L’estetica nell’era dei big data

L’estetica nell’era dei big data

Di Alessandro Mecca

Ottenere il massimo dalle apparecchiature, ottimizzare la gestione del centro estetico, aumentare la soddisfazione della clientela e incrementare il business. Tutto questo, grazie alla tecnologia. Ce ne parla Alessandro De Pedys, Direttore della filiale italiana di LPG, che ci svela anche un importante progetto per il futuro.

Scienza e bellezza sono due elementi sempre più vicini. Quanto è importante pensare a una produzione in chiave Industria 4.0?

LPG, avendo origine in ambito medicale, posa tutti i propri fondamenti proprio sulla ricerca scientifica.
Esiste una vasta letteratura di ben 145 studi scientifici pubblicati ad avvallare la validità della tecnica endermologie per la risoluzione di varie problematiche.
Questa immensa esperienza in ambito medicale è stata quindi trasposta nel campo dell’estetica, al servizio della bellezza e più ampiamente del benessere individuale.
LPG ha sviluppato la gamma Cellu M6 Alliance affinché fosse all’avanguardia sul mercato e l’azienda – tra i leader nell’ambito della meccanostimolazione – l’ha dotata delle più evolute tecnologie disponibili.
Orientare la propria produzione in chiave Industria 4.0 diventa attualmente un presupposto imprescindibile per stare al passo dei parametri imposti da un mercato sempre più reattivo e flessibile, da cui il settore dell’estetica non deve – e non vuole – rimanere escluso.

Le caratteristiche di innovazione tecnologica di Cellu M6 Alliance hanno consentito a queste apparecchiature di rientrare potenzialmente nei Beni Industria 4.0*. A parte i benefici fiscali** dei quali si può godere, quali sono le evoluzioni possibili dell’Industria 4.0?

L’argomento è molto complesso e, come si può ben immaginare, l’agevolazione fiscale è da intendersi semplicemente come corollario. Il vero punto di forza di queste nuove apparecchiature LPG è un altro: grazie alle loro caratteristiche, consentono all’azienda di lavorare in connessione con la propria clientela, con l’obiettivo di migliorarne i risultati. Le apparecchiature, infatti, dall’analisi dei dati sono in grado di fornire un quadro relativo alla frequenza con la quale sono effettuati i trattamenti in istituto.
Per quelli meno richiesti, LPG metterà in atto una serie di attività a supporto della cliente, scendendo in campo anche con iniziative di trade marketing e formazione.
Un altro punto di forza è la teleassistenza: in caso di guasto, i tecnici possono intervenire a distanza, collegandosi con l’apparecchiatura e verificando il codice errore. Questo consente un risparmio in termini di tempo e di costi e un beneficio in ottica di gestione, che diventa più efficiente. La cliente, infatti, non sarà costretta al blocco dell’apparecchiatura.
L’evoluzione della gamma Cellu M6 Alliance, inoltre, è caratterizzata da un’interfaccia altamente intuitiva e performante e da un software specifico, pensati per rendere più semplici alcune operazioni preliminari, come la preimpostazione dell’apparecchiatura e la registrazione dei dati dei clienti. Un giorno, la tecnologia consentirà anche di ottimizzare la gestione degli aspetti logistici: sarà l’apparecchiatura stessa, per esempio, a individuare la necessità di ricambi e ad inviare l’ordine alla casa madre. Si parte quindi come sempre, dall’analisi dei dati di utilizzo per migliorare le prestazioni dell’apparecchiatura.
Le possibilità date dalle nuove tecnologie adottate sono veramente infinite; ci troviamo a operare in una nuova dimensione, scandita dall’avvento della quarta rivoluzione industriale.

Per continuare a leggere l’articolo Abbonati alla rivista

Leggi anche l’articolo Dedicato alle neomamme di LPG

Leggi anche l’intervista ad Alessandro De Pedys Estetica 4.0

Scegliere un’apparecchiatura con queste caratteristiche, quindi, può aiutare l’estetista a ottimizzare la produttività, con ritorni anche in termini di business?

L’operatrice deve essere in grado di analizzare i dati forniti dall’apparecchiatura per migliorarne tutte le aree di utilizzo e, di conseguenza, aumentare il business d’istituto. Volendo, se impossibilitata a raggiungere il proprio centro estetico, la professionista potrebbe addirittura collegarsi – e comandare – l’apparecchiatura a distanza.
È possibile inoltre, sempre in ottica industria 4.0, collegare tutte le apparecchiature presenti nel centro a un unico software gestionale, per ottenere ulteriori dati da analizzare. LPG accompagna l’operatrice lungo tutto il cammino necessario per sviluppare queste abilità. Le continue migliorie apportate alle apparecchiature hanno anche l’obiettivo di dare nuovi stimoli commerciali all’estetista. Ci piace pensare a una nuova figura professionale, che sfrutta l’innovazione tecnologica per creare attività promozionali mirate, in base alla stagione e ai bisogni della propria clientela, partendo dall’analisi dei dati forniti dalle apparecchiature.

www.endermologie.com

Beauty & Technology – Leggi tutti gli articoli