Talento tedesco per la Revivre Milano. Ruben Schott alla corte di Andrea Giani

12 maggio 2017

Arriva dalla Germania il primo schiacciatore-ricevitore della Powervolley Revivre Milano 2017/18. Dai neo campioni tedeschi del Berlin Recycling Volley vestirà la maglia della Revivre Milano per la prossima stagione il talento Ruben Schott.

Roben Schott è uno schiacciatore-ricevitore di 192 cm nato Berlino l’8 luglio 1994. La sua carriera sportiva non si allontana mai dalla sua città natale: nel 2002 inizia nella piccola società del SV Berlino per poi spostarsi nella più storica Berlino TSC, una polisportiva nata negli anni ‘60 e molto attiva nel settore giovanile. Nel 2008 Roben arriva nella più blasonata società della capitale tedesca, l’SCC Berlino (ora Berlin Recycling Volley) con cui vince nel 2009 il Campionato di Germania U18. Nel 2010 passa per 3 anni al VC Olympia Berlino, il centro federale (in Italia è rappresentato dal Club Italia) che fa crescere i giovani talenti tedeschi e viene inserito nella squadra nazionale Juniores. Nel gennaio del 2013 ritorna al Berlin Recycling Volley nella formazione che affronta la Bundeslinga e con essa conquista il suo primo titolo di Germania. Nella stagione 2013/14 si ripete vincendo lo nuovamente scudetto. L’anno successivo viene ceduto in prestito per un anno al CV Mitteldeutschland, società della Sassonia-Anhalt che milita sempre nella Bundesliga, (suo unico anno giocato lontano da Berlino). Nel 2015 fa ritorno nella capitale e sempre con il Berlin Recycling Volley, nelle ultime due stagioni, vince altri 2 titoli di Germania (2016 e 2017), una Coppa di Germania (2016) ed una Coppa CEV (2016), oltre ad aver raggiunto nel 2017 la Final Four di Champions League giocata a Roma.

E’ la stagione appena conclusa che ha regalato le maggiori soddisfazioni al giovane schiacciatore della Revivre Milano. Chiamato in causa per sostituire l’infortunato compagno di squadra Marshall a metà stagione, Ruben non ha più lasciato il campo da gioco conquistando la fiducia del tecnico italiano Roberto Serniotti. Nelle undici gare che ha giocato ha totalizzato 83 punti, ma è la crescita che ha avuto di gara in gara che ha più colpito gli addetti ai lavori e in questo caso anche la dirigenza meneghina. E’ stato nominato per 5 volte MVP, tra cui nella Supercoppa di Germania (persa contro il VfB Friedrichshafen) e nella decisiva gara 3 di finale dei Play Off sempre contro il VfB Friedrichshafen.

Ora il talento tedesco ha iniziato a lavorare con la nazionale maggiore del suo paese, preparandosi per un’estate che vivrà da protagonista, in attesa successivamente di vederlo all’opera con la maglia della Revivre Milano nella prossima stagione.


LE DICHIARAZIONI

Ruben Schott (Schiacciatore Powervolley Revivre Milano): Sarà la mia prima stagione fuori dalla Germania e non potevo essere più felice per questa opportunità di venire a giocare a Milano e in Italia. Ho sempre sognato di giocare in uno dei campionati migliori in Europa e darò il massimo la prossima stagione per ripagare questa fiducia della Società e di coach Andrea Giani nei miei confronti. Cercherò di migliorare il mio livello e la mia tecnica, di fare un salto di qualità sperando che questo possa dare una mano alla squadra a conquistare gli obiettivi che vorremo raggiungere. La mia ultima stagione a Berlino credo sia stata la migliore per me e per la società. Nonostante abbiamo perso in finale la Supercoppa e la Coppa di Germania, abbiamo trovato le motivazioni giuste per conquistare il Campionato, il più grande risultato dell’anno, e raggiungere la Final Four di Champions League. L’anno prossimo a Milano avrò la possibilità di essere allenato da un grande della pallavolo italiana, Andrea Giani. Come allenatore non lo conosco ancora perfettamente ma conosco il suo passato di grande campione e i risultati che ha ottenuto come tecnico. Sono veramente contento e sicuramente potrà darmi una mano con la sua esperienza per farmi crescere ancora di più come giocatore. Ho un giocatore, compagno di nazionale, a cui mi piace paragonarmi ed è Denis Kaliberda. Lo conosco molto bene e per me è un grande giocatore, forte in attacco e ottimo in ricezione: spero di diventare completo come lui”.

Andrea Giani (Allenatore Powervolley Revivre Milano): “Ruben è un ragazzo con ottimo potenziale sia tecnico che fisico. Da metà stagione circa ha sfruttato l’occasione di giocare per sostituire un compagno infortunato e da quel momento non ha più lasciato il campo. Ha avuto una grande progressione nelle sue prestazioni in partite di livello, affrontando senza paura sia le gare di Champions League, dove è arrivato alla Final Four di Roma, che nel campionato tedesco poi vinto nella decisiva Gara 3. E’ un atleta molto interessante dotato di una buonissima struttura tecnica in ricezione. E’ un attaccante di palla veloce, grande saltatore ed esplosivo, ed anche in difesa fa vedere delle ottime cose. Per lui la prossima stagione sarà la prima fuori dalla Germania e non sarà semplice ambientarsi in una nuova città e cimentarsi con la SuperLega. Il mio compito, quello di tutto lo staff e dei suoi futuri compagni di squadra sarà quello di farlo adattare più velocemente possibile al nuovo ambiente, allenandolo al meglio per fargli raggiungere obiettivi alti che lui può sicuramente ottenere. Sono molto contento di questo arrivo, è un bravissimo ragazzo ed il pubblico di Milano lo saprà apprezzare sicuramente”.

 

www.powervolleymilano.it

a cura di Rosanna Bassi

MabellaEdizioni