You are currently viewing La pelle ci parla: come scegliere l’integratore giusto

La pelle ci parla: come scegliere l’integratore giusto

Utili per migliorare l’elasticità della pelle, per contrastare i radicali liberi e a rallentare l’invecchiamento cutaneo, gli integratori hanno ormai un ruolo predominante sulla nostra tavola, ma per essere realmente di supporto bisogna saperli scegliere seguendo i consigli degli esperti.

Se da un lato è assolutamente vero che la salute della pelle passa da una corretta alimentazione composta da frutta e verdura, legumi e pesce azzurro è altresì vero che spesso questi alimenti non sono sufficienti nelle quantità o nella qualità e dunque può essere utile far ricorso a un supporto maggiore, per questo entrano in gioco gli integratori. Un integratore valido è ormai polivalente: non si limita solo a combattere le rughe, ma contribuisce a mantenere o migliorare lo stato di salute generale di un individuo.

Gli integratori antiage contengono antiossidanti come Vitamina C, Vitamina E, carotenoidi, quercitina, resveratrolo, Acido Lipoico, estratti vegetali, Acido Ialuronico, Aloe Vera e Collagene, e possono rivelarsi dei preziosi alleati contro le rughe ed i segni del tempo. In genere, l’efficacia antirughe è massima negli individui interessati dai primi segni di decadimento estetico della pelle ed esposti a una dieta povera di antiossidanti o a uno stress psicofisico eccessivo; in simili circostanze l’uso costante del prodotto può favorire un effettivo appianamento delle rughe più sottili, migliorando visibilmente la compattezza e l’estetica cutanea.

PELLE GRASSA

La pelle grassa è una situazione della cute dovuta a un’eccessiva produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee che si trovano nello strato profondo dell’epidermide. Di conseguenza, la cute assume un colorito spento e un aspetto lucido, untuoso e irregolare. Inoltre, la sovrabbondanza di sebo facilita la comparsa di pori dilatati, comedoni e – quando i batteri agiscono sui follicoli causando infiammazioni – brufoli e acne. È possibile aiutare la pelle grassa utilizzando integratori specifici quali quelli a base di Carciofo, Tarassaco e Cardo mariano, che attivano il fegato, organo deputato al drenaggio tossinico derivato dalle tossine endogene (di produzione interna) che esogena (provenienti dall’esterno). 

Leggi anche l’articolo Giovani fin da giovani

Altre sostanze attive per la pelle grassa sono la Bardana e la Viola Tricolor, grazie alle proprietà sfiammanti e di regolazione della secrezione sebacea, che possono essere utilizzate sia a livello interno che a livello topico; Juglans regia (noce) lavora sia a livello intestinale che a livello del microbioma cutaneo, con azione antisettica. Infine, il Tea Tree Oil (melaleuca alternifolia) è un integratore naturale ad uso topico diluito in una crema alla Calendula Officinalis, come antibatterico.

Leggi anche l’articolo “Non mi piaccio più” l’adolescenza e l’accettazione di sé

PELLE SECCA

L’aggettivo “secca” viene usato per descrivere un tipo di pelle che produce meno sebo rispetto a quella normale. Come conseguenza della mancanza di sebo, la pelle secca ha una carenza dei lipidi utili che le servono per trattenere l’idratazione e costruire uno strato difensivo contro le aggressioni esterne. È importante condurre un’alimentazione sana ed equilibrata, scegliendo i prodotti da portare sulla tavola in base alla stagionalità e bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno. Anche gli integratori per pelli secche mirano a ristabilire il giusto grado di idratazione e, nel contempo, a mantenere la cute liscia e morbida. Le sostanze più utili sono gli Omega-3 e Omega-6 che, attraverso l’azione lenitiva dei due acidi grassi essenziali aiutano a ristabilire la barriera protettiva della pelle, evitandone la disidratazione. La Vitamina E, lo Zinco e il Selenio contribuiscono a combattere i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cutaneo che si associa ad un aumento della secchezza della pelle. Il Licopene e la Vitamina C attivano la produzione di ceramidi, molecole lipidiche considerate il “cemento” della cute, aiutando a mantenere l’elasticità che viene a mancare nelle pelli secche.

Per continuare a leggere l’articolo Abbonati alla rivista

I Nostri Esperti – Leggi tutti gli articoli