Seguici sui social
Il dermomagnetismo, questo sconosciuto

Il dermomagnetismo, questo sconosciuto

di Ennio Orsini

Una novità che a breve sarà introdotta in vari campi, quali la dermopigmentazione, la dermopigmentazione paramedicale e la body art è il Dermomagnetismo

Partiamo da una analisi puramente etimologica di questo neologismo, appositamente creato per svelare il nuovo modo di approcciarsi al trucco estetico e paramedicale: la radice derm- (dal gr. δέρμα) indica tutto ciò che ha come argomento la pelle ed è il luogo fisico con cui ogni dermopigmentista si rapporta; il suffisso -magnet (dal gr. μάγνης = pietra di magnesia) corrisponde al fenomeno ed alle proprietà dei magneti o delle correnti elettriche di generare un campo magnetico. Come possono due materie così distanti essere accomunate in un’unica parola e “collaborare” per un risultato soddisfacente?
È proprio ciò che il dermomagnetismo svelerà, è la scoperta che cambierà il modo di approcciarsi alla pelle, sfruttando la fisica e l’estetica, con campi di applicazione illimitati che spaziano dalla medicina moderna al trucco permanente, fondendosi, proprio come fanno i magneti, pur essendo campi opposti.

Il Dermomagnetismo nasce con l’ambizione, dopo anni di studio e di esperimenti, di dare una risposta definitiva alle diverse forme di alopecia non trattabili con trucco permanente (si pensi alle ciglia), di fornire protesi e/o tattoo tridimensionali sfruttando la forza di attrazione dei magneti con l’ausilio di una pigmentazione. La parola stessa “dermomagnetismo” è un neologismo di mia esclusiva creazione ed invenzione, ma pronto ad essere recepito da tutti coloro che vorranno meravigliarsi, insieme a me, della scoperta!

Il Dermomagnetismo è una tecnica che consente a specifici elementi magnetici decorativi o anatomo- ricostruttivi, di rimanere attaccati alla pelle. L’azione combinata del magnetismo, amplificata da un sistema adesivo-siliconico e della classica dermopigmentazione, assicura una notevole stabilità di ancoraggio alla pelle di tali elementi. Il metodo si basa sull’utilizzo di uno specifico pigmento da tatuaggio brevettato e conforme alle norme di sicurezza. Dopo la guarigione la zona trattata riuscirà ad attrarre a sé dei piccoli magneti sui quali è possibile attaccare gioielli o protesi di rime ciliari. Questo sistema può assicurare un duraturo e stabile sistema di aggancio che non teme sudorazione e vibrazioni.

Chiudi il menu