L’alopecia e la Dermopigmentazione

L’alopecia e la Dermopigmentazione

di Ennio Orsini

Restituire bellezza e soprattutto sorrisi. Chi soffre di alopecia è prima di tutto a disagio con se stesso. La dermopigmentazione e la tricopigmentazione contribuiscono a migliorare l’aspetto nelle zone in cui i peli sono diradati o assenti

Il termine alopecia è una denominazione generica con cui si intende la riduzione o l’assenza di peli in una qualsiasi area corporea. Pertanto, è possibile individuare forme di alopecia del cuoio capelluto, della barba, del sopracciglio, etc.. L’estensione dell’alopecia è variabile: si possono riscontrare forme localizzate, diffuse, totali (quando interessano un’intera area corporea) e universali (che interessano la superficie corporea in toto). Classicamente, si distinguono due categorie di alopecie: le alopecie non cicatriziali e quelle cicatriziali. Nel primo caso, la ricrescita del pelo è possibile perché il follicolo pilifero, cioè l’insieme del pelo e delle sue guaine epiteliali, non viene distrutto; nel secondo caso, invece, il processo patologico porta alla distruzione del follicolo pilifero, con formazione di tessuto cicatriziale glabro.

Le alopecie non cicatriziali possono essere suddivise in forme ereditarie e forme acquisite. Le prime sono rare e possono essere isolate oppure essere associate ad altre patologie d’organo o ad alterazioni della struttura del pelo. Le forme acquisite, invece, comprendono alcune tra le forme di alopecia più diffuse, quali l’alopecia androgenetica e quella areata, che colpisce un’area di una parte corporea. L’alopecia androgenetica è la più comune causa di alopecia nel sesso maschile, ma interessa anche il sesso femminile, sebbene sia meno frequente e si manifesti con un aspetto clinico differente.

L’alopecia areata è una patologia frequente, di natura auto-immune, caratterizzata dalla perdita circoscritta di peli, che determina la caratteristica alternanza clinica di chiazze glabre e aree non colpite dalla patologia. In questa patologia, oltre alla predisposizione genetica, gioca un ruolo importante lo stress psico-fisico. Questa forma di alopecia si distingue per il decorso imprevedibile e la possibilità di guarigione spontanea.

In ogni caso, di fronte ad una perdita di capelli è necessario effettuare una adeguata anamnesi, al fine di escludere cause sistemiche, che possono essere trattate efficacemente con terapie mediche e con l’utilizzo di alcuni integratori. Ad esempio, l’anemia da carenza di ferro è una delle cause sistemiche che può provocare alopecia. In questo caso, l’uso di terapie mediche topiche non ha alcuna efficacia, essendo presente una carenza di un fattore essenziale allo svolgimento del normale ciclo del follicolo pilifero. Pertanto, la terapia dell’alopecia varia a seconda del tipo di patologia.

In alcuni casi, come nell’alopecia areata, è possibile non attuare alcun tipo di terapia; in altri, come nel caso del lichen planus pilaris, è assolutamente necessario intervenire con una terapia complessa, comprendente anche farmaci steroidei, al fine di evitare la formazione di tessuto cicatriziale. Ad ogni modo, qualsiasi sia la forma di alopecia dalla quale una persona è affetta, la dermopigmentazione e la tricopigmentazione costituiscono una buona soluzione per ovviare agli inestetismi che questa patologia provoca.

Sia nell’uomo sia nella donna, grazie al trucco permanente si può ricostruire un’arcata sopraccigliare priva di peli o coperta solo in parte da peli e ridare serenità a chi fa fatica ad accettarsi e a guardarsi allo specchio, dopo che il proprio sguardo è cambiato inevitabilmente in seguito all’insorgere della malattia. Un altro trattamento molto richiesto in questi casi è il trucco permanente al contorno occhi, che viene eseguito per ovviare alla perdita delle ciglia.

Questo trattamento aiuta a dare profondità allo sguardo e a rimediare in parte alla mancanza di ciglia. Infine, con la tricopigmentazione (tatuaggio del cuoio capelluto) si possono coprire diradamenti o calvizie causati dall’alopecia. Per un dermopigmentista svolgere il proprio lavoro in questi casi è molto gratificante, perché permette di regalare un sorriso a chi sta vivendo con difficoltà questa patologia. La dermopigmentazione e la tricopigmentazione sono consigliati a chi soffre di alopecia, in quanto aiutano a coprire gli inestetismi causati dalla stessa.

Chiudi il menu