Primo step definire il target

2 luglio 2016

L’avvento di internet, come avete potuto leggere nei precedenti articoli di Mabella, ha determinato un cambio nell’approccio alla comunicazione e un conseguente mutamento delle strategie di marketing. In un mercato in evoluzione come quello dell’estetica è ancora più importante prendere atto di questo cambiamento epocale, ma non solo, è anche fondamentale capire come e in quale modo i nuovi media possano in realtà essere un’opportunità per il business dell’istituto e possano integrarsi con i più tradizionali mezzi e modalità di comunicazione.

Le aziende del comparto estetico, dal canto loro, sottolineano il ruolo fondamentale del saper comunicare, inserendo questo tema tra gli approfondimenti dei loro corsi formativi e tra le competenze che un’estetista deve possedere. Comunicazione significa letteralmente ” mettere in comune “. Ciò che viene messo in comune nella comunicazione non sono beni materiali ma” messaggi ” che esprimono intenzioni, sensazioni, pensieri, sentimenti, informazioni. Il primo step è quello di focalizzare l’attenzione sul target, termine con il quale si indicano i destinatari di una comunicazione informativa e di marketing. Nel nostro caso il target di un centro estetico comprende sia coloro che abitualmente lo frequentano, ma anche chi non è cliente. Da una parte abbiamo un cliente da fidelizzare, dall’altra un cliente da conquistare.

Due differenti necessità, due modi di comunicare e la possibilità di scegliere i mezzi più idonei nel mare magnum delle opportunità.Piramide-dei-bisogni-Maslow Comunicazione tradizionale e innovativa, on line e off line, sul punto vendita oppure personalizzata, importante è esserci. Esistere. Quindi, prima di mettere in atto una strategia di comunicazione, è indispensabile individuare target e bisogni per poter essere efficaci e ottenere il risultato sperato che farà crescere il business. Quando si parla di bisogno ci si riferisce alla mancanza di qualcosa che necessita di essere soddisfatto. Nella piramide dei bisogni, secondo quanto afferma lo psicologo statunitense Maslow, i bisogni che appartengono alla cura di sé, e quindi quelli che rientrano nella sfera estetica, si possono racchiudere nell’area dei bisogni di sicurezza che si trovano nel secondo livello della rappresentazione piramidale e questo significa che, se non vengono soddisfatti non si può pensare di raggiungere i livelli più alti, tra cui l’autorealizzazione.

Questo panorama dei bisogni, mette in evidenza quanto sia importante il ruolo dell’estetista nel rapporto con il cliente e quanto pertanto sia fondamentale la comunicazione. La comunicazione può essere giocata in diverse modalità e utilizzando differenti strumenti, in funzione dell’obiettivo che di volta in volta ci siamo posti. Un centro estetico comuni ca attraverso la vetrina, l’accoglienza, l’ambiente, ma anche con poster, flyer, brochure, buoni sconto, pacchetti personalizzati, digital signage e con attività pubblicitarie su giornali o campagne promozionali su web e sui social. Per fare un esempio. Se siamo al termine della stagione estiva e sappiamo che le clienti entreranno in Istituto per risolvere le problematiche di pelle secca, poco luminosa, macchie solari, rughe marcate oppure per rimettersi in forma dopo gli stravizi delle vacanze, a prescindere dall’età, tutti avranno bisogno di idratazione e rivitalizzazione.

Internet-e-la-comunicazionePer rispondere a queste esigenze sarete già pronte con pacchetti post vacanze e magari anche con prodotti domiciliari di mantenimento. In questo caso, vi rivolgete a un target di clienti già consolidato, che si fida di voi, ma che comunque deve essere sollecitato anche con una comunicazione dedicata quale per esempio una newsletter, un sms promozionale o una mail con un’offerta speciale… Ma cosa fare quando invece si vuole conquistare e allargare la clientela? Pensiamo al nostro target, pensiamo all’obiettivo “far arrivare le persone nel centro estetico”, e a come raggiungerlo. E, a questo punto, riflettiamo su quali possono essere i media ideali e i messaggi che bisogna costruire per essere efficaci nella comunicazione. Sicuramente se parliamo di immediatezza, il web e i social media ci possono fornire, interessantissime chances. Innanzitutto durante le vacanze, le persone hanno più tempo per utilizzare le piattaforme social come Facebook, Instragram, Youtube o Twitter.

Questo vuol dire che, se ho un messaggio da dedicare al mio target per il periodo post vacanza, potrò utilizzare questi mezzi per sensibilizzarlo. Anche il sito internet del mio centro estetico potrà essere un buon veicolo di informazione, soprattutto se non è statico, ma aggiornato e ricco di iniziative. Quali possono essere concretamente le azioni efficaci sui social per comunicare con clienti consolidati oppure nuovi? Partendo da Facebook è fondamentale, prima di tutto, avere una pagina personale del proprio centro e tenerla sempre aggiornata con 2-3 post al giorno, questo perché l’utente finale, se non vede aggiornamenti da parte vostra, tenderà a non interessarsene più. Il target di Facebook è abbastanza vasto, questo significa che è davvero possibile mirare a un’utenza eterogenea (uomini e donne con età compresa dai 18 ai 60 anni). La comunicazione dei post deve essere sinergica con il vostro sito per generare traffico e, in secondo luogo, deve giocare con immagini e titoli d’impatto.

Sfruttate l’utilizzo di frasi interrogative, queste permettono una maggiore interazione con il vostro target, per esempio: “pelle disidratata dopo l’estate? Per te un trattamento per far rinascere la tua pelle”. Con Instagram siete rivolte ad un pubblico più giovane, perché la nuova generazione è più propensa a comunicare più con le immagini che con le parole. Attraverso questo social potrete, per esempio, mostrare i risultati del prima e dopo trattamento. Una comunicazione, questa, che risulta sempre efficace. Inoltre ricordatevi di utilizzare i filtri per modificare le vostre foto, può sembrare banale, ma i filtri generano una comunicazione emozionale che da sola basta per conquistare l’attenzione dell’utente. Instagram è un ottimo strumento per le onicoteniche, perché tutto ciò che riguarda le unghie, dalla nail art al semipermanente, dalla manicure alla pedicure, può essere immortalato da scatti fotografici e fornire alla cliente una sorta di catalogo su cui scegliere… ma ricordatevi, la qualità prima di tutto. Per concludere: non raggiungerete risultati soddisfacenti attraverso la vostra comunicazione se non avrete chiari i vostri obiettivi, se non imparerete a condividere, se non creerete una costante interazione con il vostro target. Il web corre veloce e non è fatto per essere passivi.

Segui tutti gli approfondimenti sull’universo della comunicazione attraverso il web.

MabellaEdizioni