Chi si rivolge al dermopigmentista?

23 marzo 2018

Il dermopigmentista incontra identità molto diverse nello svolgimento del proprio lavoro, in quanto opera nell’ambito di tre diversi settori, a cui appartengono profili psicologici differenti: il trucco permanente, la tricopigmentazione e la dermopigmentazione paramedicale.

Desiderano sottoporsi a un trattamento di trucco permanente tre categorie di persone: donne molto giovani, donne che iniziano ad accusare i segni del tempo e chi ha sofferto o soffre di alcune malattie, tra le quali l’alopecia.

Nel primo caso, si tratta di donne che mirano a migliorare il proprio aspetto estetico, tentando di raggiungere “la perfezione”. Per il dermopigmentista è una bella sfida, poiché in questi casi sbagliare di 1 mm equivale a sbagliare di 1 km, e soddisfare il cliente, che mira inconsciamente alla perfezione, è un bel traguardo da raggiungere.

Negli altri due casi, si tratta di persone che vogliono riappropriarsi delle caratteristiche fisiche alle quali sono abituate, ma che hanno perso. I trattamenti più diffusi variano a seconda dell’età delle clienti. I più diffusi tra le donne che hannotra i 20 e i 30 anni sono il trucco permanente alle sopracciglia e il contorno occhi, mentre dai 50 anni in su il trucco permanente sulle alle labbra.

Nel secondo caso, con l’avanzare dell’età si verifica una devascolarizzazione della mucosa labiale, con un conseguente schiarimento del colore. Spesso, la donna vive questo schiarimento come una diminuzione della propria femminilità e decide di rivolgersi a un dermopigmentista.

L’esecuzione di un buon lavoro, che non consiste in un semplice contorno ma in un riempimento sfumato, può far percepire alla cliente un rinvigorimento delle proprie labbra.

Diverso è il profilo psicologico di chi si sottopone a un trattamento di tricopigmentazione, nell’80% dei casi di sesso maschile. Per un uomo la perdita dei capelli è un “problema” molto sentito, paragonabile alla perdita del seno per una donna.

Molti si rivolgono a un dermopigmentista dopo aver effettuato l’autotrapianto, operazione chirurgica dai risultati limitati, che non risolve completamente la calvizie. Essendo stato già deluso, il cliente è molto scettico e titubante, pone molte domande in fase di consulenza e si fida difficilmente.

Chi invece si sottopone direttamente alla tricopigmentazione, senza aver effettuato in precedenza un autotrapianto, è più docile e molto riconoscente in seguito al trattamento. La tricopigmentazione, nonostante sia poco conosciuta, è molto efficace e consente di risolvere svariate problematiche del cuoio capelluto, quali cicatrici generiche, cicatrici da autotrapianto,
alopecia, diradamenti e calvizie.

Relativamente a quest’ultima problematica, spesso sono proprio i giovanissimi a rivolgersi al dermopigmentista, poiché in molti casi la calvizie si manifesta sin dai 20 anni. La tricopigmentazione consiste in un tatuaggio del cuoio capelluto, effettuato con pigmenti bioriassorbibili, ossia colori che la pelle riassorbe con il passare del tempo.

Per questo motivo è un trattamento reversibile, che il cliente può rivalutare o estendere successivamente, nel caso in cui la calvizie aumenti.

Il terzo settore, il più delicato, è molto ampio. Uno dei trattamenti più richiesti è la ricostruzione dell’areola mammaria e del capezzolo, da parte di donne che si sono sottoposte aun intervento di mastectomia. Sono persone psicologicamente molto deboli e vulnerabili, che si commuovono già guardando la progettazione del loro “nuovo” seno.

Sono donne comprensive, che non mirano alla perfezione estetica, ma che desiderano semplicemente riappropriarsi della propria femminilità. La soddisfazione professionale più grande che può raggiungere un dermopigmentista è data proprio dalle lacrime di gioia commozione di queste donne!

Leggi tutti gli articoli del Maestro Ennio Orsini

Ennio Orsini
A pochi esami dalla laurea in Ingegneria Elettronica, Ennio Orsini lascia l’università per dedicarsi al settore dell’estetica. Lavora come make-up artist per produzioni televisive, teatri, sfilate e dà vita a una sua scuola dimostrando originali capacità di insegnamento. Si appassiona alla body-art, in particolare all’Extreme Make Up: trucco permanente, tatuaggi e piercing. Oggi è uno dei più famosi esperti di Dermopigmentazione in Italia e nel mondo. Insegna Trucco e Dermopigmentazione in scuole private e statali, ed è ideatore di apparecchiature per la Dermopigmentazione e consulente tecnico di industrie del settore. E' titolare della "Orsini & Belfatto", un’Accademia di Formazione oltre che una società impegnata nella vendita di prodotti e attrezzature per la micropigmentazione. E’ l'inventore della Tricopigmentazione® e ideatore di una tecnica innovativa per la realizzazione del sopracciglio realistico maschile e femminile. I suoi 5 libri sono stati tradotti in varie lingue.
Deco Studio - T +39 0864 568436 - www.ennioorsini.com