Obiettivo estate: gambe e piedi perfetti

4 giugno 2015

docciaDrenare, tonificare, energizzare: queste le parole d’ordine per contrastare gli inestetismi delle gambe, provocati da cellulite, ritenzione idrica, depositi adiposi. Le gambe gonfie rappresentano un fastidio che talvolta si rivela piuttosto doloroso, oltre che antiestetico. Le cause sono da rintracciare nella ritenzione idrica e nella scarsa attività fisica, senza dimenticare abitudini alimentari spesso scorrette. A queste, si aggiungono anche problemi di circolazione, errata postura e predisposizione ereditaria.

Fase Uno: drenare

Drenare significa fare in modo che il corpo smaltisca i liquidi in eccesso che causano gonfiore, edemi e la comparsa della tanto temuta pelle a buccia d’arancia, segnale inequivocabile di un’alterazione del tessuto connettivale adiposo con accumulo di liquidi e tossine metaboliche. Per raggiungere risultati soddisfacenti, è importante “aggredire” il problema su tre fronti: aumento dell’attività fisica, cura dell’alimentazione, trattamenti cosmetici ed estetici mirati.

Fase Due: tonificare

Muscoli tonici e pelle compatta sono sicuri alleati della bellezza e della salute delle gambe. Per raggiungere risultati soddisfacenti, il nuoto è tra le attività più consigliate, perché permette di definire meglio la forma di gambe e glutei e l’azione dell’acqua fa da salutare massaggio che contribuisce a tonificarle e a renderne armonica la linea. Per allenare le gambe, perfetto lo stile libero che coinvolge completamente gli arti inferiori. Inoltre, poiché spesso si tende ad utilizzare molto le braccia, è consigliabile nuotare qualche minuto con la tavoletta, utilizzando solo le gambe. Dopo la doccia, sulla pelle appena tamponata e ancora umida, è ideale un breve massaggio con olio naturale: mandorle dolci, jojoba e argan sono tra i più gettonati per la loro azione ammorbidente, nutriente e rassodante. In istituto, l’estetista potrà consigliare i trattamenti mirati per aiutare a rassodare le gambe, con massaggi dedicati e prodotti specifici, oppure con l’azione di alcune tecnologie, quali il massaggio endodermico, l’elettrostimolazione, infrarossi.

movimentoFase Tre: energizzare

Per il benessere e la leggerezza delle gambe, ancora una volta la parola chiave è innanzitutto movimento. Un surplus di leggerezza si aggiunge con un auto-massaggio quotidiano, applicando un gel rinfrescante o un olio essenziale come quelli di ginepro, rosmarino o limone, particolarmente indicati per un effetto di immediato ristoro. Una vera e propria sferzata di vitalità, perfetta al mattino, prima di vestirsi, oppure alla sera, per trovare sollievo al caldo e alla fatica della giornata di lavoro. Massaggiare le gambe è uno dei rimedi più gradevoli e validi tra quelli conosciuti.

Focus Piedi : coccolare e colorare

Dopo l’inverno, con i lunghi mesi passati indossando scarpe chiuse e stivali, può capitare di trovarsi con piedi dalla pelle ruvida, ispessita,piedi screpolata, complice anche un po’ di pigrizia per le estremità “nascoste”. Per rimediare e sfoggiare piedi perfetti, la carta vincente è un’accurata pedicure professionale, da mantenere poi a casa con pediluvi rilassanti, qualche scrub sulle parti difficili, come i talloni, e una dose di crema rinfrescante al mattino, mentre alla sera, prima di dormire, ideale un impacco di crema, che durante la notte agirà nutrendo e idratando, per restituire al mattino piedi morbidi e curati. Anche le unghie vanno curate, lucidate e levigate, per vestire al meglio e far risaltare smalti e colori dell’estate. Il rosso vivo, classico intramontabile, può essere anche sostituito da una tonalità più scura, elegante e sempre di grande fascino. Ma le vere protagoniste di questa estate sono le tonalità trendy, giocate sulle sfumature pastello, da cambiare spesso e da abbinare anche ai colori dell’abbigliamento o dei sandali più modaioli. Via libera dunque ai colori vitaminici: verde menta, azzurro, giallo, fino ai rosa intensi e ai coralli per dare il giusto risalto all’abbronzatura.

MabellaEdizioni