail, l’Associazione dei produttori, distributori e degli operatori professionali del settore onicotecnico. Esuberante e poliedrica, dal 2014 approda anche in televisione su Rete4, La5 e su LA7d. Continua ad essere un’importante fi gura di riferimento per i professionisti delle unghie, formando ed innovando in un settore in forte crescita.
Ladybird house srl - T +39 059 284163 - www.ladybirdhouse.it