Tempo di osare

21 novembre 2017

Il periodo delle feste è notoriamente un momento speciale dell’anno, per questo anche il make-up, che tende a diventare più scuro e tenebroso nel periodo invernale, subisce un’improvvisa virata verso tonalità accese e cangianti

Si osa di più, si splende di più e il desiderio di farsi un regalo spesso si trasforma nella sessione di make-up più esclusiva, dedicata al cenone della Vigilia o alla notte di San Silvestro.

Sebbene le labbra rosse, dal carminio allo scarlatto passando per tutte le diverse variazioni di tonalità, restino un evergreen per molte donne, sono però soprattutto gli occhi a catalizzare l’attenzione in questo periodo di iridescenze dorate.

Il motivo è molto semplice, se ben eseguito, il make- up occhi resiste alle serate di danze più sfrenate e alle cene luculliane, dove invece il rossetto, per quanto a lunga tenuta, necessita di una manutenzione maggiore.

Le tendenze: occhi in primo piano

Quali sono le tonalità più in voga? Certamente quelle provenienti da una palette vagamente anni ’70, come il viola melanzana perlato, perfetto per risaltare gli occhi nocciola o verdi. Il blu oltremare rappresenta un’interessante variazione per smokey d’effetto dai riflessi argentei.

Eccellente per risaltare le iridi fredde, grigie o blu. Il verde sta vivendo un insolito ritorno nei look invernali. Potrebbe rappresentare infatti il perfetto complemento di un make-up intenso e sbarazzino al tempo stesso. Nelle sue varianti di colore infatti, può adattarsi alla maggioranza delle iridi, essere delicato o intenso a seconda che si scelga una tonalità salvia più neutra, oppure un intenso verde bottiglia. Perfetto per citare i colori delle festività senza scadere nel banale.

La tendenza è sempre più “puro-colore” utilizzare quindi lo stesso colore in gradazioni di tonalità differenti per conferire all’occhio la giusta intensità senza appesantire lo sguardo e senza creare stacchi di colore netto. Se si opta invece per tonalità a contrasto, meglio giocare sul “layering” di texture differenti utilizzando una mescolanza di colorazioni opache e piatte, con tinte iridescenti e brillanti.

Gli occhi saranno i catalizzatori di tutte le attenzioni. E poi mascara, mascara, mascara meglio se effettociglia- finte, per intensificare lo sguardo e renderlo magnetico.

Luce diffusa

Bronzo, oro e madreperla sono infine le tonalità che non possono proprio mancare, meglio se “allover” stick o matitoni, prodotti passepartout che si applicano su viso, occhi e labbra indistintamente, regalando bagliori metallici all’intero look.

La semplicità di utilizzo e la praticità hanno reso questi prodotti assolutamente indispensabili nel make-up di ogni giorno. Via libera all’applicazione manuale, per scaldare gli stick cerosi con i polpastrelli, e rivelare le iridescenze in modo naturale.

Ma per un look più sofisticato, lo “strobing”, la nuova tecnica che sta prevalendo sul noto contouring, sarà irrinunciabile durante queste feste.

Come molte delle ultime tendenze in fatto di cosmesi e bellezza, anche lo strobing arriva direttamente dall’estremo oriente: le ragazze Giapponesi e Coreane infatti, fanno uso già da anni di tecniche simili per enfatizzare l’aspetto naturalmente “lunare” della loro pelle.

Come il contouring, anche lo strobing, sotto diversi nomi, è una tecnica ben nota agli addetti ai lavori. Dove l’utilizzo di polveri opache e neutre, nel contouring, serviva a sfinare il viso per metterne in risalto naturalmente i punti chiave; nello strobing, si raggiunge il medesimo effetto utilizzando però prodotti illuminanti, iridescenti in polvere o in crema.

La tecnica fa uso dell’illuminante per dare volume e risalto ai punti salienti del viso in modo naturale ed estremamente elegante: al centro della fronte, per conferirle maggiore dimensionalità; sul ponte del naso, per sfinarlo e farlo apparire più simmetrico; sull’arco di cupido, per volumizzare le labbra; nell’arcata sopraccigliare, per dare risalto alle sopracciglia e aprire lo sguardo; nell’angolo interno dell’occhio, per minimizzare difetti e stanchezza; sugli zigomi, per dare maggior risalto alla struttura del viso; sul mento, per accentuarlo e portare attenzione sulle labbra.

Da ricordarsi però, che per un look sofisticato e naturale, strobing e contouring non possono coesistere. Non è necessario infatti lavorare su entrambi i fronti per ridimensionare la struttura del viso: quando si utilizzano polveri per il contouring, le zone lasciate “scoperte” verranno naturalmente enfatizzate, e viceversa per lo strobing. La dimensionalità è tutto.

In alto le sopracciglia

Un trucco occhi non può dirsi completo senza la giusta attenzione alle sopracciglia. Quale cornice del viso, le sopracciglia vivono oggi un momento di estrema attenzione.

L’intervento sulle sopracciglia, per ottenere un risultato naturale, moderno e sofisticato, richiede di mantenere la struttura di base apportando leggere ma essenziali modifiche.

Procedendo all’epilazione è importante non sottovalutare l’utilizzo di metodologie non invasive sul tessuto cutaneo del contorno occhi, particolarmente sottile e fragile. Il sistema più efficace in tal senso resta il filo arabo: ben più veloce della pinzetta ed efficace anche sulla lanugine che ricopre fronte e palpebra. E eliminando questa sfumatura le sopracciglia assumono immediatamente più definizione e volume!

L’epilazione dev’essere svolta a seguito di un attento studio morfologico, sul viso e sulle sopracciglia, al fine di definirne forma e dimensione con rigore scientifico. Il risultato sarà naturale e apporterà al contempo un cambio radicale nello sguardo della cliente.

Sopracciglia piene, folte e definite controbilanciano perfettamente anche il make-up occhi più intenso, ringiovanendo il viso e completando il look in modo discreto e al tempo stesso essenziale. Riempirle con una matita, di un colore simile a quello del pelo e dei capelli, è sicuramente il metodo più semplice ed immediato.

Seguendo la forma naturale del sopracciglio, e la direzione del pelo, si procede con leggeri tratti per riempire eventuali buchi e regolare le asimmetrie. Se si desidera invece un risultato più leggero, ma al tempo stesso volumizzante, l’utilizzo di una polvere da applicare con l’apposito pennellino è più consigliato. Alcuni grandi classici quindi, come oro e bronzo, rivisitati però in chiave attuale e moderna.

Texture metalliche e accostamenti inediti, per entrare immediatamente nell’atmosfera delle feste con smokey eyes luminosissimi. Tutta l’attenzione sugli occhi, per avere tutti gli occhi addosso.

L’esperto risponde a redazione@mabellaedizioni.it

A cura di Benedetta Burchiellaro – International training manager Sumita Cosmetics

MabellaEdizioni