Allenare la propria mente per comprendere le esigenze del mercato

8 febbraio 2018

Un’azienda che crede fermamente nel valore dell’estetista, che ogni giorno lavora per l’evoluzione dei suoi cosmetici, ma anche per creare un adeguato retroterra culturale che dia più forza alla figura professionale che quei prodotti li utilizza.
Ne parliamo con Susi Maggi, marketing manager di Aestetic Project
Eccellenza, cosmesi naturale, trattamenti che diventano rituali di bellezza per un utente sempre più esigente. Il vostro portfolio prodotti è molto ampio. Quale è per voi il valore della formazione tecnica?

Il cosmetico è il primo vero indispensabile partner di ogni estetista, possono fare a meno di tutto ma non del cosmetico. Per questo è fondamentale per noi, migliorare e aggiornare costantemente la cultura cosmetica delle professioniste del settore, perché abbiano completa consapevolezza dei prodotti che scelgono per le loro clienti e perché siano perfettamente a conoscenza dell’utilizzo più efficace di ogni trattamento.

Oggi anche la formazione deve essere sempre più allineata alle esigenze dell’istituto e delle operatici estetiche, quali sono le modalità che proponete per rispondere a questa necessità?

Nel 2017 è nata “l’Academy Aestetic Project” che ha proposto Royal Touch, l’esclusiva metodica di massaggio dedicata a viso collo e spalle. E seguiteremo a introdurre metodiche esclusive create da professionisti del settore appositamente per il nostro brand. Ma non mancano Corsi di Marketing, Corsi di Cosmetologia, Corsi di formazione tecnico/ operativa.

Nella vostra proposta formativa leggiamo di un Symposium. Ce ne parla?

Il Symposium Aestetic Project è un evento annuale della durata di 2 giorni, si propone di approfondire temi dedicati agli sviluppi del settore con la partecipazione di noti e stimati opinion leader del nostro settore. E’ un appuntamento dedicato solo alle clienti Aestetic Project e si pone come obiettivo l’informazione, l’aggiornamento e il confronto. Un imperdibile momento per coloro che nutrono costantemente la propria crescita professionale.

Qual è l’estetista alla quale si rivolge Aestetic Project con i suoi corsi?

Aestetic Project non è adatto a tutte le estetiste, si rivolge solo a coloro che hanno a cuore la salute della pelle delle proprie clienti, a coloro che non si accontentano di cassetti pieni a breve termine, ma che costruiscono giorno dopo giorno la propria figura professionale con una visione al futuro di un estetica mirata all’attenzione al cliente e a ciò che applichiamo su di esso.

La crescita professionale è indubbiamente un vantaggio competitivo. Quali sono gli altri elementi importanti per veder fiorire il proprio business?

Competenza, preparazione, attenzione al cliente. Questi sono elementi che fortificano e che a medio e lungo termine pagano bene e, soprattutto, creano basi molto solide per fare scelte consapevoli negli acquisti e saper superare qualsiasi ostacolo.

Cosa si sente di consigliare a coloro che oggi desiderano aprire un centro estetico?

Di allenare la propria mente all’adattamento al nostro mercato: è indispensabile stimolare l’intuito, sia per le proprie clienti che per la scelta accurata dei fornitori. Suggerisco di guardare le mode passeggere con prudenza e di diffidare di influencer che si tuffano nel nostro settore per fare il proprio business e non certo quello delle estetiste. Sono certa che l’estetista di domani darà filo da torcere a tutti, non vedo l’ora.

Aestetic Project sarà presente al Cosmoprof Worldwide Bologna 16 – 19 marzo 2018, Pad. 38 Stand C48-D47

www.aesteticproject.it

a cura di Rosanna Bassi

MabellaEdizioni