Spa concept. Acqua e benessere

Spa concept. Acqua e benessere

Quando si pensa ad una SPA o ad una struttura benessere in generale, la si collega subito alla componente che la caratterizza di più in assoluto: ovvero l’acqua, che ne è anche un elemento fondamentale. Ma quante sono le opportunità che l’ambiente acqua offre per lo sviluppo di un centro benessere che utilizza questo elemento come proprio concept esclusivo di riferimento?

L’acqua, si sa, è all’origine della vita e il concetto di acquaticità permette da sempre a qualsiasi individuo di riadattare il proprio organismo ad essere dinamico e a proprio agio nel mondo acquatico. Questa è la base sulla quale nascono e si sviluppano strutture benessere polivalenti che utilizzano il concept acqua come riferimento unico e principale per il benessere dei clienti.

Se prendiamo l’elemento acqua come strumento utile a migliorare lo stile di vita dei propri fruitori, vediamo che questo progetto nasce da un concetto di divertimento e movimento (attraverso discipline come acqua fitness e sport acquatici) e va poi a collegarsi ad un concetto più ampio di prevenzione e mantenimento del buono stato di salute per tutti i propri clienti (con l’inserimento di percorsi e trattamenti benessere diversificati, per esempio, in vasche specifiche con temperature variabili e mirate).

Gli ospiti vengono così seguiti e consigliati da specifiche figure professionali specializzate in terapie “acquatiche”, che operano coordinati tra loro da un Wellness o SPA Manager, per poi essere indirizzati, previo check-up globale, verso percorsi di acquaticità, propriocettività e riattivazione motoria con Personal Trainer, massaggi in acqua e trattamenti mirati con Massaggiatori ed Estetiste, educazione alimentare e terapie localizzate con Medici specialisti ed altri professionisti di riferimento (Fisioterapisti, SPA Therapist, etc.).

È indubbio perciò che il cliente trovi nell’elemento acqua tutte quelle aspettative di risultato relative a forma fisica, circolazione e scambi interni, tono muscolare, pelle, elasticità del connettivo, etc. che gli garantiscono una rimessa in forma ottimale attraverso percorsi e programmi che possono essere ideati per qualsiasi problematica (depurazione, drenaggio, dimagrimento, tonificazione, etc…).

Se prendiamo l’esempio di uno sportivo che deve recuperare lo sforzo fatto dopo un allenamento intensivo, il percorso ideale potrebbe essere quello della balneoterapia (magari “arricchita” con attivi specifici per il rilassamento e il ripristino muscolare). Questo è già di per sé un trattamento molto mirato a livello salutistico, sia perché permette di riequilibrare gli scambi osmotici interni e sia perché, grazie al “peso” che l’acqua esercita sul corpo, permette alla circolazione corporea di dinamizzarsi e portare più velocemente gli attivi in circolo, rendendoli immediatamente disponibili in tutto l’organismo.

Successivamente si può passare ad immersioni in vasche idromassaggio a pressione mirata e localizzata, oppure a percorsi idroterapici con podomassaggio e scambio di acqua calda e fredda, a massaggi manuali in acqua, a docce con getti specifici localizzati, fino ad arrivare all’acqua nella sua “variante” di vapore che diventa importantissima per depurare, purificare e detossinare cute e vie respiratorie.

Terapie e trattamenti in acqua si possono perciò arricchire con altri elementi funzionali (oli essenziali, sali, oligoelementi, etc.) per un’azione ad hoc sull’individuo, come succede nei percorsi e trattamenti di centri termali e/o talassoterapici, oppure come succede nel floating, dove il connubio ottimale fra acqua e sale specifico (in questo caso sale di Epsom, in percentuali del 28-30%) permette di “fluttuare” senza peso attraverso il galleggiamento in deprivazione sensoriale, per un totale e profondo rilassamento di corpo e mente.

Come si vede, l’acqua va oltre le più immediate aspettative di benessere psicofisico ed è l’elemento “trasversale” che meglio consente perfette sinergie strategiche di lavoro sull’individuo. Se proviamo ad incrociare tra loro le molteplici possibilità di trattamenti e prodotti legati all’acqua (e alle sue proprietà) con le varie discipline all’interno di una SPA e ne calcoliamo tutti i percorsi possibili, scopriremo innumerevoli opportunità per proporre offerte mirate al consumatore finale.

Leggi tutti gli articoli di Simone Ciolli

Chiudi il menu