Cosmesi antiossidante della frutta

18 febbraio 2016

Vivere bene per vivere più a lungo

Cosmesi-antiossidante-della-fruttaL’attuale aspettativa di vita scritta nel nostro genoma è stimata tra i 120 e i 150 anni il che significa che ne lasciamo per strada almeno il 50%. Una delle cause è legata alla formazione di molecole ad alta energia che, come proiettili, rompono quello che incontrano. Sono i radicali liberi, prodotti dal metabolismo cellulare e da cause esterne. Oltre ad essere fattori dell’invecchiamento precoce, sono all’origine di molte patologie.

Le difese antiossidanti e lo stress

Il 95% dell’ossigeno inspirato viene utilizzato per produrre energia, la parte eccedente origina i radicali liberi. Un organismo sano è capace di difendersi e di abbattere questi “proiettili” ma, se il quantitativo è in eccesso, il sistema di difesa non funziona. Le cellule vengono attaccate e l’organismo entra in stress ossidativo.

I danni dei radicali liberi

Le alterazioni non sono immediatamente apprezzabili ma, si manifestano nel tempo. L’invecchiamento precoce è particolarmente presente sulla pelle ed è uno dei segnali più conosciuti e visibili del danno prodotto da radicali esterni (radiazioni, inquinanti) oltre che metabolici.

Radicale-libero

Radicale libero strappa un elettrone al substrato molecolare e lo ossida il substrato ossidato diventa nuovo radicale libero

Modello di vita

In condizioni normali di salute i radicali liberi aumentano con l’esercizio fisico e si riscontrano anche in chi è sottoposto a stress psico-fisico, in chi è esposto a inquinamento ambientale, al fumo di tabacco, alle radiazioni solari, in chi non segue un bilanciato regime alimentare, in chi abusa dell’alcool, ed è presente anche negli stati di ansia e depressione. In quasi tutte le condizioni di malattia si rilevano valori alti di radicali liberi come nelle allergie, nelle flogosi, nell’Alzheimer, nel Parkinson, nell’ipertensione, nel diabete ecc. In queste patologie, la terapia della malattia non riporta alla norma il valore dei radicali liberi che sono quindi un fattore di rischio indipendente che necessitano di un trattamento specifico.

La giovinezza è una dieta a colori

cellulaIl mondo vegetale, la frutta e gli ortaggi, in particolare, sono la principale fonte di “antidoti” contro i radicali liberi. Numerosi studi evidenziano come, una dieta bilanciata e ricca di frutta e verdura fresca e matura, riduca il rischio di patologie croniche e degenerative. E’ importante che il cibo sia associato ad un modello di vita complessivo equilibrato che riduca tutte le situazioni di stress psico-fisico e che preveda una più attenta cura della persona e dei suoi ritmi.

La cosmesi colorata di frutta e verdura

I polifenoli contenuti nella frutta e nella verdura rappresentano le nuove molecole con formula perfettamente studiata dalla natura e di grandissimo interesse in campo dermatologico e cosmetico.

Molecole-vegetali-antiossidanti

Le molecole vegetali antiossidanti regalano un elettrone al radicale libero e ne eliminano la reattività

Dal rosso al blu degli antociani

Sono dei bioflavonoidi tra i più importanti presenti nei vegetali. Il colore dipende dal pH e dalla formazione di sali con metalli pesanti. Sono in grado di reagire con gli ossidanti quali l’ossigeno molecolare e i radicali liberi riducendo i danni che queste molecole possono provocare alle cellule ed ai tessuti. Hanno azione protettiva sui vasi venosi per inibizione delle elastasi e delle collagenasi capaci di distruggere il collageno e il tessuto elastico. Agiscono sulla parete dei vasi venosi, diminuendo il livello delle glicoproteine accumulate favorendo la normalizzazione della resistenza e dell’elasticità dei vasi. Gli antocianosidi inibiscono validamente i radicali liberi, essendo in grado di neutralizzare quasi tutte le specie radicaliche conosciute. Recentemente si è scoperto che gli antocianosidi inibiscono l’adesione dei colibacilli alla parete dell’intestino e della vescica, fornendo così una motivazione al loro uso come antidiarroici e disinfettanti urinari. Il fitocomplesso del Mirtillo non ha azione antibatterica, ma è in grado di ostacolare l’adesione dei germi alla vescica e provoca il distacco del 70% dei batteri già precedentemente attaccati alle cellule vescicali. Considerato tutto ciò si può dire che questa pianta è particolarmente indicata nel trattamento dei disturbi circolatori di superficie e può trovare un corretto uso cosmetico anche in prodotti di detergenza intima di ultima generazione.

Dal giallo al rosso dei carotenoidi

Frutta-1Sono una classe di pigmenti contenuti nelle piante e in altri organismi fotosensibili come le alghe e alcuni funghi. Attualmente ne sono stati classificati circa 600, suddivisi in due categorie: le xantofille e i più noti caroteni. Mentre le prime contengono atomi di ossigeno, i secondi, tra cui troviamo licopene e carotene, ne sono privi. Il colore dei carotenoidi varia dal giallo pallido al rosso acceso, sono abbondantemente presenti in alimenti quali zucche, carote, angurie, peperoni, pomodori, ananas e, in generale, negli agrumi. Questo non deve far pensare che i carotenoidi siano contenuti solo in frutta e ortaggi di colore giallo, rosa o rosso-arancione, infatti ne sono ricchi anche vegetali a foglia verde. Grazie alla loro struttura molecolare sono in grado di reagire ed eliminare i radicali liberi e svolgere quindi un’efficace azione anti-ossidante. I carotenoidi rappresentano oggi uno dei migliori sistemi di difesa cosmetica contro lo stress da radiazioni solari e metabolico e garantiscono una risposta cutanea efficace ed efficiente contro l’invecchiamento precoce e i modelli di vita.

La cosmesi degli oli insaturi

Sono gli oli vegetali ottenuti da varie specie. Alto contenuto di acido oleico ω9, ottimo rapporto oleico linoleico, acidi grassi essenziali ω3 e ω6, molti studi confermano le caratteristiche sebo-simili dell’olivo che conferiscono la migliore affinità e dermocompatibilità con la cute e risulta essere, tra i lipidi naturali, quello con la maggiore azione protettiva delle membrane cellulari.

Riflessioni: ancora la natura come guida per uno skincare complessivo di prevenzione dallo stress ossidativo. Sempre più attenzione a cosmetici non impermeabilizzanti, non preservati dosati su attivi antiossidanti. Tutto ciò rappresenta la componente innovativa di un modello di vita fatto di giusto cibo, adeguato movimento, cura della propria bellezza viso-corpo.

Fabio Galiano
Fabio Galiano, laureato in Farmacia all’ Università di Padova nel 1972, è stato ricercatore presso il dipartimento di Scienze del Farmaco fino al 1991. Si è occupato di ricerche nel campo della sintesi di nuove molecole di interesse antitumorale e dal 1981 ha iniziato un nuovo percorso di studi in campo cosmetico. Ha pubblicato su riviste nazionali e internazionali su tematiche di funzionalità e sicurezza delle formulazioni cosmetiche. Dal 1991 è responsabile di ricerca in un’azienda cosmetica dove ha realizzato nuovi brevetti cosmetici e diverse pubblicazioni sul controllo della qualità, la sicurezza e l’efficacia di cosmetici valutati anche per l’impatto ambientale. Partecipa ad un programma nazionale in ambito europeo rivolto a giovani interessati ad entrare nel mondo della cosmesi e a realizzare nuove start up aziendali.
f.galiano@farmogal.net