Le nuove figure professionali nel mondo della cosmetica

7 settembre 2016

Talk-Show_Cosmetica-Italia_palco_Mabella_09_16Televisione, quotidiani, magazine, radio, blog e mondo web in generale, storicamente studiano e interpretano la realtà per documentarla e diffonderla: questo è il mestiere e la professione del giornalista, del conduttore televisivo, dell’opinionista e dell’esperto. Un mondo sempre affascinante, arricchito a ritmo incalzante da novità che molto spesso, in poco tempo, introducono cambiamenti fino a pochi anni fa impensabili. Nel corso dell’Assemblea pubblica di Cosmetica Italia lo scorso 28 giugno il talk show Il rapporto tra informazione e impresa: linguaggi, strumenti e mestieri per raccontare il mondo che cambia ha approfondito proprio questo tema coinvolgendo alcuni nomi noti del giornalismo italiano. L’editorialista de La Stampa Walter Passerini ha moderato il confronto tra il presidente di Cosmetica Italia, Fabio Rossello, e Cesara Buonamici, vicedirettore del TG5, Laura Laurenzi, titolare della rubrica Che bellezza su Il Venerdì di Repubblica e Roberto Pippan, caporedattore del Giornale Radio Rai, redazione economica. Il dibattito è stato inoltre arricchito dai contributi video della blogger Clio Make-up e dello scrittore Roberto Cotroneo.

2015: LA RIPRESA DEL MERCATO COSMETICO

Beauty-Report-2016L’Assemblea pubblica è stata anche occasione per presentare la settima edizione del Beauty Report, lo studio curato da Ermeneia, a cui per il secondo anno consecutivo è stata abbinata la 48esima analisi statistica coordinata dal Centro Studi di Cosmetica Italia. Le rilevazioni hanno confermato per il 2015 la tenuta del settore cosmetico italiano che finalmente torna al segno positivo (+1,4%) nel mercato interno e, pur in una fase di lenta uscita dalla crisi, ha potuto contare sulla crescita del fatturato con oltre 10 miliardi di euro. Fondamentale il ruolo dei mercati esteri che hanno fatto registrare un aumento di oltre 14 punti percentuali per le esportazioni (pari a 3,8 miliardi di euro), generando così un saldo commerciale attivo di 2 miliardi di euro.

NUOVE PROFESSIONI PER IL MONDO BEAUTY

La cosmetica cambia e con lei cambiano i mestieri e le professioni che la caratterizzano. Le aziende di tutta la filiera si impegnano nello studio continuo di strumenti e comportamenti verso nuove soluzioni e prodotti per soddisfare le richieste di un consumatore sempre più esigente e informato. Non a caso la sezione monografica del Beauty Report 2016 è stata dedicata proprio ai nuovi mestieri della cosmetica, una risposta innovativa rispetto ai comportamenti dei consumatori che si intrecciano sempre più coi processi di comunicazione indotti dal mondo digitale. Talk-Show_Cosmetica-Italia_Pubblico_Mabella_09_16«Innovazioni di prodotto e di canale, evoluzioni tecnologiche e nuovi media, regolamentazioni e soprattutto i cambiamenti dei consumatori trainano le naturali trasformazioni del settore e della sua “popolazione” che con 35mila addetti diretti raggiunge i 200mila occupati considerando l’indotto – ha commentato Nadio Delai, presidente Ermeneia -. L’orientamento espresso dal panel di imprenditori intervistati ha collocato ai primi tre posti dei “nuovi mestieri” della cosmetica il profilo del social media manager, dell’esperto di vendite online e del digital PR: un’ulteriore conferma dell’impatto rilevante di internet e delle relative applicazioni sul piano della comunicazione. Al quarto posto troviamo inoltre il profilo dell’esperto nel sistema regolatorio e della sicurezza, seguito al quinto posto dall’esperto di marketing».

MabellaEdizioni