Reiki

19 settembre 2017

Significa Rei “energia vitale universale” Ki “energia che scorre nel corpo o forza interiore”, è il Reiki, una pratica antica, vediamo di cosa si tratta

Il Reiki è una disciplina filosofica ma anche pratica, spirituale nata in Oriente, fu ideata da Mikao Usui in Giappone nel 1865, il significato della parola Reiki composta da Rei e Ki. Rei significa “energia vitale universale” Ki “energia che scorre nel corpo o forza interiore”.

L’energia di cui si parla è l’energia vitale, energia che muove tutto in perfetto equilibrio, lo si vede se osserviamo il sole che sorge e tramonta, nella vita delle piante e degli animali e nel funzionamento del nostro corpo. Succede però, che l’equilibrio naturale qualche volta viene meno ed è in questo caso che le pratiche di concentrazione e rilassamento possono venire in aiuto. Questa pratica insegna a conoscerci meglio, a prendere coscienza di noi stessi, ad analizzarci e quindi a portare attenzione dentro di noi.

Se con il Reiki si riesce a raggiungere una serenità interiore, questa tranquillità verrà trasmessa anche tutte le persone intorno a noi.

Quando viene praticato con sincerità e amore e soprattutto senza presunzione, il messaggio viene trasmesso attraverso vibrazioni energetiche armoniose che possono aiutare chi ha problemi. Non ci sono prove scientifiche e concrete che attribuiscono al Reiki guarigioni impossibili. Le neuroscienze che si occupano della scienza del cervello riconoscono che la nostra mente hanno la capacità di produrre nel corpo dei cambiamenti chimici tali da modificare il nostro sistema immunitario. Possiamo avere delle alterazioni a livello organico per vari problemi, ad esempio se abbiamo delle difficoltà da affrontare si possono creare disturbi addominali (mal di pancia, dissenterie, mal di stomaco, bruciore ecc). Quindi, se consideriamo questo, possiamo anche pensare che un qualcosa che ci crea delle reazioni fisiche positive possa modificare in breve il nostro sistema immunitario.

E’ stato dimostrato scientificamente che lo stress aumenta il cortisolo e adrenalina tossici, con riduzione della serotonina e melatonina, il tutto abbassa le difese del nostro sistema immunitario. Al contrario, aumentando le endorfine del buon umore per mezzo del Reiki o altra attività rilassante, avviene il processo contrario: aumento delle difese immunitarie che, a sua volta creano benessere psico-fisico.

Il Reiki è una forma di rilassamento a cui sottoporsi di tanto in tanto per sciogliere le tensioni accumulate sia a livello fisico che emotivo. Come una seduta di massaggio tradizionale, lavora sul sistema immunitario per stimolare le endorfine che sono i nostri antinfiammatori naturali dell’organismo, se la nostra forza vitale è bassa ci sentiamo stanchi, quindi possiamo ammalarci e stressarci più facilmente, viceversa se la nostra energia vitale è alta, ci sentiamo felici, carichi di energia e pieni di salute, di voglia di fare.

Diffidate di chi vi parla di “energia cosmica”. Einstein sosteneva “noi siamo già energia, tutta la materia dell’Universo non è altro che energia solidificata, con una frequenza vibrazionale minore alla costante velocità della luce al quadrato”, l’energia e la materia si differenziano solamente per la loro frequenza vibratoria e, con le imposizioni delle mani, non raccogliamo energia per portarla nel corpo di un’altra persona, è una forma di rilassamento, un’isola di pace e serenità, ci affidiamo a qualcuno che ci aiuta a star bene.

Come si svolge una seduta Reiki?

Non è necessario spogliarsi per ricevere un trattamento Reiki, vengono toccati diversi punti del corpo, testa, gambe, addome, non comporta utilizzo di pressione, massaggio, sfregamento o strumenti. Il Reiki non è da considerarsi una cura, né tanto meno un farmaco, si diventa operatori attraverso dei corsi teorico-pratici. Il Reiki affianca sempre più spesso la terapia convenzionale in numerosi centri ospedalieri di tutto il mondo, compreso in Italia. Attenzione solo a chi vi affidate, perché oggi molti centri olistici sono diventati a carattere speculativo.

“Nulla nell’Universo ha potere su di Voi a meno che non lo permettiate”

Buon Lavoro

L’esperto risponde a redazione@mabella.it oppure a fkt.mariangela@gmail.com

Mariangela Ciriello
Mariangela Ciriello si laurea come Fisioterapista nel 1982 presso l‘Università degli Studi di Milano. Inizia la propria carriera lavorativa presso alcuni Studi professionali e successivamente presso Ente Pubblico dove opera tutt'ora. Negli anni ha frequentato diversi corsi di perfezionamento e specializzazione oltre che nella riabilitazione post-traumatica anche in Terapia Manuale, Metodo MC Kenzie, Sharman, Trigger Point, Terapia Cranio-Sacrale, applicazioni Kinesio-Tape. E' Tutor per gli studenti di Fisioterapia e ha collaborato come consulente per i corsi di Ginnastica Fisioterapica presso il Comune di Milano. Vive a Monza.
T. +39 338 8982967
e-mail. fkt.mariangela@gmail.com