Domani mi sposo

20 maggio 2015

Il giorno del matrimonio crea sempre attorno a sé un magico romanticismo, è un momento importante nella vita della coppia, una giornata indimenticabile e palpitante di gioia, la celebrazione dell’amore. Se è pur vero che una stagione per sposarsi non esiste, sono molte le persone che scelgono la primavera per il loro giorno speciale. C’è chi opta per una cerimonia intima in una piccola chiesa, chi, invece, ha da sempre sognato uno sfarzoso matrimonio in stile principesco con tanto di carrozza e cavalli, ma ogni sposa è alla ricerca di informazioni, idee e consigli per organizzare una cerimonia unica e memorabile. Quindi, non più solo riso fuori dalla chiesa o dal municipio, ma petali di rosa o bolle di sapone. Catering con menu sempre più originali ed abiti per sposa e damigelle che rispecchino esattamente il mood della protagonista.

Tutte le spose, comunque, si avvalgono della consulenza di un professionista della bellezza, è quindi dovere di noi estetisti essere in grado di fornire un servizio impeccabile. All’occasione della prova non possiamo essere impreparati e dobbiamo avere le idee chiare su cosa e come proporlo. L’intervista alla sposa è un momento intimo a cui dedicare tempo ed attenzione, la raccolta di informazioni è necessaria per conoscere il leitmotiv della cerimonia. Scopriamo tutti i dettagli sul colore e disegno dell’abito, dell’acconciatura e dei fiori, ma non solo, è importante capire il motivo conduttore dell’evento che la sposa vuole organizzare. Potrebbe avere uno stile classico e romantico, piuttosto che minimale o metropolitano. Informiamoci di ogni aspetto, dalla location al numero degli invitati, il genere musicale, se ci sarà musica durante o dopo la cerimonia, come sarà vestito il fidanzato, il mezzo di trasporto degli sposi, velo o non velo, guanti o non guanti. Tutte queste indicazioni ci illustreranno la personalità della sposa e ci daranno spunti creativi per meglio realizzare il trucco più adatto.

make-upLa postazione trucco è importante per dare di noi un’immagine professionale, è sufficiente uno specchio, una consolle ed uno sgabello, ma i prodotti che utilizzeremo sono fondamentali. Come per ogni altra specializzazione nel campo dell’estetica professionale, il make-up necessita di formazione e aggiornamento continuo, scegliamo quindi una linea cosmetica che possa seguirci nel tempo e che ci proponga corsi per apprendere e sviluppare la tecnica necessaria. Il brand che sceglieremo dovrà avere caratteristiche professionali per poterci offrire svariate possibilità di realizzazione make-up e performance di prodotto elevate, destinate a durare tutto il giorno e, spesso, tutta la notte.

La scelta di un ottimo fondo adatto al tipo di pelle, ben fissato con della cipria trasparente, è determinante per creare una base che sia uniformante, trasparente, ma duratura. Risulta anche necessario creare morbide ombreggiature sugli occhi, prima con matite e poi fissate con ombretti ricchi di pigmento, in quanto il make-up dovrà resistere a variazioni di temperatura corporea, dovuti a comprensibili sbalzi emozionali. Per la bocca, il colore, una volta applicato, verrà tamponato con una velina e con della cipria, poi riapplicato, in modo così da resistere agli innumerevoli brindisi di festeggiamento. A trucco ultimato utilizzeremo del make-up fixer, uno spray che assicurerà tenuta al trucco.

L’immagine della sposa è legata all’idea di freschezza e purezza, questo non significa però che tutte le nostre spose risulteranno uguali e avranno quel tipico trucco leggero con colori pastello, perché, dove necessario per esigenze correttive o di personalità, dovremo spingerci verso la realizzazione di contrasti cromatici. Il compito del professionista del make-up è quello di riuscire a realizzare un trucco che doni caratteristiche uniche alle future spose, tenendo in considerazione l’influenza della illuminazione usata per la realizzazione del servizio fotografico. Il trucco dovrà risultare perfetto e adatto sia dal vivo che in fotografia, non troppo pesante, ma nemmeno trasparente, morbido ma ricco di contrasti.

