La cura dei piedi

20 luglio 2018

Spesso la pedicure viene interpretata dai clienti di un centro estetico o nails come un trattamento per l’estate. Invece è di fondamentale importanza eseguirlo anche durante tutto l’arco dell’anno, per la salute dei piedi e dell’intero organismo, purché a farlo sia personale specializzato.

La pedicure è un trattamento di fondamentale importanza per la salute dei nostri piedi e dell’intero organismo. Pensiamo a tutte le attività in cui coinvolgiamo i nostri piedi ogni giorno, tutto l’anno: camminiamo, corriamo, stiamo in piedi per lavoro o durante la giornata.

I piedi sorreggono il nostro peso e troppo spesso li trascuriamo!

Con l’arrivo della bella stagione cerchiamo di correre ai ripari, per poter finalmente mostrare i nostri piedi al meglio con calzature estive e aperte. Ricordate che la loro cura dovrebbe essere continua e costante tutti i mesi dell’anno, anche quelli invernali, per poter alleviare stress, tensioni e prevenire eventuali problematiche ungueali e della pelle. La pedicure senz’acqua sembra qualcosa di controintuitivo, ma è un servizio alternativo conveniente, efficiente e lungimirante.

Alcuni saloni hanno abbandonato la classica pedicure per questo tipo di trattamento, raggiungendo un inaspettato successo. Eliminare l’acqua dalla pedicure è più sicuro per la salute delle clienti (senza vaschetta si neutralizza il proliferare di germi, funghi e batteri), fa risparmiare tempo ed è una scelta eco-friendly. Molte onicotecniche sono convinte che il pediluvio renda le unghie più morbide e quindi più facili da tagliare e che l’acqua ammorbidisca la pelle rendendola più ricettiva all’azione dei prodotti.

L’effetto emolliente dell’acqua non è però così indispensabile se si investe negli strumenti e nei prodotti giusti; in altre parole, se si usano ottime tronchesi, punte fresa, forbicine, lime e prodotti di alta qualità per cuticole e calli, pur rinunciando al pediluvio l’approccio non sarà particolarmente difficoltoso.

La fresa è lo strumento ideale e fondamentale per effettuare la limatura nella ricostruzione unghie o nel trattamento estetico di pedicure.

Vediamo ora i passaggi per una corretta pedicure, che sottolineo deve essere fatta da personale specializzato:
  1. Per prima cosa, eliminare ogni eventuale residuo di smalto presente sulle unghie.
  2. In seguito detergere i piedi e le unghie con una soluzione preparatoria, un lavaggio a secco.
  3. Applicare un prodotto per rimuovere efficacemente le pellicine in eccesso presenti sulla superficie ungueale.
  4. Con l’ausilio di uno spingi cuticole, spostare delicatamente le cuticole verso la zona della radice dell’unghia. Questo passaggio sarà molto utile al fine di ammorbidire le cuticole e facilitare il lavoro che verrà eseguito in seguito con la fresa.
  5. A questo punto procedere con la dry pedicure con l’utilizzo del micromotore.
  6. Sulla lamina ungueale si consiglia di utilizzare delle punte rivestite in diamante oppure in pietra pomice.
  7. Ogni punta ha il proprio utilizzo: spingere, sollevare e rimuovere le cuticole, opacizzare la lamina ungueale, levigare la pelle e renderla quindi più recettiva all’assorbimento dell’olio per cuticole e della crema idratante. E’ molto importante comprendere l’uso specifico di ogni punta ed il corretto utilizzo e posizionamento del manipolo per questo è vivamente consigliato frequentare un corso fresa al fine di ricevere una preparazione completa in materia.
  8. Dopo aver trattato le cuticole, la lamina ungueale, la pelle ed i talloni con la fresa si può procedere con la fase di limatura: scegliere la lunghezza desiderata e limare le unghie con la punta fresa specifica oppure con la lima manicure americana per evitare di rovinare le unghie e sollevare le lamelle.
  9. Una cosa molto importante da tenere in considerazione è quella di operare solo su unghie e piedi in buona salute, a meno che, chi svolge le procedure indicate non abbia una preparazione specifica in podologia.
  10. Prima della pedicure è infatti sempre indispensabile fare un’analisi dello stato della pelle e delle unghie della cliente per constatare la presenza di eventuali patologie. In caso di micosi, infiammazioni, lesioni sarebbe consigliato non intervenire ma proporre all’interessata di recarsi da un podologo oppure da un medico.
  11. Una volta giunte alla conclusione della pedicure si può procedere con l’applicazione dello smalto
    desiderato e perchè no, osare con la realizzazione di una nail art di tendenza sull’alluce.

a cura di Greta Mancinelli – Master Educator Estrosa

Scopri tutte le novità

MabellaEdizioni