Ripartire con grande entusiasmo

Ripartire con grande entusiasmo

L’entusiasmo che contraddistingue il settore dell’estetica professionale non ha uguali. Il mondo si è praticamente fermato per quasi 3 mesi, ma non le estetiste, che hanno sfruttato il lungo lockdown per formarsi, confrontarsi e prepararsi al meglio alla riapertura del proprio centro estetico.

Esthelogue ha dato il suo contributo, creando su Facebook il gruppo chiuso “In compagnia di Conchi Lenguas”, dove la responsabile tecnica dell’azienda ha informato, supportato e “coccolato” le 1400 professioniste iscritte. Con la riapertura degli istituti di bellezza le richieste di trattamenti sono tantissime, riempiendo così l’agenda di appuntamenti. Tra i trattamenti più richiesti, ovviamente, troviamo anche l’epilazione laser, ma cos’è cambiato rispetto a prima dell’emergenza Covid-19? Il periodo per iniziare un trattamento di solito va da febbraio a maggio, ma quest’anno si parte direttamente a giugno e il laser può essere un metodo da consigliare in quanto, non solo è il più veloce ed efficace nel garantire risultati riducendo i passaggi in un centro estetico, ma è anche quello più sicuro, poiché i manipoli vengono igienizzati di volta in volta.

Nei centri Esthelogue si può, con le clienti che hanno preparato la pelle circa 2 settimane prima, iniziare con la prima seduta e rivedersi direttamente a settembre. Questo è possibile grazie a MeDioStar, la famiglia di laser con una potenza unica sul mercato, studiati per lavorare meglio, con il massimo comfort sia per chi esegue che per chi riceve il trattamento, e per ottenere così risultati importanti: con Monolith, per esempio, si possono eseguire sedute per la zona gambe in 10-12 minuti, inguine completo in 1-2 minuti, schiena uomo in 6-12 minuti.

Leggi anche l’artcolo Nuove sfide per esthelogue

Nei centri Esthelogue la sicurezza è sempre stato un aspetto fondamentale: non solo sul singolo trattamento e dispositivo (per esempio durante i trattamenti di epilazione laser vengono utilizzati speciali “cappucci” monouso sperimentati per alte temperature che proteggono sia il manipolo del laser dalle infiltrazioni di gel o sostanze esterne, sia la pelle garantendo massima igiene), ma anche per tutti gli ambienti e strumenti, totalmente sanificati e sterilizzati in osservanza del DPCM dallo staff, che adotta tutti i DPI e le precauzioni sanitarie necessarie, ma anche del metodo di lavoro firmato Esthelogue. Il cliente dovrà indossare guanti e mascherine prima di entrare in cabina per il trattamento e gli appuntamenti verranno abbondantemente distanziati tra loro, così da evitare assembramenti e consentire una nuova sanificazione tra una seduta e l’altra.