Parola d’ordine: trasformazione

5 gennaio 2016

C’è qualcosa di nuovo nel sole, anzi di antico…Questa citazione di Giovanni Pascoli è la sintesi perfetta che rappresenta il momento storico della nostra rivista. Ebbene, ci siamo trasformati e, nella nostra mutazione, abbiamo armonizzato l’innovazione con la continuità. Così come suggerisce l’etimologia della parola trasformazione, questo numero segna l’inizio di una nuova forma, un mutamento sottolineato dal nuovo nome del giornale e da una nuova grafica. Un cambiamento importante nel quale, tuttavia, sono perfettamente riconoscibili l’impronta editoriale e le peculiarità che hanno fatto diventare il nostro mensile un vero e proprio punto di riferimento per gli operatori dell’estetica professionale e del benessere. Il nuovo avanza, la sostanza non cambia e diventa un acceleratore di opportunità. MABELLA continua ad essere al vostro fianco, efficiente e sempre aggiornata, ricca di pareri autorevoli, di approfondimenti, di momenti formativi e di nuove idee per il vostro business. E lo fa attraverso la straordinaria sinergia tra la rivista, il portale www.mabella.it e i social media. Su questo numero, lo speciale trend 2016, introdotto da dati di mercato e prestigiose testimonianze, raccoglie la visione e le strategie delle principali aziende del comparto dell’estetica. Il 2015 cede il passo all’anno nuovo, anche il settore sta cambiando e la trasformazione è necessaria. Deve essere una riflessione che coinvolge tutti, in modi differenti e a diversi livelli, un nuovo modo di vedere e vivere la propria professione, mantenendo salvi i fondamenti. Noi l’abbiamo fatto e continueremo a farlo. E voi?

Buona lettura

Anna Scicchitani

 

MabellaEdizioni