Expo… due anni dopo

19 luglio 2017

“Prossima fermata Rho-Fiera Milano” questo è l’annuncio dell’altoparlante dei treni che attraversano la stazione che conduceva a Expo. Esattamente il primo maggio di questo anno si festeggiava il secondo anniversario dall’inaugurazione della Fiera Universale. Accompagnata da un sentimento di sfiducia per la sua realizzazione, nel 2015 Expo era pronta ad accogliere milioni di visitatori da tutto il mondo.

Ora, guardando attraverso i finestrini del treno, ci si chiede cosa è rimasto a Milano della grande esposizione.

Nuovi trend nel settore alimentare

Dopo Expo a Milano sono esplose nel 2016 alcune tendenze nel settore alimentare che nel 2017  hanno riconfermato la loro presenza (dati Baum&Whiteman, azienda di consulenza per ristoranti). Un primo grande cambiamento è stato l’utilizzo delle applicazioni che consentono di ordinare i pasti utilizzando gli apparecchi elettronici (smartphone, tablet, computer). La ricerca di alimentibiologici è stata una seconda conseguenza del post-Expo. Infatti secondo una ricerca Nielsen gli italiani cercano prodotti 100% naturali, senza colesterolo o coloranti artificiali. Infine si sono diffuse due grandi correnti di pensiero: i vegetariani e i vegani.

L’albero della vita

Nonostante le voci che confermavano lo smantellamento dell’Albero della vita, quest’ultimo è

ancora dove lo avete visto durante l’esposizione internazionale. Nell’estate del 2016 l’area intorno all’Albero ha raccolto diversi concerti e proiezioni di partite di calcio. Visto il successo riscosso, damaggio a giugno 2017 i cittadini hanno potuto assistere ad eventi culturali, iniziative sportive, festival e concerti. Nel 2018 si replicherà?

Ristoranti monotematici o itineranti

I ristoranti monotematici o i camioncini/ape-car che avevano riscosso successo durante Expo, hanno ritrovato consensi positivi anche nei due anni successivi alla chiusura. Infatti i locali specializzati in un tipo di piatto come le hamburgherie continuano ad invadere la città meneghina e con loro anche i camioncini che propongono cibo di vario tipo e si spostano di quartiere in quartiere.

La grande area che ospitava Expo è ancora al centro di nuovi progetti: dal campus universitario, ai parchi acquatici fino alle grandi zone ricreative.

Noi attendiamo curiosi e nel frattempo continuiamo sognanti ad ammirare dal finestrino del treno.

a cura di Marina Beatrice Lombardi

MabellaEdizioni