Safety

14 aprile 2017

La cultura della prevenzione nella salute e nella sicurezza sul lavoro si ottiene con un’adeguata formazione e una corretta informazione. E’ questo l’obiettivo del filo diretto che abbiamo creato con gli esperti della materia. Aspettiamo le vostre domande.

Sono titolare di un centro estetico in provincia di Mantova. Sto pensando, per il periodo estivo, di prendere una ragazza in stage. Devo farle fare qualche tipo di formazione? Non penso di farle maneggiare cere o solventi ma di farmi dare un aiuto generale.

La ragazza, anche se stagista, deve essere formata e questo indipendentemente dal periodo in cui presta la propria attività all’interno del suo centro. Non solo, la formazione deve essere fatta a prescindere dal tipo di remunerazione che le sarà corrisposta. Inoltre, anche se in via temporanea, è necessario che il Documento di Valutazione dei Rischi della sua attività sia aggiornato con i dati della lavoratrice. La norma infatti prevede che, anche se un lavoratore è part-time, o impiegato temporaneamente, e anche se fosse un familiare che “dà una mano” (magari con attività a basso rischio come sistemare prodotti, o riassettare il centro) il DVR deve essere sempre aggiornato per non incappare in sanzioni da parte degli organi di vigilanza che potrebbero fare una visita ispettiva al centro proprio – sfortunatamente – nel momento in cui l’”aiuto” è all’opera. Il nostro consiglio è quindi quello di formare sempre tutte le persone che, a vario titolo, l’aiutano nel suo centro estetico. Per l’ottimizzazione del tempo, esistono collane di corsi con dispense e test on-line che potrebbero essere utili per una formazione adeguata e adatta al suo scopo.

Lo scorso anno il mio centro si è messo in regola con la formazione necessaria e la redazione del Documento di Valutazione dei Rischi. So che sia io che le persone che lavorano con me dovranno fare gli aggiornamenti della formazione, ma per quanto riguarda il DVR ogni quanto tempo deve essere rifatto?

Ha una data di validità / scadenza? Il Documento di Valutazione dei rischi non ha una scadenza predeterminata, ma non è un documento “statico”, nel senso che è importante il suo continuo aggiornamento. La norma infatti prevede che ogni volta che si realizza un cambiamento nella struttura (cambio di apparecchiature, di prodotti, di lavoratori, ecc…) il documento debba essere aggiornato per contemplare i nuovi “rischi”. Ci sono società specializzate in sicurezza sul lavoro, la nostra è una di quelle, che hanno informatizzato tutto il processo di redazione del DVR in modo da poter intervenire in modo veloce ed efficace negli aggiornamenti senza dovere redigere ex-novo un documento tutte le volte in cui vi sia una modifica nel centro o che sia promulgata una nuova norma del settore che richieda un adeguamento.

L’esperto risponde a redazione@mabella.it oppure a info@easyworkitalia.it

LUCA PASQUERO
Torinese di nascita e milanese d’adozione, si occupa da oltre 10 anni di Igiene e Sicurezza sul Lavoro. Già Direttore Generale di una nota azienda italiana del settore, nel 2012 è co-fondatore di Easywork Italia Srl di cui, dal gennaio di quest’anno, è Direttore Generale. Vice Presidente di due associazioni professionali, Assospamanager e Assobeautymanager, ha sviluppato un sistema di assistenza che consente ai suoi Clienti di essere monitorati ed aggiornati sulle normativa in tema di sicurezza.
Costantemente impegnato nella ricerca di soluzioni semplici ed efficaci per la salvaguardia dell’ambiente di lavoro degli operatori nel settore dell’estetica, ha strutturato all’interno della sua organizzazione un comitato tecnico scientifico dedicato a questo settore.

Easywork Italia Srl – Tel. O2.20248708 – www.easyworkitalia.it