L’autotrapianto capelli di Laura: la scelta giusta contro la calvizie femminile

7 giugno 2017

Non solo gli uomini possono andare incontro ad importanti fenomeni di caduta capelli. Il numero di donne che soffre di perdita capelli è in costante aumento. Secondo uno studio dell’ IHRF (Inter­na­tio­nal Hair research foun­da­tion) una donna su due avrebbe problemi di capelli.
E’ bene però distinguere se la caduta di capelli può essere considerata normale o se invece si tratta di un campanello d’allarme che ne preannuncia una perdita definitiva.

In quest’ultimo caso potrebbe trattarsi di alopecia androgenetica femminile. E’ una problematica che interessa circa 4 milioni di donne in Italia e che si manifesta spesso con un diradamento progressivo nella zona superiore del cuoio capelluto. Se non trattata adeguatamente, la calvizie androgenetica è solita degenerare in modi spesso imprevisti, fino al momento in cui l’intervento chirurgico diventa l’unica opzione per risolvere la situazione.

Il trapianto capelli di Laura con Istituto Helvetico Sanders

Laura, 31 anni, si presentava in Istituto Helvetico Sanders con un pronunciato diradamento dei capelli a livello della linea centrale, esteso anche alla linea frontale. La riga dei capelli risultava largamente compromessa e la problematica era divenuta evidente, soprattutto se vista dall’alto.

La soluzione proposta da Istituto Helvetico Sanders: autotrapianto capelli con tecnica F.U.E. per ridefinire l’attaccatura e per infoltire tutta la zona diradata. In associazione trattamento specialistico per normalizzare la caduta e restituire corposità e spessore ai capelli.

Laura è ricorsa all’autotrapianto di capelli per risolvere il suo problema di calvizie femminile e ha ottenuto un bel risultato in termini di copertura riuscendo anche a normalizzare il cuoio capelluto.

La testimonianza di Laura

Dopo essersi documentata a lungo sul Web, Laura ha scelto Istituto Helvetico Sanders perché sapeva di poter essere seguita con costanza prima, durante e dopo l’autotrapianto.

Vista la grande competenza e sicurezza del personale, è  sempre stata molto ottimista sui risultati attesi e si è detta molto a suo agio con l’equipe Sanders.  La ragazza non ha provato alcun fastidio (intervento eseguito in anestesia locale) ed è tornata alle normali attività quotidiane già dopo una settimana dall’intervento.

La ricrescita dei capelli trapiantati è stata graduale: i primi risultati apprezzabili sono stati evidenti dopo circa 6 mesi, mentre quelli definitivi si sono potuti ammirare già dopo 12 mesi dall’intervento. Proprio per questo motivo sono previste da protocollo due visite di controllo post intervento (dopo 6 mesi e dopo un anno) con il chirurgo.

L’autotrapianto F.U.E. si avvale di un metodo rivoluzionario, minimamente invasivo, che consiste nel prelevare dalla zona occipitale i singoli bulbi che vengono re-impiantati a loro volta nella zona interessata. I risultati sono completamente naturali, graduali e duraturi, con i capelli che crescono più forti di prima nelle zone dove non erano presenti. Inoltre, le cicatrici della tecnica F.U.E. sono praticamente invisibili.

Istituto Helvetico Sanders: l’eccellenza nel settore tricologico

In occasione del suo trentesimo anniversario, Istituto Helvetico Sanders offre gratuitamente un test del DNA (al solo costo delle spese di spedizione di €50) che consente di accertare scientificamente se esiste il rischio di alopecia e in quale misura esso è eventualmente presente nel proprio profilo genetico.

Per sottoporsi al test del DNA o ad una consultazione per il Trapianto capelli F.U. E. è possibile prenotare la propria Visita Specialistica Gratuita chiamando il numero verde 800 283838, oppure compilando il modulo di richiesta nel sito www.sanders.it .

Questa la lista completa con le nostre 22 sedi in Italia: Bologna, Genova, Milano, Padova, Torino, Treviso, Trieste, Verona, Ancona, Firenze, Perugia, Pescara, Roma, Bari, Cagliari, Catania, Cosenza, Lecce, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Salerno

a cura di Rosanna Bassi

MabellaEdizioni