Trifoglio rosso, una pianta officinale per pelli mature

19 gennaio 2015

Questa pianta officinale, già utilizzata all’epoca dei Greci, ha un potente effetto antiossidante e rigenerante, è ideale per le pelli mature poiché agisce sul turgore cutaneo, sull’aumento del Collagene e dell’Acido Ialuronico, e ha un’azione preventiva sulla pelle.

di Roberta Rizzoli

di Roberta Rizzoli

Ce lo dimostra la natura. Di notte la rugiada si posa sui prati, sui fiori e sulle foglie, facendoli brillare ai primi raggi di sole. Fresca come la rugiada, rinnovata, distesa e rigenerata dopo un sonno salutare può esserlo anche la pelle del viso, se la sosteniamo con un trattamento stimolante, che le permetta di respirare liberamente. Olii e cere disturbano, perché possono ostacolare il ricambio di aria. La pelle, infatti, è attiva durante il sonno, e se di giorno, momento in cui è maggiormente esposta agli agenti esterni, ha bisogno di essere nutrita e rinforzata con l’aiuto di cere e di olii, durante la notte, al contrario, non necessita di alcuna protezione; piuttosto, deve poter respirare libera da ostacoli, perché mentre dormiamo la pelle lavora a pieno ritmo. Durante il sonno le cellule si dividono, i residui metabolici vengono secreti e la pelle si rigenera. Per questo è importante sostenere i suoi processi notturni con essenze vegetali stimolanti e strutturanti, come quelle a base di Trifoglio rosso, che potranno essere accolti in modo semplice e completo, regalando al mattino un incarnato fresco e radioso.

Per infondere alla pelle un ulteriore impulso trattante mirato, è bene che il rituale di bellezza venga completato con l’applicazione di uno o più prodotti ad azione intensiva specifica – riequilibrante, normalizzante o armonizzante. Inoltre per regalarle una piccola pausa di benessere, dopo la detersione profonda, l’esposizione al bagno di vapore è ideale per preparare la pelle a ricevere il beneficio delle maschere (specifiche per ogni esigenza). Questi trattamenti sono utili sempre, a maggior ragione per la pelle matura, la cui elasticità e tonicità si sono affievolite e pertanto può essere soggetta a disequilibri e a una progressiva secchezza.

Non possiamo portare indietro il tempo, ma possiamo sostenere la vitalità della pelle e stimolarla a preservare la propria idratazione e a rassodarsi. La pelle matura ha esigenze diverse rispetto alla pelle giovane e la sua idratazione è un aspetto fondamentale di cui è necessario tenere conto. Per esempio con formulazioni a base di estratti di piante officinali selezionate – di semi di Cotogna, ricchi di acqua, e di Bryophyllum, pianta estremamente vitale, combinati a Equiseto, che grazie al suo elevato contenuto di Silice aiuta a sostenere il tessuto connettivo promuovendone la tonicità. E non in ultimo con il Trifoglio rosso, per trasmettere alla pelle un prezioso impulso rigenerante.

Il Trifoglio rosso (Trifolium pratense) è una pianta officinale che si caratterizza per l’estrema vitalità e per le sue virtù rigeneranti. È un’erba perenne molto comune e diffusissima nei prati e ai margini dei boschi. Particolarmente ricco di Isoflavoni – sostanze conosciute come Fitoestrogenti per la loro somiglianza con gli estrogeni umani, il Trifoglio rosso aiuta a contrastare i segni prematuri dell’invecchiamento cutaneo. È una pianta ricca di proprietà benefiche e curative, utilizzata già nell’antichità. Il Trifoglio rosso contiene preziose sostanze nutritive (tra cui Calcio, Cromo, Magnesio, Fosforo, Potassio, Silicio, Tiamina e le vitamine A, B-12, E, K e C) e i minerali necessari per le ghiandole del nostro corpo. Aiuta ad alleviare i disturbi legati al climaterio e grazie al suo contenuto di vitamina C svolge un’intensa azione antiossidante, dunque è ottimo contro i radicali liberi. Una curiosità: il miele di questo fiore è conosciuto come rimedio casalingo per offrire energia e vitalità ai processi cutanei e per le sue virtù rigeneranti sulla pelle.

Vivificare la pelle di sera per essere belle di giorno

Il segreto per vivificare la pelle? Bisogna aiutarla a lavorar bene di notte. Per questo, dopo la detersione e la tonificazione, è necessario proseguire con trattamenti ad hoc per stimolare la vitalità e favorire la rigenerazione dell’epidermide in modo naturale. Sono pertanto determinanti i prodotti che si scelgono, ad esempio i sieri o le composizioni ponderate a base di piante officinali: da preferire assolutamente quelli a base acquosa poiché permettono alla pelle di respirare e nello stesso tempo ne vivificano le forze intrinseche. Se il trattamento della mattina ha come obiettivo quello di detergere la pelle, quello della sera è indispensabile per vivificare le sue forze intrinseche.

MabellaEdizioni