Differenza tra microblading e trucco permanente

18 aprile 2018

Ci sono evidenti differenze tra il lavoro svolto con le attrezzature e il microblading. La macchinetta permette una vasta gamma di trattamentie seguibili. Il microblading, invece, è riservato quasi esclusivamente al trucco permanente alle sopracciglia.

Una delle domande più frequenti poste da chi è interessato a sottoporsi al trucco permanente alle sopracciglia è: quali sono le differenze fra l’utilizzo delle attrezzature e il microblading? Il lavoro eseguito con la macchinetta è considerato più “artistico”, concede maggiori possibilità di spaziare nella direzione dei peli e consente una maggiore gamma di sfumature.

Al contrario, il microblading è più schematico, bisogna seguire direzioni dei peli ben precise ma, se il pigmento viene posizionato bene, nel derma superficiale, lascia un pelo più definito. La macchinetta, a volte, lascia dei fastidiosi puntini. Il lavoro eseguito con la macchinetta, inoltre, è più difficile da realizzare; è necessario quindi che la mano dell’operatore sia ben allenata.

Il microblading è più facile da imparare, e anche da effettuare. Una differenza molto importante, sulla quale non tutti gli esperti del trucco permanente sono d’accordo, è la durata del trattamento. Molti operatori che lavorano con entrambe le tecniche sostengono che la durata del trattamento eseguito con il microblading sia superiore a quella del trattamento con macchinetta.

Ciò, ovviamente, a parità di condizioni, ossia a parità di bravura dell’operatore e con le stesse condizioni della pelle della cliente. Ciò che differisce notevolmente l’uso della macchinetta dal microblading è la vasta gamma di trattamenti eseguibili: infatti, è possibile svolgere non solo trucco permanente alle sopracciglia, ma anche alle labbra e al contorno occhi.

Inoltre, si utilizza anche per la ricostruzione dell’areola mammaria (dermopigmentazione paramedicale) e per la tricopigmentazione, tatuaggio estetico del cuoio capelluto. Al contrario, il microblading è riservato quasi esclusivamente al trucco permanente alle sopracciglia, raramente viene utilizzato per altri trattamenti e scopi.

Dal punto di vista commerciale ci sono importanti differenze tra queste due possibilità che il trucco permanente offre. I corsi di formazione in microblading sono molto economici e solitamente includono anche un kit di attrezzature e prodotti. Sono spesso, però, corsi di breve durata, non permettono all’allievo di apprendere tutto ciò che è necessario per una corretta esecuzione del trattamento.

Anche i clienti spesso scelgono il microblading per risparmiare. Ma è come se una persona scegliesse un ristorante a 5 stelle anziché un altro perché sa che il cuoco utilizza una pentola diversa dal solito. Si dovrebbe valorizzare l’inventiva e la bravura dello chef, non le attrezzature che utilizza. Anche quando si sceglie un corso di formazione, considerando che si tratta di un investimento per il proprio futuro, bisognerebbe valutare bene i vari aspetti positivi e negativi dei percorsi presenti sul mercato, per poi effettuare una scelta oculata.

Concludendo, relativamente al trattamento, sia che si opti per il microblading, oppure al trattamento eseguito con macchinetta, si dovrebbe puntare alla qualità dell’operatore.

MabellaEdizioni