La bellezza che con-vince è quella che verrà

14 gennaio 2016

Beauty-Evolution-di-Confartigianato-Vicenza,a cura di Valeria Sylvia Ferron

Non ci stancheremo mai di dire che il mestiere dell’acconciatore e dell’estetista, comunemente denominati “professionisti della bellezza”, è una professione in continua evoluzione. Questo perché cambiano costantemente i look, le mode, le tendenze, poi perché l’Italia è ancora maestra di stile nel mondo: fattori che instillano negli imprenditori del settore il bisogno di formazione e aggiornamento continuo, per rimanere competitivi nel mercato. Questa tendenza può accentuarsi in considerazione di avvenimenti sociodemografici che apparentemente non toccano la vita del parrucchiere di contrada o del centro estetico cittadino, ed invece anche loro ne saranno prima o poi coinvolti.

Alcuni esempi

  • Le stime demografiche ci dicono che in Italia e in Europa si sta progressivamente abbassando il tasso di natalità, contemporaneamente aumenta la speranza di vita e quindi l’età media della popolazione. Conseguenza: avremo sempre più popolazione anziana nei prossimi decenni.
  • Le migrazioni dei popoli nel nostro paese e l’aumento di residenti di origine straniera farà sì che il nostro tessuto sociale sarà sempre più multietnico. Conseguenza: vi saranno modi sempre più diversi di percepire la propria bellezza, in virtù delle variegate tradizioni, costumi, credi religiosi, mode e modi di vivere che ognuno porta con sé.

Conclusione: forse non siamo ancora preparati ad affrontare queste sfide, che richiedono indubbiamente nuove competenze per relazionarsi con questa tipologia di clientela, ritenuta finora, poco importante. Ma un domani?

Beauty Evolution

Beauty-Evolution-di-Confartigianato-VicenzaSu questi temi si è svolto il 15 novembre scorso il meeting “Beauty Evolution” rivolto alle imprese di acconciatura ed estetica di Confartigianato Vicenza, il tradizionale appuntamento annuale che questa volta ha voluto aprirsi ad entrambe le categorie: «Perché di fronte agli argomenti trattati – spiega Valeria Sylvia Ferron, Presidente della categoria Estetica – abbiamo voluto indirizzarci alla figura globale del “professionista del benessere”, senza distinzione di sorta». Il meeting ha seguito un percorso concettuale che ha portato a capire come, i cambiamenti sociodemografici, agiscono a diversi livelli: anzi tutto nel campo della moda e del trend, che influenzano in maniera decisiva il look delle persone.

Ne abbiamo parlato con Francesco Brusaporco, consulente internazionale di moda, che ha illustrato come cambiano i modi di vestire ed essere soprattutto in base alle etnie e provenienze: sul palco sono intervenute ragazze italiane, ma di diverse provenienza etnica, per capire come le giovani generazioni conciliano la loro tradizione con la nostra, e di quali trattamenti e prodotti diversificati necessitano per la loro pelle e capelli.

A seguire, è intervenuto Andrea Bovero (Presidente Cidesco Italia) che ha illustrato al pubblico quali sono le esigenze dei clienti delle SpaFerron nei vari continenti: soprattutto quale formazione è utile per gli operatori del benessere per conseguire uno standard di qualità a livello internazionale.

Infine, si è approfondito il tema del benessere degli stessi operatori: prima di curare il benessere negli altri, è necessario infatti mantenere il proprio. Ne abbiamo parlato con il dott. Filippo Ongaro, dottore in medicina antiaging nonché nutrizionista che segue da anni il regime alimentare degli astronauti. Con lui abbiamo compreso come preservare il nostro benessere psico/fisico per meglio trasmettere un trattamento di qualità al nostro cliente finale.

Il meeting “Beauty Evolution”, incentrato sull’evoluzione della bellezza, è stato sicuramente la sintesi di un percorso di riflessione importante, ma sarà il tema conduttore di percorsi formativi che verranno realizzati nel 2016. Anche la nostra professionalità ha bisogno di manutenzione, tecnica e culturale: considerando l’evoluzione continua che stanno avendo i canoni della bellezza, sarà questa la strada giusta da percorrere.

Valeria Sylvia Ferron
Valeria Sylvia Ferron inizia la propria formazione nell’estetica professionale come scuola dell’obbligo e opera come estetista da quando aveva 18 anni. Ha avviato e gestito diversi Istituti di estetica e benessere, un’attività che prosegue oggi, dopo 26 anni di lavoro come titolare. Parallelamente coltiva il suo interesse per il trucco teatrale e il body painting, conseguendo nel 2009, il brevetto di Truccatrice Teatrale e Cinematografica a Roma. Da 9 anni docente in un istituto di formazione professionale per estetiste a Vicenza. È da anni impegnata nella tutela e sviluppo della categoria estetica attraverso Confartigianato, rivestendo il ruolo di Presidente prima a livello provinciale, in seguito regionale e dal 2012 come Vice nazionale.
Confartigianato Vicenza Categoria Estetica ● T +39 0444 168323 ● www.confartigianatovicenza.it