Suitcase non attitude? Ecco 4 semplici regole per una valigia “quasi” perfetta

29 giugno 2017

Le vacanze si avvicinano e mentre sognate il relax su spiagge o montagne per alcuni subentra una fase di stress: preparare la valigia.

Si potrebbe dire che per certe persone preparare la valigia sia una vera attitudine: queste ultime infatti, sono quelle che, se debbono prendere l’aereo, non superano mai il peso massimo consentito, sanno esattamente quali vestiti e accessori portare poiché hanno già calcolato, in base ai giorni di vacanza, quanti e quali abbinamenti fare. Ma lo stesso fanno anche se il loro viaggio è in treno o in auto. Evitano il superfluo e nella valigia lasciano sempre uno spazio per portare a casa qualche ricordo della vacanza.

Poi ci sono i “suitcase NON-attitude”, cioè coloro che non riescono ad organizzare la loro valigia, coloro che mettono sempre dentro qualcosa in più …perché non si sa mai… e poi, inevitabilmente, non utilizzano! Risultato? Un bagaglio inutilmente pesante e disordinato!

Se vi sentite “suitcase NON-attitude”, ecco 4 semplici regole per fare una valigia “quasi perfetta”
  1. Carta e penna: fate una lista

Fare la valigia è come fare la spesa: è importante sapere cosa davvero vi è utile prima di portare qualcosa di superfluo, o per meglio proseguire la metafora della spesa, prima di comprare troppi dolci. Partite da ciò che è indispensabile: se andate al mare il costume se andate in montagna delle comode scarpe da passeggio. A seguire elencate, tutto quello che dovete portare stabilendo una quantità in base ai giorni di permanenza e al clima al quale andrete incontro.

  1. Arrotolare è meglio che piegare

Il metodo Konmari si fonda sui principi di armonia e ordine. La tecnica di arrotolare i vestiti appartenente a questo metodo è anche molto efficace per preparare una valigia in perfetto ordine e sfruttando tutto lo spazio.

  1. Un pizzico di creatività

La creatività non può mancare quando si prepara una valigia: nelle vostre scarpe mettete i calzini o altri oggetti piccoli, utilizzate la cintura per non sgualcire il collo delle camicie, vecchie custodie porta-occhiali possono diventare porta caricatori. Ecco solo qualche esempio.

  1. Trasportare non è indossare

Tutto ciò che indossate non è compreso nel peso della vostra valigia e non occupa posto in essa: se le scarpe sono più ingombranti delle infradito, indossatele per partire.

E adesso tocca a voi!

Buone vacanze in bellezza.

A cura di Marina Beatrice Lombardi

MabellaEdizioni