Evento “Oltre la dieta mediterranea”

5 giugno 2015

Oltre-la-dieta-mediterranea“Oltre la dieta mediterranea” è il titolo della tavola rotonda organizzata da EnerZona in occasione del lancio del libro scritto dal biochimico americano Barry Sears insieme con Daniela Morandi, nutrizionista e naturopata, dal titolo “La Zona Mediterranea” edito da Sperling & Kupfer. All’ incontro, moderato da Paola Maugeri, hanno partecipato esperti, giornalisti, opinion leader, medici e ricercatori delle università italiane, oltre all’ideatore della dieta Zona Barry Sears e alla coautrice Daniela Morandi, al ricercatore “antiaging” Giovanni Scapagnini, a Enrico Arcelli Professore associato al Dipartimento di Scienze dello Sport, Nutrizione e Salute dell’Università di Milano. Il cantautore rap Fedez e il famoso architetto Mario Bellini, erano invece presenti per testimoniare la loro esperienza in Zona e come questa strategia alimentare contribuisca a farli stare bene e in forma sia fisicamente che mentalmente, uno fuori e sul palco, l’altro mettendo in mostra orgogliosamente i sui 80 anni.

La Zona, quindi, non come dieta, ma come stile di vita, una strategia alimentare bilanciata, anti infiammatoria e ipocalorica che permette di rimanere in forma mangiando tutti gli alimenti nella giusta quantità, senza rinunciare a nulla di particolare, scegliendo la qualità delle calorie dalle cosiddette fonti privilegiate. I cibi non sono nemici, ma alleati, se mangiati correttamente e in un’appropriata associazione di carboidrati, proteine e grassi. Per questo nei tre pasti principali e in almeno 2 spuntini il 40% delle calorie debbono provenire da carboidrati, il 30% da proteine e il 30% dai grassi. Una strategia per risparmiare calorie ma guadagnare energia e sentirsi in piena efficienza.

Oltre-la-dieta-mediterranea2

La “Zona Mediterranea” permette di riappropriarsi della potenza del cibo del Mediterraneo, ricco di sostanze preziose come i polifenoli che proteggono le cellule dall’invecchiamento e gli Omega-3 che aiutano a conservare la memoria e sono utili per prevenire le malattie neurodegenerative come l’Alzheimer. Quindi via libera alle proteine bianche del pesce e della carne bianca, alla frutta, alla verdura, all’olio extravergine d’oliva e, in modiche quantità, anche al vino rosso, mentre è necessario fare attenzione al consumo di pane, pasta, pizza patate e dolci poiché sono carboidrati ad alto carico glicemico che alzano i livelli di insulina responsabili del senso di affaticamento e della fame oltre che, ovviamente, dell’aumento di peso. Un occhio anche alla spesa, perché la qualità di ciò che mangiamo è importante. A tal proposito, leggere con attenzione le etichette e la provenienza dell’alimento può aiutare. Il libro, in uscita contemporanea in USA, Inghilterra e Spagna, si preannuncia di grande attualità, soprattutto in un momento di grande attenzione verso le tematiche della nutrizione e dell’alimentazione come testimoniato dalla scelta del tema di Expo 2015.

Fedez e Paola MaugeriLa Zona di Sears diventa Mediterranea ed è il risultato appassionato del ricercatore americano, considerato il massimo esperto nel controllo ormonale attraverso il cibo, che ha approfondito e continua a studiare le origini dell’obesità con tutte le conseguenze sulla salute. Questa strategia alimentare si può seguire sia attraverso il menu de “la settimana facile”, approccio easy studiato da Daniela Morandi, sia attraverso i suggerimenti dello chef Claudio Colombo Severini, che, insieme a Daniela Morandi, ha messo a punto delle ricette preziose e squisite che rispettano i canoni 40 30 30 della Zona Mediterranea.

www.enerzona.com

MabellaEdizioni