Comunicare con YouTube

28 aprile 2017

Famosa piattaforma che consente la condivisione e visualizzazione in rete di video, YouTube genera dati statistici molto interessanti. Proprio per questo è un media che anche le imprese stanno utilizzando con più frequenza

Oltre un miliardo di utenti unici ogni mese e centinaia di milioni di ore di video visualizzati ogni giorno, YouTube, piattaforma di video sharing inizialmente molto utilizzata da un target giovane, ora è sfruttata anche dalle imprese per scopi promozionali che, sempre più frequentemente, veicolano video informativi e commerciali.

YouTube è decisamente una grande opportunità di comunicazione se si pensa che, come ha dimostrato la recente ricerca di GlobalWebIndex “1 in 4 YouTubers Watching Branded Videos”, un utente su 4 di YouTube, nell’ultimo mese, ha visualizzato almeno un video o una pubblicità realizzati da un’azienda. Significa che stiamo parlando di un numero ampissimo di persone, oltre duecentocinquanta milioni. E, se questo non è sufficiente a suffragare la forza di questo media, basta provare a cercare la parola “commercial” su YouTube, vi appariranno numerose pubblicità e potrete stupirvi degli eccezionali risultati di visualizzazione. Queste premesse per dire quanto possa essere interessante e proficuo realizzare un canale YouTube aziendale.

I vantaggi sono molteplici. Il primo in assoluto è la quantità di persone che è possibile raggiungere con il proprio messaggio aziendale. Un altro grande plus è la possibilità di fidelizzare i propri clienti e anche di trovarne di nuovi. Non meno importante l’opportunità di poter rendere visibili i video sul sito internet aziendale, senza doverli necessariamente caricare sulla propria piattaforma e appesantire la pagina, rallentando i tempi di apertura. I video pubblicati su YouTube, infine, consentono anche un miglior posizionamento nei motori di ricerca.

Ma cosa è possibile comunicare attraverso un video se parliamo di un centro estetico? Potrebbe essere molto efficace mostrare una linea di prodotti cosmetici e il relativo utilizzo, far vedere un trattamento estetico con apparecchiature e spiegarne i vantaggi, realizzare interviste a qualche cliente affezionata, quale testimonial del trattamento eseguito (naturalmente dopo averle chiesto la liberatoria per la privacy), predisporre un video aziendale che permetta di presentare la struttura del centro e le operatrici estetiche. Sarebbe opportuno pensare a video brevi (non più di 2 o 3 minuti). Nei limiti del possibile per quanto riguarda il video aziendale, sarebbe meglio affidarsi a un tecnico specializzato.

Non solo YouTube

Come hosting video oltre a YouTube ce ne sono anche altri tra i quali:

Vimeo: permette l’esclusiva pubblicazione di video amatoriali creati dall’utente. E’ stato uno dei primi siti a consentire la pubblicazione dei video ad alta definizione.

Yahoo! Video: molto simile a Youtube, con un servizio di rating e socializzazione tra gli utenti iscritti.

Dailymotion: facile e di immediata fruizione, su Dailymotion i video sono suddivisi per categorie, gruppi, utenti e contest. E’ uno dei siti di video sharing più utilizzati, secondo solo a YouTube.

Metacafe: è un’ottima vetrina per la condivisione dei video, ha anche il filtro per famiglie.

Megavideo: è conosciuto soprattutto per la possibilità di vedere film e programmi tv in streaming. Si possono condividere video di tutti i generi, godendo di un’ottima visibilità.

MabellaEdizioni