Intervista: Clara Macchiella Corradini – Bioline-Jatò

20 giugno 2016

Passione, cuore, esperienza. Ricerca, innovazione. Un solido esempio di imprenditoria italiana. Al timone di Bioline-Jatò da oltre 30 anni Clara Macchiella Corradini, alla quale chiediamo di farci un excursus delle tappe più significative che hanno segnato il successo di questa azienda.

Tutto ha avuto inizio negli anni ’70 con l’apertura di una Scuola di Estetica Applicata dedicata a valorizzare la figura dell’estetista. Lì matura la consapevolezza che mani capaci hanno bisogno di prodotti altrettanto intelligenti, che possano coadiuvare e ottimizzare l’efficacia dei trattamenti manuali. Il passo per trasformare questa necessità in realtà è stato breve. Nel 1979 ho fondato con mio marito Marco Corradini la Bioline e lanciato la nostra prima linea cosmetica che promuove una siner- gia, incredibilmente innovativa per l’epoca, fra trattamenti per la cabina e le loro riformulazioni pensate per l’applicazione domiciliare. Da allora non smettiamo di porci nuovi obbiettivi, affidandoci all’intuito ma anche ad una ricerca seria e tecnologicamente all’avanguardia: negli anni ’80 introduciamo il retinolo in forma trifasica, nei primi anni ’90 utilizziamo l’acido glicolico, negli anni 2000 le cellule staminali da diverse specie vegetali – solo per citare alcuni passaggi. E così… grazie a questi e altri capisaldi, siamo riconosciuti da anni tra i più importanti protagonisti dell’estetica professionale internazionale.

Nel 2015 avete lanciato il progetto BluBeauty. Quali sono gli obbiettivi e come si declina nella vostra proposition?
Dopo oltre trent’anni di ricerca al servizio della bellezza nel 2015 abbiamo deciso di rafforzare la nostra già riconosciuta identità attraverso l’uso di un colore, il BLU. E’ un colore che ci ha sempre accompagnati e che in effetti rappresenta perfettamente i valori alla base della nostra promessa: PUREZZA – quella che caratterizza gli elementi essenziali della naturBLUEBEUTY bioline-jatò a con cui abbiamo sempre lavorato, SICUREZZA – il principio guida dell’intera filiera di produzione, e SERENITA’, intesa come la pace interiore derivante dalla tranquillità con cui ogni donna e ogni uomo affida la salute e la bellezza del proprio corpo all’esperienza Bioline. Da qui anche l’idea di l
avorare su una nuova immagine che conferisse al nostro colore rappresentativo un significato ancora più intenso e profondo: e così nasce BLUVIVO, una illustrazione vettoriale ricca e coinvolgente, animata da segni grafici netti, che coniugano il mondo vegetale, a quello dell’arte e della scienza. Una foresta preziosa, a tratti misteriosa, e in continuo divenire… proprio come mi piace pensare sia Bioline-Jatò

Il settore è in costante evoluzione grazie alle nuove tecnologie e alla ricerca. Lei, che è stata antesignana di una proposta formativa innovativa dedicata alle professioniste della bellezza, in termini generali, come vede oggi la formazione all’interno di questo panorama?

Il settore dell’estetica ha subito cambiamenti importanti, non solo grazie a nuove tecnologie e ricerca, ma anche a mutamenti sociologici e psicologici. Lo stesso concetto di “bellezza” si è evoluto, allargandosi da stretti canoni estetici alla ricerca di armonia nelle forme e del stare bene con sé stessi in senso ampio. Di pari passo, cambiano i termini che definiscono la professionalità
Formazione Bioline-Jatòin ambito estetico. Da questo punto di vista, la formazione affronta oggi un importante passaggio: chi si rivolge all’Istituto di Estetica non è un semplice “cliente”, fruitore di un servizio, ma una “persona”, da saper leggere nella sua complessità. Si dà particolare importanza all’acquisizione di capacità di osservazione,di comprensione delle dinamiche che sottendono ai bisogni, di interpretazione del linguaggio analogico e del temperamento della persona. Prendersi cura di sé, valorizzare la propria originale esteriorità è per ognuno un passaggio fondamentale nella costruzione del proprio benessere: dobbiamo esserne consapevoli e professionalmente all’altezza.

