Rivitalizzazione. Una “iniezione” di energia per la pelle

27 febbraio 2017

Pelle stanca, asfittica, priva di tono ed elasticità. In una parola, spenta. E’ in questi casi che la rivitalizzazione aiuta a ripristinare tutti gli elementi di cui la pelle ha bisogno per tornare a splendere. L’approfondimento del nostro esperto Alberto Massirone, medico estetico.

Con il trascorrere degli anni la pelle perde elasticità e tono, appare meno luminosa e fanno la loro comparsa le prime rughe e i segni di espressione. Si tratta di un processo naturale: a partire dai 25 anni il contenuto di collagene si riduce di circa l’1% ogni anno, con un conseguente assottigliamento della cute che perde elasticità. Anche i livelli di Acido Ialuronico diminuiscono, quindi la pelle trattiene meno acqua e risulta più secca, meno tonica ed elastica. Se a questo processo endogeno sommiamo poi le aggressioni esterne, come l’inquinamento e gli sbalzi frequenti di temperatura (in estate come in inverno), e comportamenti sbagliati (per esempio eccessive esposizioni al sole che influiscono per l’80% sui processi di invecchiamento cutaneo, fumo, eccesso di alcool, un’alimentazione scorretta e povera di acqua e dei nutrienti di cui la pelle ha bisogno), ecco che la pelle invecchia precocemente.

Per ritrovare una condizione di benessere ottimale, che si traduce in una pelle elastica, luminosa e tonica, si può ricorrere alla rivitalizzazione cutanea. Non per nulla, la rivitalizzazione cutanea si posiziona al terzo posto nella classifica dei trattamenti di medicina estetica più richiesti dalle donne, al secondo per gli uomini (dati Agorà-Amiest). Si tratta indubbiamente di un trattamento indicato alle pelli più agée, come abbiamo detto, e lo dimostrano i dati che vedono una maggiore incidenza di pazienti di età compresa tra i 45 e i 60 anni, ma in realtà si tratta di un trattamento che può essere eseguito a tutte le età, qualora la pelle si presentasse spenta, priva di tono e asfittica. La grande forza della rivitalizzazione, infatti, sta nella personalizzazione del trattamento, e qui gioca un ruolo chiave il medico estetico che deve fare una valutazione attenta della tipologia di cute (grassa, secca, sensibilizzata) e capire di cosa ha bisogno: amminoacidi, sali minerali, componenti legati al metabolismo dell’Acido Ialuronico ecc. Una volta individuato il cocktail di nutrienti che con il tempo, o appunto a causa di comportamenti sbagliati, sono venuti a mancare, il medico estetico stila un programma di rivitalizzazione che combina inoculazioni di questi elementi e trattamenti complementari. La seduta di rivitalizzazione è di per sé veloce e indolore: si utilizzano microaghi con i quali si effettua l’inoculazione con tecnica intradermoterapica o mesoterapia di un piccolissima quantità degli elementi mancanti. Questi, iniettati a livello del derma, continueranno a sollecitare la cute per 6-7 giorni.

Il trattamento deve essere ripetuto ogni 10-15 giorni, per un totale di tre o quattro sedute a seconda della situazione di partenza, e i risultati saranno visibili in un tempo che varia in base all’andamento di riprogrammazione delle pelle, che di solito dura tra i 27 e i 35 giorni. Il massimo del risultato si raggiunge un mese dopo l’ultimo trattamento ed è bene considerare di ripetere una seduta di richiamo ogni tre mesi circa. Come dicevamo, la rivitalizzazione può essere combinata con altri trattamenti; in particolare, si è visto che l’associazione di rivitalizzazione e radiofrequenza induce una rigenerazione cellulare ottimale. La rivitalizzazione deve essere eseguita categoricamente da un medico formato e specializzato in medicina estetica, in grado di effettuare un check up della pelle e capire la combinazione di elementi di cui necessita. E’ un trattamento che non ha controindicazioni anche in pazienti oncologici, perché non si utilizzano farmaci che contrastano le cure, anche se è buona norma non praticarli durante le terapie oncologiche, non si utilizzano vitamine del gruppo B12, che potrebbero alimentare una ricrescita tumorale. E’ sconsigliato durante gravidanza e allattamento o in caso di malattie autoimmuni perché si inoculano prodotti nel derma che potrebbero suscitare reazioni del sistema immunitario – non sono da effettuare effettuare trattamenti se presente Herpes labiale in fase attiva.

La sinergia con l’estetista Il ruolo dell’estetista in questo, come in molti altri trattamenti di medicina estetica, è fondamentale perché una pelle ben curata è una pelle pronta ad accettare le terapie e i trattamenti di medicina estetica nel migliore dei modi. Nelle settimane prima del trattamento, per esempio, l’estetista può mantenere attivi i linfatici con un linfodrenaggio di viso, collo e décolleté ben fatto, preparare la pelle con un gommage per renderla più ricettiva e dare nel contempo maggior luminosità. Dopo la rivitalizzazione non deve essere fatto nessun trattamento di tipo meccanico per almeno un settimana, perché i farmaci tenderebbero a perdersi, mentre al termine delle tre o quattro sedute di rivitalizzazioni, e trascorsi sette giorni dall’ultima, si potrà fare una nuova pulizia del viso con micro massaggio tissutale in modo da amplificare performance a livello cutaneo tissutale e sottocutaneo.

L’esperto risponde a redazione@mabella.it oppure a info@centromedicoagora.it

Alberto Massirone
Medico Chirurgo, Medico Estetico, Specialista in Idrologia, Climatologia e Talassoterapia ed in Terapia Fisica e Riabilitazione. Fonda nel 1986 la scuola di Medicina a Indirizzo Estetico Agorà. E’ presidente di Agorà Società Italiana di Medicina a Indirizzo Estetico, inoltre è Direttore di S.M.I.E.M. (Scuola Superiore Post-Universitaria di Medicina ad indirizzo Estetico) e Vice-presidente A.M.I.I.T.T.F. (Associazione Medica Italiana di Idroclimatologia, Talassologia e Terapia Fisica). E’ professore a contratto in Medicina Estetica presso l’Università degli Studi di Milano in Medicina Estetica nella Scuola di Specializzazione in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica. E’ autore di oltre 70 pubblicazioni su riviste scientifiche oltre che di volumi di didattica in Medicina Estetica.
info@centromedicoagora.it - www.centromedicoagora.it - www.societamedicinaestetica.it