Dal convegno “La bellezza vincerà il male”

27 febbraio 2015

Il 17 Febbraio, all’interno dell’Aula Magna di Essence Academy, si è tenuta una tavola rotonda dal titolo “La bellezza vincerà il male”. Durante l’incontro sono state affrontate diverse tematiche, tra cui le spinte innovative che si stanno sviluppando nell’Istituto Europeo di Oncologia (IEO), grazie al sostegno del Professor Umberto Veronesi e al successo riscontrato nello Spazio Benessere IEO, luogo nel quale i pazienti oncologici incontrano estetiste formate per effettuare trattamenti che lavorano sia sul benessere fisico che psicologico. L’incontro di queste due realtà ha dato vita all’Associazione Professionale di Estetica Oncologia (APEO), che insegna alle estetiste come effettuare trattamenti di bellezza e di benessere sulla persona in terapia antitumorale, ad ogni stadio della malattia.

Locandina_APEO_17FebbraioL’APEO nasce da due mondi che hanno creduto fermamente nel riconoscimento di una nuova figura dell’estetista:

  • Dermophisiologique, un’azienda che crea prodotti di dermocosmesi professionale biocompatibile certificati da test universitari (Università degli Studi di Pavia, Laboratorio di Farmacobiochimica, Sezione di Scienze farmacologiche e tossicologiche) che ha aperto per prima uno spazio benessere in Italia all’interno del’IEO
  • Essence Academy, una Scuola di Monza accreditata da Regione Lombardia che fornisce una istruzione elevata e di qualità grazie a docenti specializzati.

APEO organizza dei percorsi formativi all’interno dell’istituto monzese, elaborati e presieduti da medici dermatologi e oncologi specialisti dell’IEO, della durata di 120 ore. Quindici seminari riservati ad estetiste diplomate e maggiorenni che illustrano come adattare metodi, manualità e strumenti dei trattamenti di bellezza e benessere alle condizioni particolari di un paziente oncologico: i protocolli d’intervento, perfezionati con i medici e in sinergia con le terapie dello IEO, includono manualità linfodrenanti e miorilassanti, trattamenti nutrienti e riepitelizzanti, make-up correttivo, manicure e pedicure, igiene e cura della pelle, epilazione. Particolare attenzione è riservata ai prodotti cosmetici da usare, e agli aspetti psicologici dell’interfaccia con la persona in cura. Alla fine del corso vengono assegnati alle partecipanti due tipi di riconoscimenti formali:

  • Attestato di Competenza regionale in “Benessere, Make-up e Inestetismi da Terapia”: non si tratta di un diploma abilitante e dunque non conferisce alcun titolo legale all’esercizio di una professione. L’Estetista che lo consegue arricchisce il proprio bagaglio di competenze certificate, ma non modifica le propria qualifica professionale, che resta appunto quella normata dalla legge n.1 del 1990.
  • L’iscrizione all’Albo privativo APEO, che non costituisce però un valore esclusivo, e dunque non rappresenta un requisito necessario e sufficiente per l’esercizio di un’attività professionale (come ad esempio lo è, invece, il caso dell’Ordine dei Medici, o degli Avvocati). Ha però, ai sensi della legge n.4 del 2013, valore di garanzia e tutela del pubblico, poiché garantisce la trasparenza dei regolamenti e dei codici etici, i requisiti necessari per ottenere e mantenere l’iscrizione, l’esistenza di uno sportello di informazione per il cittadino consumatore.

Sono 75 le estetiste che hanno intrapreso questo percorso formativo e la giornata del 17 Febbraio ha visto la consegna del diploma al primo gruppo di estetiste che stanno concludendo il loro iter dal titolo “Benessere, Make-up e Inestetismi da Terapia”.

Veronesi_DedicaApeoIl Professor Veronesi ha partecipato con una videointervista durante la tavola rotonda, quest’ultima moderata dalla giornalista del settimanale “Gente” Alessandra Gavazzi, la Dott.ssa Ambra Redaelli e Loretta Pizio, entrambi fondatrici di Dermophisiologique e di APEO. Durante il dibattito è stato trasmesso anche “Ringhio”, cortometraggio indipendente su come sia possibile lottare contro il tumore senza perdere la speranza.

Sempre di più, dunque, il logo APEO indicherà univocamente per il pubblico un’estetista specializzata che gode di competenze tecnico-scientifiche particolarmente avanzate, i cui trattamenti e consigli si allontanano dall’estetica “di base”, e sono fondate su una conoscenza scientifica della cute e degli inestetismi. APEO devolve i propri utili alle cause oncologiche.

MabellaEdizioni