Nell’offerta Bioline-Jatò la formazione è parte integrante. Quali sono i vantaggi competitivi che deriva- no da una corretta conoscenza di prodotti, dei principi attivi e delle applicazioni?

In un mercato molto competitivo, la conoscenza e la capacità di trasmetterla possono fare la differenza. Come in molti altri ambiti, le estetiste si trovano a colloquiare con un cliente sempre più informato, esigente ed attento, anche verso aspetti non strettamente tecnici del servizio. Tanto più si riesce a cogliere in ampiezza e profondità le esigenze di chi si ha di fronte, tanto più si riesce a formulare proposte valide e ad offrire un reale “tempo dedicato”. La nostra storia, come ho ricordato, nasce dalla Scuola di Estetica Applicata e la formazione è sempre stata centrale per noi. Alla base di tutto ci deve essere lo studio, la conoscenza profonda. Poi si cresce attraverso la pratica e l’aggiornamento costante. E’ un percorso che va alimentato con molta passione e generosità, ma il solo che permette di trasformare la teoria in pratica, e lo studio e la ricerca in risultati concreti. E il saper garantire risultati visibili e duraturi – in pratica, la qualità del proprio lavoro – è in assoluto il miglior vantaggio competitivo.

Distributori e partner, avete un segreto per mantenere un così alto tasso di fidelizzazione?

Siamo una famiglia che lavora in questo settore da quasi quarant’anni, e accudiamo le relazioni con la stesso impegno con cui ci prendiamo cura della nostra promessa di Bellezza. Negli anni abbiamo costruito solide relazioni con distributori e collaboratori che costruiscono con noi il successo della “Famiglia Allargata Bioline-Jatò”, lavorando con passione in 45 paesi disseminati sui 5 continenti. Jacopo Bioline-Jatò tommaso01Oggi guidiamo l’azienda insieme ai nostri figli Jacopo e Tommaso – da cui l’acronimo Jatò – che rinnovano la nostra passione e la nostra determinazione. La “vision” che ci guida evolve con i tempi, ma si basa saldamente su pochi elementi fondamentali: grande attenzione per la formazione, ricerca e utilizzo di tecnologie all’avanguardia, manualità e trattamenti sicuri ed efficaci. I nostri partner apprezzano questa continuità, di valori e di persone. Il pay-off “Italian Research and Beauty” sottolinea proprio questo, il nostro DNA italiano, la cultura della relazione, della famiglia.

Ora parliamo dei vostri prodotti, quali novità avete in serbo?Mabella modella bioline Jatò
Stiamo lavorando su una nuovissima ed esclusiva linea cosmetica per il viso, ma per ora
non possiamo ancora svelarvi i dettagli… appuntamento ad ottobre per conoscere la nostra novità di bellezza!

E, un’ultima domanda a lei che è una donna di successo. Quali sono i consigli che si sente di dare alle donne che, in questo settore, desiderano intra- prendere una nuova attività imprenditoriale?

Di farsi guidare dalla loro passione, che deve essere forte e inesauribile. Di tenere viva la curiosità, è la base della creatività, di tutto. E studiare, tanto, perché le idee si concretizzino in qualcosa di vero valore. Oggi è più difficile che negli anni in cui ho cominciato io, lo riconosco, ma spero le donne d’oggi trovino la forza per non mollare. Posso assicurare che la ricompensa è alta: quando il lavoro è passione, andare in ufficio è un piacere. In sintesi direi, “i piedi per terra e le ali per volare”.

GUARDA LA VIDEO-INTERVISTA

www.bioline-jato.com 

MabellaEdizioni