Il cosmetico SPA. Una scelta fondamentale

27 maggio 2018

La scelta della linea cosmetica di riferimento rappresenta un momento cruciale nelle strategie di sviluppo di una SPA.

L’importanza della scelta di una linea cosmetica SPA è determinante ai fini di sviluppare il giusto concept strategico e, di conseguenza, la giusta metodologia globale che andrà a caratterizzare tutta la struttura, ovvero lo specifico SPA Method.

La scelta del prodotto cosmetico di riferimento è da effettuarsi perciò sempre come una priorità e non invece, come accade spesso, in seconda analisi; cioè come quando, per esempio, si tratta di sceglierlo come accessorio alle dinamiche della struttura o, peggio, quando se ne valuta l’acquisto solo in base alla scontistica fatta al momento della fornitura.

Ma in base a quale criterio viene stabilita la linea cosmetica e la tipologia di prodotto da inserire? Quali sono i punti fondamentali su cui va fatta questa scelta?

Fra gli elementi che più caratterizzano in modo determinante lo sviluppo di una SPA, il cosmetico rappresenta, attraverso il metodo di lavoro che solitamente introduce, la prima fase per creare una metodologia efficace nella struttura.

Partendo da questo presupposto si evince subito che, quando il prodotto cosmetico è completamente affine alle caratteristiche della SPA, questo diventa per forza il punto di riferimento delle dinamiche metodologiche della stessa, entrando in sinergia con le altre discipline (fitness, medical, wellness, etc.) e portando alla creazione, di fatto, di un’unica metodologia globale; la quale garantirà, con questi presupposti, tutta una serie di risultati mirati ed efficaci (in funzione della tipologia della struttura) tali da assicurare il ritorno (cioè la fidelizzazione) del consumer alla SPA e… alla sua linea cosmetica.

La scelta, per esempio, di inserire uno specifico brand, magari un marchio rinomato per le sue metodologie SPA e che già è presente (con tutto il suo know how) all’interno di strutture prestigiose (e famose per l’efficacia dei loro risultati e dei loro percorsi altamente performanti), permette il vantaggio strategico per la SPA in questione (oltre al valore tecnico del cosmetico stesso) di essere inserita nel circuito delle strutture legate al brand e di attrarre i clienti finali fidelizzati a quest’ultimo, il tutto con un forte ritorno in termini di immagine e di prestigio per la struttura stessa…

Per contro, scegliere di crearsi una propria linea personalizzata (private label) diventa invece una specifica scelta strategica, a cui si può mirare anche successivamente, una volta definito un metodo globale ben preciso e collaudato, al quale affiancare così una linea creata appositamente (definendone attivi e funzionalità specifiche) col fine di far evolvere sempre più l’efficacia delle esperienze (rituali e trattamenti) e, di conseguenza, la fidelizzazione dei frequentatori…

Come si sceglie, perciò, un cosmetico affine alle caratteristiche della SPA?

Si sceglie anzitutto in base al concept di riferimento e poi in base alla location della stessa. Posso avere una struttura situata sul mare che sviluppa metodiche legate a tutti i suoi benefici; oppure una struttura benessere con un concept che richiama le tradizioni mediterranee o quelle di benessere orientale; o ancora una Medical SPA specializzata in trattamenti, percorsi e programmi preparatori e di supporto agli interventi medici…

Da qui la scelta fra Thalassocosmesi, Aromacosmesi, Phytocosmesi, Cosmeceutica, Dermocosmesi Funzionale, Cosmesi Ayurvedica, Private Label e così via… sicuramente non c’è che l’imbarazzo della scelta.

La forza del cosmetico è data dal fatto che fondamentalmente (sia come prodotto domiciliare che come trattamento professionale) è il primo approccio che il consumer ha con qualsiasi struttura benessere e, in più, perché il cosmetico dà una gratificazione alta ed immediata, ed è anche meno impegnativo di altre risorse che la SPA offre; quindi permette un primo approccio che porta il consumer a tornare anche più volte nella struttura per rivivere sempre meglio l’esperienza.

Qualunque sia la scelta relativa al metodo cosmetico di riferimento, questa si analizzerà sempre in consulting nel momento di studio della location e di creazione del concept di riferimento della SPA (o analizzando quello già in essere), creando così le linee guida per scegliere quello più idoneo nella miriade di tipologie, opzioni e offerte che il mercato offre.

Leggi tutti gli articoli di Simone Ciolli

Simone Ciolli
Formatore e Project Manager in SPA & Wellness Strategy, esperto in Metodologie e Percorsi Wellness, da oltre 25 anni si occupa del settore Cosmesi Professionale & SPA. La consulenza si divide fra strutture wellness e aziende di settore, fra format di sviluppo per SPA Multilevel e progetti strategici aziendali di SPA Business Management per importanti brand cosmetici internazionali e aziende leader nel mercato del benessere. Come divulgatore tiene seminari e corsi di formazione, scrive articoli di wellness management su riviste specializzate, partecipa come relatore a convegni sul tema SPA & Wellness e coordina l’impostazione tecnica e di wellness concept per mostre-eventi nelle fiere di settore. Ha ideato il format Health SPA e, con un Team di collaboratori qualificati e specializzati (il THS), continua a creare nuove soluzioni per ottimizzare risultati e procedure tecnico/ commerciali di cross-selling e sviluppo per strutture Urban, Resorts, Thermal, Medical & Fitness.

SC SPA Consulting - T +39 335 6117416 - www.sc-spaconsulting.it