Feel Good

12 maggio 2016

Si chiama personalizzazione il vero lusso dell’estetica. In un mondo che va di corsa, che restituisce immagini omologate, la grande sfida è dedicarsi del tempo e delle attenzioni. Cosa rende belli? Certamente non la perfezione, ma la gioia di sentirsi in armonia, il piacere di star bene con se stessi. Prendersi cura del viso e del corpo è molto più che ridurre inestetismi, donare giovinezza, delineare la silhouette, eliminare peli superflui. E’ dare forma a un desiderio profondo di benessere, una carezza per lo spirito e per il corpo. E allora un make-up, una creatività sull’unghia, un trattamento, diventano emozioni capaci di esaltare la bellezza, momenti per ritrovarsi, gratificanti regali per volersi bene. Il servizio estetico si trasforma, i cosmetici e le apparecchiature si evolvono, gli ambienti diventano oasi di benessere in un’ottica sempre più esperienziale. Un mercato in continuo mutamento, che offre molti spunti per alimentare la linfa del business, ma chiede di essere reinterpretato. A voi professioniste della bellezza l’importante compito di intraprendere questo percorso, a noi l’onere, l’onore e il piacere di contribuire alla conoscenza. Su questo numero uno speciale dedicato ai protocolli e molti approfondimenti ad opera dei nostri autorevoli contributori.

Continuate a seguirci anche sul sito www.mabella.it e sui social media e…feel good!

Buona lettura

Annamaria Scicchitani

MabellaEdizioni