make-up1Il posto migliore per truccare una sposa, il giorno della cerimonia a casa sua, è davanti a una finestra, con la luce naturale delle prime ore del mattino, fredda e in grado di sottolineare i particolari del trucco. Se sarà nuvolo durante il giorno la luce rimarrà inalterata, mentre con il sole nelle ore centrali diventerà più calda, quindi se alla luce della finestra il trucco funzionerà, significa che in ogni caso andrà bene per tutto il giorno. Il trucco per la sposa è infatti un vero e proprio trucco fotografico, che dovrà tenere conto delle correzioni che il viso richiede, ma anche di riflessi e rifrazioni che potrebbero recare inestetismi. È quindi determinante conoscere il tipo di luce che verrà utilizzata dal fotografo. Solitamente per la cerimonia in chiesa o in comune vengono utilizzate luci artificiali fredde, che induriscono i lineamenti. Per il servizio esterno, spesso svolto in un parco, il trucco dovrà risultare opaco. Una conoscenza sulla luce e i suoi effetti, così come del colore, risulta indispensabile per offrire un servizio professionale. Non esistono oggi dei colori precisi per un make-up sposa, essendo davvero un’interpretazione dettata dal gusto personale. Certamente i colori che meglio si mescolano alla luce fredda dei flash fotografici sono quelli dei beige rosati, ma la scelta è molto legata alla personalità della sposa che potrebbe reggere benissimo qualcosa di più anticonformista, come labbra truccate di un rosso acceso, magari opaco, se per esempio accompagnate da un fascio di rose rosse in mano.

È buona norma consigliare sempre, per coerenza, un incarnato naturale. Ricordiamo alla nostra sposa che qualsiasi fondo su una pelle abbronzata tende a divenire grigio in fotografia. Sconsigliamo quindi sedute abbronzanti al viso, appena un po’ di aspetto dorato al corpo sarà sufficiente per creare un contrasto con l’abito spesso candidamente bianco, ma evitiamo sul viso quell’effetto stropicciato dato dal sole. Rassicuriamo la sposa su come ombreggeremo della terra sui contorni del viso per darle quell’aspetto baciata dal sole, un tocco di blush rosato o aranciato sugli zigomi e sulla piega palpebrale donerà luminosità anche ai più seri e correttivi make-up. Evitiamo di proporre troppe variazioni, come per esempio le metà del viso truccate differentemente, creano confusione e incertezze. Forniamo invece un’idea precisa, un concept chiaro che definisca lo stile e che colpisca, per professionalità, la nostra sposa.

La corsa in chiesa con il cuore in gola, lo scambio di una promessa solenne. L’emozione di condividere con le persone più care il proprio amore e la celebrazione in un giorno di festa. Rimane di tutto questo una foto: un simbolo importante dell’unione di due persone che si sono giurate eterno amore. Sentiamoci addosso tutto il peso di questa responsabilità, onorati di entrare in una sfera così intima, in quanto quella foto rimarrà esposta orgogliosamente in casa degli sposi, ma soprattutto sarà scolpita nel loro cuore per moltissimo tempo.

Alessio Ambu
Veneto, inizia la formazione artistica presso l'Accademia di Trucco cine-teatrale Altieri di Roma, collaborando per l'alta moda (Gianluca Bulega) e per lo spettacolo (Festivalbar). Dopo un’esperienza con il make-up artist Nico Baggio, nel 2000 parte per la sua prima tournée teatrale, creando trucco e capelli per spettacoli quali ''Rent'', prodotto da Nicoletta Mantovani per Pavarotti International, ''Evita'', compagnia Scena Aperta, ''Chicago'', Newman Production & Rock Theatre, ''Nights on Broadway''. Fonda a Parma un total beauty space per la cura e bellezza di viso, corpo e capelli e collabora poco dopo con esclusivi centri wellness e Spa in Veneto, dedicandosi alle discipline bio-naturali. Oggi Alessio Ambu continua a lavorare come truccatore per il teatro e per la fotografia.
Make-Up designer and creator ● T +39 393 5534031 ●info@alessioambu.it