Fenix Group: Versatilità e affidabilità

28 maggio 2016

Endosphères Therapy vanta un’ampia gamma di applicazioni e si sta affermando come trattamento non invasivo contro inestetismi della cellulite e adiposità localizzate, grazie alla sua versatilità e ai risultati supportati dal protocollo scientifico studiato ad hoc per questa metodica.

Ma come funziona l’Endosphères Therapy, Microvibrazione Compressiva di Fenix Froup? Si tratta di una tecnologia basata su una serie diFenix-Group movimenti rapidi, trasmessi ai tessuti con una successione di pressioni e trazioni eseguite in modo che il contatto trasfere e tessuto non venga mai interrotto. Nello specifico, le microvibrazioni sono oscillazioni meccaniche di ampiezza e frequenza definita che agiscono sull’apparato muscolare, sia rilassato che in tensione.

Nel sistema Endosphères, queste oscillazioni si ottengono mediante la particolare disposizione a nido d’ape delle sfere contenute in un rullo che, ruotando su se stesse a una specifica frequenza, trasmettono al tessuto un movimento pulsato e ritmico che genera una rilevante iperemia, per aumento della vascolarizzazione, che migliora la captazione dell’ossigeno e favorisce il corretto trofismo muscolare e tessutale. L’ulteriore rotazione del rullo nella sua totalità permette alle sfere di lavorare sulla cute con una sequenza pulsata che crea un’onda in grado di ottenere un effetto di pompa linfatica, eliminando quindi tossine e liquidi in eccesso. Grazie a tutte queste caratteristiche uniche, l’applicazione dell’Endosphères Therapy risulta essere visibilmente efficace nel trattamento della “buccia d’arancia”, particolarmente difficile da eliminare, con un’azione specifi ca proprio sulle fibre sclerotiche e fibrose connettivali cellulitiche.

Il movimento localizzato e costante del rullo sul derma provoca, infatti, la rottura degli adipociti lipodistrofici che si ridistribuiscono in modo da rimodellare il contorno cutaneo. [Fonte: Prof. P.A. Bacci] L’efficacia dell’applicazione della Microvibrazione Compressiva è stata incrementata con lo sviluppo della tecnologia Sensor, per cui il manipolo, ovvero l’apparato cilindrico che ospita le sfere di silicone, è stato dotato di sensori che lo rendono capace di gestire autonomamente la pressione e la frequenza, in base ai dati che il tessuto trattato trasmette al sistema operativo interno al dispositivo, adattandosi quindi alle esigenze individuali. Tutto ciò ne rende l’azione più precisa, ampliandone le possibilità e riducendo gli errori che potrebbero dipendere dall’operatore.

www.fenixgroup.it

www.endospheres.com

MabellaEdizioni