Emozione, passione e partecipazione

Emozione, passione e partecipazione

di Camilla Barni

KP Award è l’evento di premiazione alla managerialità nel wellness firmato KP Communication 5.0, un momento di alta formazione, incontro e nascita di nuove opportunità di business per le imprenditrici del settore della bellezza

Un evento annuale, un’occasione importante per condividere riflessioni, esperienze e aprire nuove strade, al quale viene legato da sempre un tema culturale, per sottolineare che il mondo dell’estetica non può prescindere da una base di conoscenze più ampia. Giunto alla sua VII edizione, il 22 e il 23 settembre, in una location esclusiva sul Lago di Garda, KPAward 2019 ha visto la presenza di oltre 30 imprenditrici della bellezza ‘KP VIP’ impegnate in 2 giornate di lavori con la dottoressa Caterina Panzeri e Sebastiano Zanolli, Titolare di KPcommunication, Manager Formatore, e un grande ospite d’onore: Luigi Pirandello. 

Momento particolarmente atteso e di forte emozione è stata la serata di gala, durante la quale sono stati consegnati i 3 premi: Gestione efficiente dell’attività, a ‘Il Tuo Centro’ di Alessia Crosato; Miglior Team, a ‘Lory per Lory Parruccheri’ di Lorena Rusconi; Social Strategist, che noi di Mabella abbiamo avuto il piacere, l’emozione e l’onore di premiare. Durante la serata sono state consegnate anche 10 targhe alle KP Brand Ambassador e l’importante riconoscimento Ad Honorem a Daniela Vaccaro

Una serata dettata da tante lacrime di gioia, di traguardi raggiunti e di nuove strade da percorrere, ma anche di tanto divertimento e condivisione. Il KPAward 2019 si è aperto con un momento di ritrovo e condivisione. Il team KP Communication 5.0 si è presentato in tutti i suoi aspetti, non solo professionali ma soprattutto umani. 

Al timone una grande donna, Caterina Panzeri, che presenta il programma dell’evento e introduce Sebastiano Zanolli, protagonista del primo giorno di Alta Formazione. L’empatico Relatore affronta una tematica fondamentale per la comunicazione con il cliente: esperienze e connessioni.

Facciamo finta di guardare il mondo senza essere giudici, è la cosa migliore che possiamo fare per i nostri centri . Con queste parole Zanolli ingrana subito la quinta, coinvolgendo i partecipanti in maniera attiva: Punti di forza? Tutti ne abbiamo, ma dobbiamo conoscer li e imparare a usarli in maniera corretta. Diventa re giudicanti significa partire zoppicando.

La sala, in rigoroso silenzio, segue con attenzione Sebastiano Zanolli, che sviluppa il tema partendo da una domanda semplice, ma di grande forza: perché? Saper fare non basta più, in quanto se il “perché” non è forte non si va avanti. Il piano è motivazionale. I “perché” sono la benzina che attiva la motivazione.

Titolare, dipendente e cliente, un “triangolo amoroso” legato da una spinta motivazionale reciproca: elevazione, intuizione, orgoglio e connessione, sono le quattro strade per trasformare un momento in un “momento che conta”, in un’esperienza unica da poter condividere con altre persone. Questa è la chiave del business.

Sebastiano Zanolli porta la platea a riflettere sul ruolo di estetista imprenditrice. Quali sono i meccanismi che differenziano un’estetista da un’estetista imprenditrice? Quali sono i mezzi per far crescere il business? Ritorna quindi il concetto di esperienza e motivazione -fare ricorso ai sensi, al pensiero, ai sentimenti, alla partecipazione -, di studio e conoscenza del proprio target e di organizzazione del modello di lavoro; ma soprattutto la chiave di svolta per le imprenditrici della bellezza è quella di connettersi intorno al cliente per creare esperienze straordinarie.

La seconda giornata è tutta della dottoressa Caterina Panzeri che affronta il tema della Comunicazione & Neuromarketing per una vendita intelligente. Nonostante le emozioni circolino ancora nelle vene per la serata di gala, l’attenzione è altissima e il coinvolgimento totale.

Cosa c’è alla base di un processo decisionale? Quali sono i meccanismi che si attivano nel mo mento della scelta e dell’acquisto? Come possiamo misurare l’emozione provocata da uno stimolo prima che intervenga il pensiero razionale? Individuare delle forme di comunicazione efficaci ed essere in grado di capire la mente del consumatore sono due fattori fondamentali per la corretta gestione del centro estetico e per diventare a tutti gli effetti un’estetista imprenditrice.