Il massaggio a mani e piedi

29 marzo 2016

Reflessologia plantare

E’ un trattamento che agisce attraverso la stimolazione delle zone dei piedi per ristabilire l’equilibrio del corpo. Viene effettuato attraverso una stimolazione e compressione di specifici punti sui piedi relazionati con organi e apparati. Vi sono delle controindicazioni per la reflessologia plantare, in donne in gravidanza e durante il ciclo mestruale. E’ consigliato effettuare questo trattamento lontano dai pasti ed evitarlo se si è in presenza di persone estremamente nervose o agitate. E’ indicato per i dolori più comuni come mal di schiena, mal di testa ecc.

Massaggio zonale della mano

Rispetto al massaggio del piede che richiede una particolare preparazione e conoscenza dei punti, nel massaggio della mano è sufficiente stimolare i punti riflessi relativi alla zona collegata al proprio disturbo, il massaggio della mano, in genere, può essere svolto in alternativa a quello del piede o come forma di autoterapia. La stimolazione anche quotidiana di certe aree riflesse della mano consentono di ottenere ottimi risultati. E’ utile sperimentare su di sé e sugli altri l’efficacia di questo trattamento. La tecnica consiste nell’esercitare una pressione o movimento circolare del pollice sufficientemente deciso da sentire le “ossicina” sotto la mano. Questo movimento, fatto con cautela, non dev’essere molto intenso perché il fastidio, se c’è, dev’essere tollerabile. Quando si trova un punto dolente basta massaggiare con pressioni per due o tre minuti. Il massaggio delle zone riflesse della mano può essere usato sempre e in qualsiasi momento, ad esempio nei bambini, specie nei primi anni di età, la mano è più ricettiva dei piedi, quindi può essere utile in caso di irrequietezza e stipsi. Il massaggio della mano è utile soprattutto nelle donne comprese nella fascia d’età che va dalla prima mestruazione alla menopausa. Risulta efficace anche per gli uomini in condizioni di stress e super lavoro, poiché serve per superare quegli accumuli di tensione che si ripercuotono negativamente su tutto l’organismo creando disturbi a livello di un gran numero di organi e apparati. Negli anziani, trattandosi di individui particolarmente sensibili e meno ricettivi, questo massaggio consente di agire sul sistema neurovegetativo e, allo stesso tempo, permette di mantenere attiva la zona, come se si trattasse di una sorta di ginnastica.

L’esperto risponde a redazione@mabella.it oppure a fkt.mariangela@gmail.com

Mariangela Ciriello
Mariangela Ciriello si laurea come Fisioterapista nel 1982 presso l‘Università degli Studi di Milano. Inizia la propria carriera lavorativa presso alcuni Studi professionali e successivamente presso Ente Pubblico dove opera tutt'ora. Negli anni ha frequentato diversi corsi di perfezionamento e specializzazione oltre che nella riabilitazione post-traumatica anche in Terapia Manuale, Metodo MC Kenzie, Sharman, Trigger Point, Terapia Cranio-Sacrale, applicazioni Kinesio-Tape. E' Tutor per gli studenti di Fisioterapia e ha collaborato come consulente per i corsi di Ginnastica Fisioterapica presso il Comune di Milano. Vive a Monza.
T. +39 338 8982967
e-mail. fkt.mariangela@gmail.com