PRONAILS: NUOVA COLLEZIONE PRIMAVERA – ESTATE 2015

19 gennaio 2015

A tu per tu con i professionisti di Pronails, per scoprire da vicino le novità del 2015.

_SB32407Tempo di novità, siamo già nel pieno del 2015 e ci si prepara a nuove collezioni che richiamano le stagioni calde. Come nel caso di Pronails, che ha messo a punto la nuova collezione primavera/estate che si sviluppa con due linee di prodotto: BE EXPERIMENTAL e BE GENEROUS. Sarà presentata a febbraio, ma noi di MABELLA eravamo presenti per scoprire quali sono i temi portanti dei nuovi prodotti Pronails. E lo abbiamo fatto realizzando un’intervista a Michael Van De Put, Marketing and Creation, e Birgitte Serruys, Marketing Director, supportati da Andrea Zuliani, Distributore esclusivo ProNails Italia.

Birgitte Serruys Marketing Director

Birgitte Serruys Marketing Director

Verifichiamo che Pronails  lancia in modo puntuale le proprie novità. Mr Michael Van De Put, ci può raccontare come è nata questa collezione e qual è il leit motiv delle nuove linee di prodotto?

Volevamo restituire alla donna due nuove attitudini moderna, che richiamano esattamente gli stessi nomi della nuova collezione: BE EXPERIMENTAL (sperimentate) e BE GENEROUS (siate generose). È importante avere attitudini giovanili, essere curiose e pronte per fare cose nuove, fantasiose. Le donne devono provare a fare ciò che sognano, svolgere ciò che amano fare, perché la vita è troppo corta per dare spazio a colori “noiosi”. Noi traiamo ispirazione dal mondo fashion, che oggi vanta dei designer molto creativi che sperimentano molto, combinando colori scuri con quelli luminosi, passando anche dai colori pastello e utilizzando diversi tipi di materiale. Seguendo questa linea, anche noi del mondo Nail vogliamo sperimentare colori nuovi e raggiungere rapidamente dei risultati soddisfacenti”.

_SB32404Diamo uno sguardo al passato per capire quale sarà l’attività di Pronails in Italia. D.ssa Birgitte Serruys, ci può fare una breve panoramica?

In Italia, il 2014 per noi è stato un anno importante che ha segnato una grande crescita, perché abbiamo introdotto nel mercato dei prodotti rivoluzionari. Basti pensare che da 1 ann0 ad oggi abbiamo registrato oltre 700 centri che hanno voluto essere certificati “Sopolish Protect & Peel” e il numero, è destinato a crescere giorno dopo giorno, senza sosta. In futuro, contiamo di lavorare maggiormente a fianco dei nostri clienti per accompagnarli passo dopo passo fino a raggiungere i propri obiettivi. Pertanto, per il mercato italiano le sensazioni sono molto positive”.

_SB32406Nel corso negli anni avete investito molto nella ricerca di materiali nuovi. Mr Michael Van De Put, quanto è grande oggi il ventaglio di colori Pronails?

Dovessi limitarmi ai soli numero posso dire: 200 sopolish, circa 80 colori semipermanenti, 100 tipi di Gel. Ogni anno, però, ci presentiamo ad ogni nuova stagione proponendo dai 12 ai 15 colori nuovi”. Gli fa eco la D.ssa Birgitte Serruys: “Le collezioni cambiano di stagione in stagione, per tale ragione noi non investiamo solo nei colori, ma puntiamo l’attenzione anche sui prodotti che permettono di realizzare rapidamente nuove soluzioni stilistiche, che presentano luminosità differenti”.

_SB32420Bene, Mr Michael Van De Put, gettiamo un occhio a quello che sarà il futuro imminente della vostra azienda. Quali sono gli obiettivi per il 2015 appena iniziato?

Vogliamo crescere, e se possibile stare in contatto con i professionisti; vogliamo aiutare a crescere anche loro trovando delle soluzione dirette. E ci piace farlo dando un grado di preparazione sempre maggiore, attraverso dei corsi e delle certificazioni. Una volta stabilito il grado di preparazione, vogliamo stabilire un rapporto personale con loro per comprendere al meglio gli obiettivi di ognuno di loro. E per farlo, dobbiamo ascoltare con attenzione i loro bisogni e desideri”. A rafforzare questo percorso, interviene la D.ssa Birgitte Serruys: “Stiamo puntanto ad individuare quali sono i Centri Premium, vogliamo espandere il range di queste realtà. Al momento in Italia ce ne sono pochi, ma vogliamo raggiungere un numero più alto come verificatosi in altri paesi europei”.

Da-sinistra-Fabio Onetti Distributore Pronails Milano-Antonietta Norini tecnica formatrice Pronails Milano-Andrea Zuliani Distributore esclusivo ProNails Italia-Marta Codato Collaboratrice esterna responsabile web- Birgitte Serruys Marketing Director- Michael Van De Put Marketing and Creation-Rossella Villani Ufficio stampa Pronails Italia

Da-sinistra-Fabio Onetti Distributore Pronails Milano-Antonietta Norini tecnica formatrice Pronails Milano-Andrea Zuliani Distributore esclusivo ProNails Italia-Marta Codato Collaboratrice esterna responsabile web- Birgitte Serruys Marketing Director- Michael Van De Put Marketing and Creation-Rossella Villani Ufficio stampa Pronails Italia

Entriamo nel cuore delle attività italiane. Andrea Zuliani, esiste un calendario corsi già stabilito per quest’anno?

“Partiamo dalla premessa che essendo la rete italiana troppo frammentata pertanto non esiste un calendario unico. Noi abbiamo un calendario corsi e quest’anno ci sono già dei temi centrali che faranno da padrone. Quest’anno, ad esempio, si punta molto al Fiber Force nuovo gel contenente fibra rinforzante per la base, che che offre la stessa resistenza delle unghie in acrilico, altà viscosità e auto-modellante. È l’obiettivo della ricostruzione unghie: abbellire e correggere”.

_SB32405D.ssa Birgitte Serruys, chiudiamo con un messaggio alle estetiste. Qual è il consiglio di Pronails per chi opera in questo settore?

Quello di credere maggiormente nei loro sogni, con l’augurio che possano realizzarli presto. E tutto lo staff di Pronails è pronto ad affiancarsi a chi ne ha bisogno per portare avanti i propri obiettivi. Se non credete sia possibile realizzarli, vi educhiamo noi a capire come si fa. Oltre ad un piccolo consiglio per le estetiste, mi piacerebbe ringraziare gli stilisti del settore nail, perché se è vero che noi facciamo belle collezioni, è anche vero che grazie a loro le nostre creazioni si diffondono nel settore. È come un gioco di squadra e, senza di loro, le collezioni non avrebbero alcun senso”.

MabellaEdizioni