Riassortire la cassetta del pronto soccorso e non solo

30 novembre 2017

Come deve essere riassortita la cassetta del pronto soccorso? Quando deve essere aggiornato il Documento di Valutazione dei Rischi?
Ho verificato che la cassetta di pronto soccorso che ho da tempo nel mio centro presenta date di scadenza anche su cotone e garze. Poiché io abitualmente uso il cotone nel mio lavoro e spesso tengo anche delle compresse di garza idrofila, posso usare queste o devo per forza ricomperare quelle della cassetta?

Il cotone idrofilo, così come le garze all’interno della cassetta di pronto soccorso sono confezionate (le garze devono essere in confezione che ne assicuri la sterilità) in modo che non vengano in contatto con i batteri presenti nell’aria. La data di scadenza in questo caso si riferisce proprio a questa proprietà che, nel caso del cotone che abitualmente utilizza nel suo centro, non è assicurata (la confezione generalmente rimane aperta per diverso tempo durante l’attività). Consigliamo quindi di acquistare e mantenere in “validità” i prodotti all’interno della cassetta di pronto soccorso, la quale deve essere dimensionata al numero di addetti del suo centro e sempre completa del kit fornito dal produttore. Nel caso di utilizzo di un prodotto, o di uno strumento (forbice, pinzette ecc…) è tassativo ripristinare il contenuto della cassetta in modo da garantirne l’efficienza al bisogno.

Sono la titolare di un centro estetico che ha preso, in comodato d’uso, una nuova apparecchiatura. Stiamo iniziando ad usarla ed a verificarne i benefici prima di pensare ad un suo acquisto. Ho letto che il Documento di Valutazione dei rischi deve essere sempre aggiornato tutte le volte che si introducono nuovi strumenti ma, in questo caso, dato che l’apparecchiatura non è di mia proprietà ma in uso solo per 60 giorni, posso rimandare l’aggiornamento del documento quando avrò la certezza di tenerla? Diversamente dovrei aggiungerla e poi magari toglierla, con un doppio costo per il professionista che ci segue sulla sicurezza…..

La normativa prevede proprio che il Documento di Valutazione dei Rischi sia aggiornato ogniqualvolta avvenga, all’interno dell’organizzazione, un cambiamento che muti il rischio. Nel suo caso, in effetti, il documento dovrebbe essere aggiornato ora, con la nuova apparecchiatura e, qualora non decidesse di tenerla, riaggiornato il seguito, quando il rischio sarà ridotto. Mi rendo conto che potrebbe essere una doppia spesa ma ci sono società – e Easywork è una di queste – che a fronte di un canone annuale garantiscono all’azienda tutte le variazioni al DVR che sono necessarie per mantenere la struttura in linea con le disposizioni normative. E questo per tutta la durata del canone, indipendentemente dal numero di variazioni che devono essere effettuate. E’ infatti importantissimo che in caso di visita ispettiva il Documento di Valutazione dei Rischi sia completo con l’indicazione di tutto quanto presente, al momento, nella struttura. Immagini un incidente, anche lieve, che si realizzasse durante l’uso dell’apparecchio (anche se in comodato); ma pensi anche solo alla possibilità di una visita degli ispettori: le sanzioni amministrative vanno da un minimo di 1.500 a 6.000 euro, ben più del costo di un canone annuale che rende sicuro il suo centro e la tutela al 100%!

 L’esperto risponde a redazione@mabellaedizioni.it oppure a info@easyworkitalia.it

LUCA PASQUERO
Torinese di nascita e milanese d’adozione, si occupa da oltre 10 anni di Igiene e Sicurezza sul Lavoro. Già Direttore Generale di una nota azienda italiana del settore, nel 2012 è co-fondatore di Easywork Italia Srl di cui, dal gennaio di quest’anno, è Direttore Generale. Vice Presidente di due associazioni professionali, Assospamanager e Assobeautymanager, ha sviluppato un sistema di assistenza che consente ai suoi Clienti di essere monitorati ed aggiornati sulle normativa in tema di sicurezza.
Costantemente impegnato nella ricerca di soluzioni semplici ed efficaci per la salvaguardia dell’ambiente di lavoro degli operatori nel settore dell’estetica, ha strutturato all’interno della sua organizzazione un comitato tecnico scientifico dedicato a questo settore.

Easywork Italia Srl – Tel. O2.20248708 – www.easyworkitalia.it