You are currently viewing Tempo di benessere, tempo di SPA

Tempo di benessere, tempo di SPA

di Alberto Massirone

L’acqua, in tutte le sue declinazioni, è da sempre il primo alleato di bellezza per una perfetta remise en forme

Regalarsi del tempo di bellezza che unisca tutti i benefici delle acque termali e dell’estetica non è solo una moda, ma un vero e proprio momento di cura, per anima e corpo. L’acqua, elemento fondamentale per il nostro organismo ma anche per moltissime attività motorie e riabilitative, in modalità termale diventa il sinonimo di benessere e bellezza per eccellenza.

Da sempre il miglior atto cosmetico: l’acqua svolge un ruolo importante per la cute, anzitutto per la sua elasticità ed estensibilità. Condizioni di basso contenuto idrico determinano una cheratina più fragile e distorta, l’attrito tra pelle e altre superfici facilitando la comparsa di ragadi e irritazioni e favorendo un ambiente ideale per aggressioni batteriche, virali ed esterne.

Le beauty SPA, quindi, non si confermano solo essere luoghi anti-stress ma veri e proprie oasi del benessere e dell’armonia corporea. Tutte le acque termali, hanno un importante effetto antiossidante e antiage: combattono gli stati infiammatori, come quelle bicarbonate, migliorano l’attività delle vie respiratorie e donano un immediato relax generale. Da questo si comprende quanto il garantire al nostro corpo, e alla nostra pelle, un’adeguata idratazione permetta di ottenere il massimo dai nostri trattamenti anti-age, anti-cellulite, dimagranti, ecc…, insieme agli altri accorgimenti che quotidianamente mettiamo in pratica, in un mix perfetto di cura di sé.

Un lavoro sinergico e a tutto tondo che si compone di trattamenti estetici quanto medici estetici. Se, quando si parla di trattamenti estetici, i massaggi linfodrenanti e gli scrub per rinnovare la pelle la fanno da padrone per preparare il corpo ad un rilassamento e recupero totale, nella medicina estetica, invece, un trattamento e protocollo terapeutico antiage o anti-cellulite è ideale per prevenire e curare l’inestetismo stesso.