Proficui scambi di esperienze

23 marzo 2018

La collaborazione tra estetista e medico estetico: uno scambio di esperienze e professionalità per garantire un’offerta sempre più completa.

L’importanza della collaborazione tra il medico estetico e l’estetista è ormai assodata, ed è fondamentale far si che l’interazione avvenga nel migliore dei modi, con professionalità e soprattutto dando i giusti strumenti che permettano di migliorare insieme la qualità delle prestazioni e offrire servizi sempre più completi, consentendo di diversificare l’approccio medico-estetico complessivo, creando un rapporto di cooperazione reciproca tra estetista e medico, che possa portare ad un miglioramento del risultato finale, conquistando anche una maggiore fiducia da parte dei pazienti/clienti.

Il lavoro fianco a fianco tra estetista e medico estetico può essere considerato, per entrambe le professioni, un valore aggiunto. L’estetista lavora spesso con apparecchiature dedicate al trattamento dei peli superflui (epilazione) e al trattamento della cosiddetta cellulite e delle adiposità localizzate, oltre a consigliare cosmetici preventivi per l’invecchiamento cutaneo e gli inestetismi della pelle; l’acquisizione di nuove nozioni sulle tecniche più innovative in medicina estetica, permetterà quindi all’estetista di sviluppare una conoscenza trasversale, dandole anche la possibilità di rispondere ad esigenze specifiche di clienti che decidono di avvicinarsi per la prima volta a determinate pratiche estetiche, fornendo consigli efficaci e informazioni sempre più esaurienti.

Approfondire i concetti di anatomia e fisiologia della pelle e acquisire una maggiore consapevolezza del ruolo delle valutazioni medico estetiche nella cura e nella prevenzione dei principali inestetismi dovuti all’invecchiamento cutaneo (crono e fotoaging), al rilassamento cutaneo del viso e del corpo, fino a un approfondimento dei concetti base per una buona alimentazione e un sano stile di vita, permetteranno all’estetista di avere una visione d’insieme delle necessità e di conseguenza delle possibili soluzioni da proporre.

Attraverso la conoscenza delle tecniche esclusivamente utilizzate dal medico estetico come, la biostimolazione, i filler, la tossina botulinica ed altro, l’estetista sarà in grado di pianificare, coadiuvata nei casi necessari dal medico, una serie di trattamenti pre e post che potranno dare maggior valore al risultato dei trattamenti effettuati dal medico, oltre ad avere gli strumenti appropriati per una valutazione cutanea e per poter dare i corretti consigli cosmetici; andrà così a
crearsi un rapporto di reciproco supporto.

Ciò che l’esperienza e la competenza della figura professionale dell’estetista può apportare al lavoro del medico estetico, è rappresentato in particolare dalla possibilità di entrare in contatto con una realtà diversa da quella del medico, nella quale si possono ritrovare interessanti suggerimenti riguardo al modo di accogliere il paziente/cliente in un ambiente che deve rappresentare il benessere in tutti i suoi aspetti; mi riferisco per esempio alla capacità dell’estetista di dare la giusta importanza a speciali attenzioni quali l’utilizzo dell’aromaterapia, della cromoterapia e, in alcuni casi, di determinate pratiche orientali, per far si che qualsiasi trattamento il paziente/cliente debba fare, si ritrovi in uno stato di relax e armonia.

In conclusione lo scambio di professionalità tra il medico estetico e l’estetista permette, e lo permetterà sempre di più, di poter condividere e migliorare l’offerta dedicata ai pazienti/clienti; lo svolgimento di corsi destinati alla collaborazione tra medico estetico ed estetista, consentono oggi di avvicinare in maniera professionale due realtà con il medesimo fine: creare un percorso completo dedicato al benessere, dove diverse professionalità si interfaccino con l’intento di far raggiungere l’equilibrio e la giusta armonia tra salute e bellezza e tra anima e corpo.

Leggi tutti gli articoli del dott. Massimiliano Baccanelli

Dott. Massimiliano Baccanelli
Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università Tor Vergata di Roma, ha dedicato tutti i suoi studi successivi alla Medicina Estetica, conseguendo il diploma presso la Scuola Internazionale di Medicina Estetica della Fondazione Internazionale Fatebenefratelli di Roma e il Master di II livello di Medicina Estetica dell’Università Tor Vergata di Roma, oltre ad aver frequentato la Scuola Italo-Cinese di Agopuntura dell’A.M.A.B. (Associazione Medici Agopuntori Bolognesi) e diversi corsi presso il C.P.M.A (Centro Post Universitario della Medicina Applicata) - Valet di Bologna. Ha conseguito il Master di Nutrizione Clinica presso l’Ospedale Fatebenefratelli - San Pietro di Roma, e si occupa da diverso tempo di medicina alternativa, in modo particolare di agopuntura, perfezionando nuovi protocolli dedicati all’agopuntura estetica. Iscritto al Registro della Medicina Estetica dell’Ordine dei Medici di Roma con il n°311, esercita in diversi Studi Medici tra Roma e l’Alto Adige. Presidente dell’ASSOSPAMANAGER, ha partecipato a numerosi convegni e congressi internazionali come relatore, ed è docente presso master universitari e scuole di Medicina Estetica in Italia e all’estero. Ha curato l’edizione italiana del volume “Il volto. Atlante di anatomia funzionale e clinica”, di Radlanski Ralf J., Wesker Karl H., edito dalla Casa Editrice Ambrosiana.
baccanelli@hotmail.it