L’estetista moderna e l’invecchiamento cutaneo

2 ottobre 2014

L’immagine della donna in televisione e su tutti i cartelloni è sempre la stessa: giovane o che sembri tale. E se non è giovane nasconde i segni del tempo. In ogni caso, oggi apparire vecchi, non è ammesso. Certo, è brutto vedere il trascorrere del tempo su un corpo che invecchia e allora le donne cercano di mantenere giovane il loro aspetto effettuando spesso manovre pericolose. Il problema è che molte volte il risultato è pessimo, diventano dei pupazzi senza espressione.

Molte donne accusano una pelle invecchiata oltre il normale decadimento cronologico a causa dell’alterato stile di vita, dello stress, di eccessi o intossicazioni alimentari che giorno per giorno minano dall’interno la corretta funzionalità cutanea. Ecco che una pelle costantemente curata e protetta può permettere ad ognuna di dimostrare gli anni che porta e magari anche di meno. È qui che il ruolo dell’estetista diventa importante. Essa infatti può svolgere un ruolo guida nei confronti delle proprie clienti informandole e abituandole a prendersi cura della propria pelle costantemente.

La ruga Una ruga è una piega sulla superficie della pelle e consiste in un cedimento delle strutture cutanee dovuto soprattutto ad una carenza di collagene ed elastina, proteine a cui si deve la tonicità e la morbidezza della pelle. La degenerazione di queste proteine fondamentali è dovuta a cause di varia natura: l’età, i fattori genetici, ambientali, costituzionali, l’esposizione al sole, quindi gli interventi di prevenzione delle rughe devono essere diversificati verso le varie strutture cutanee e indirizzati verso le situazioni degenerative a livello biologico, biochimico, molecolare, muscolare, nervoso. L’atrofia cutanea che si manifesta in una mancanza di idratazione nel derma è sinonimo di una diminuzione dell’apporto vascolare, di un ristagno di tossine, di una alterazione delle reazioni biochimiche della pelle e spesso da contrattura di alcuni muscoli della mimica facciale. Lo stress, specialmente nelle aree quali occhi, fronte, bocca incide nel creare solchi e rughe da contrattura muscolare.

Il trattamento Il trattamento quindi della pelle e delle rughe deve comprendere sia la superficie cutanea, spesso arida e ispessita, sia il derma e la muscolatura sottostante. Il cliente, sempre più esigente, non si accontenta più di trattamenti liscianti, idratanti di superficie dai risultati limitati nel tempo, ma desidera ottenere, se possibile, una riduzione dei processi di invecchiamento. Questo è possibile solo intervenendo sia sulla superficie cutanea, sia sotto l’epidermide attraverso operazioni atte al ripristino di una mobilità persa a causa di mancata cura. Prima di procedere è quindi importante esaminare la pelle e il soggetto per valutare che tipo di azione intraprendere. Per questo possono essere utili analizzatori della pelle (come Skin Tester Selenia Italia) che evidenziano quali sono le strutture che hanno perso la funzionalità. Il trattamento potrà poi prendere la via più giusta a secondo delle alterazioni di maggior peso.

La manualità A livello manuale comunque consiglio di agire sempre, dopo una corretta detersione superficiale, con un massaggio di apertura vascolare che apporti ossigenazione e nutrimento al derma. Tutte le pelli che presentino atonia e rughe sono infatti caratterizzate da un rallentamento della microcircolazione che determina un mancato apporto nutritivo alle cellule determinando un rallentamento delle attività metaboliche ed un ristagno di tossine e liquidi interstiziali. Successivamente, manovre di decontrazione muscolare dirette ai distretti ove siano più evidenti rughe e lassità cutanea possono tonificare la muscolatura della mimica facciale e ridurre le contratture. I muscoli facciali normalmente sono più sviluppati nella parte (destra o sinistra) ove avviene di solito la masticazione. Sarà quindi opportuno insistere sull’area dove non avviene di solito la masticazione in quanto meno tonica e sviluppata. Al fine di migliorare la tonicità della muscolatura facciale, responsabile della definizione dei tratti del volto, è importante agire in rilassamento dei muscoli Buccinatori e Temporali responsabili della mobilità della A.T.M. (Articolazione Temporo-Mandibolare). Un tessuto così opportunamente preparato, sarà un ottimo terreno recettivo per l’applicazione di specifici principi attivi che apportino nutrimento, protezione, stimolazione alla pelle.

Integrazione tecnologie – manualità – cosmesi Chi sia in possesso di tecnologie a Radiofrequenza e/o Fotostimolazione LED, può Integrare l’uso dell’apparecchiatura con la manualità sopra descritta in modo da amplificare gli effetti del trattamento. Nei miei corsi di formazione, insegno proprio l’integrazione di tecnologia e manualità per ottenere risultati superiori alla media avendo fatto una lunga esperienza negli ultimi anni. Propongo una più ampia conoscenza di: • anatomia e fisiologia del tessuto soggetto all’inestetismo; • caratteristiche fisico-dinamiche della tecnologia utilizzata; • effetti di talune sostanze cosmetiche da utilizzare.

La Formazione La Formazione è quindi fondamentale per lavorare ai massi livelli. Non ci si può improvvisare, solo la conoscenza specifica consente di ottenere i migliori effetti biologici e il successo nella propria professione. Dal momento che l’invecchiamento precoce della pelle dipende da fattori legati allo stile di vita, al fumo, all’esposizione solare, all’alimentazione, è opportuno che l’estetista consigli alla cliente il mantenimento regolare di una corretta protezione cosmetica cutanea e un’alimentazione più sana, ricca di verdure, frutta di stagione e pesce. La salute della pelle passa anche attraverso ciò che mangiamo!

Il consiglio di Richard Pearson Suggerirei quindi all’estetista di promuovere l’idea che la pelle va mantenuta in buona salute tutto l’anno e trattata diversamente a seconda della stagione. Un trattamento mensile in istituto e una corretta autocura domiciliare giornaliera garantisce alla cliente i migliori risultati. Le rughe si possono prevenire e attenuare solo con un’attenzione costante e una protezione giornaliera… per tutta la vita.

MabellaEdizioni